Trucchi e strategie per vincere a Democracy

Tramite: O2O 10/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Democracy è un gioco da tavolo ideato da Mark Rein Hagen ed edito da Make Believe Games. Si tratta di un gioco di maggioranze e di alleanze che permetterà ai giocatori di tuffarsi nel mondo della politica americana, dando loro l?opportunità di scalare le vette del potere e di dominare il mondo politico mettendo uno dei loro uomini nella stanza ovale. I giocatori, da 3 a 5, hanno 120 minuti di tempo in cui si impegneranno a racimolare più punti influenza possibili che possono sfruttare per danneggiare la reputazione degli altri. Questo permetterà di convincere gli elettori a votare per un giocatore piuttosto che un altro, fino a diventare i controllori di una fazione, guadagnando capitale politico. Chi, alla fine di 5 turni, avrà guadagnato più capitale politico, sarà il vincitore. Ma scopriamo più da vicino le caratteristiche di questo gioco, compresi trucchi e strategie per vincere a questo gioco.

26

I materiali

Il tabellone è formato dalle 7 tessere fazione che rappresentano i partiti in lotta per il potere, ognuno dei quali con i propri interessi e le proprie finalità. Dei cubetti colorati rappresentano, invece, avvocati e segretari che supportano i politici. Il capitale politico e l'influenza sono raffigurati da monete e palline bianche. Troverete anche due diverse tipologie di carte: una controllerà le fazioni e garantirà l'utilizzo di un potere speciale, e l'altra aiuterà o penalizzerà i giocatori. Infine, avrete le tessere del movimento politico, che incarnano gli ideali, e le tessere ballottaggio, che servono per il voto.

36

Le regole

Il gioco si conclude dopo 5 turni, ognuno dei quali si divide in 4 fasi. Nella prima fase, di assegnamento, i giocatori scelgono sostenitori e influenza bonus da piazzare nelle fazioni. Il fulcro della seconda fase è costituito dai sostenitori: il giocatore divide i cubetti nella prima fase e li dispone, coprendoli con la mano, su una carta ballottaggio rappresentante una fazione. A questo punto, tutti i giocatori scoprono le proprie carte rivelando i supporters e la loro relativa destinazione, e sarà possibile spostare i promoter. Nella terza fase, sono eletti i capi delle coalizioni e vengono scambiate le carte potere. Arrivati a questa fase del gioco, si potrà finalmente votare le leggi, prestando attenzione alla loro scelta, e cercando di non fomentare la guerra all'interno dello Stato. Alla fine della quarta fase dell'ultimo turno, i giocatori calcolano i punti in base al capitale guadagnato, carte possedute, sostenitori e leggi approvate. Il vincitore è colui che sarà riuscito a portare il suo candidato alla presidenza.

Continua la lettura
46

Le carte potere

Il gioco è impegnativo, ma esistono dei trucchi e delle strategie su cui puntare per poter vincere. Uno di questi è prestare attenzione alle carte potere, le quali donano specifici vantaggi, legati all?area d?influenza della fazione (rompere i pareggi, rispedire nella tessera di partenza i sostenitori che un giocatore ha appena promosso, decidere l?ordine in cui vengono eseguite le promozioni, eccetera). Inoltre, a seconda della fazione, permettono di guadagnare ulteriori punti influenza e sostenitori. Una volta che tutte le carte potere sono state assegnate, si passa alla votazione delle leggi: la guida dei legislatori pesca cinque carte e ne sceglie due, il presidente (scelto da colui che ha il maggior numero di sostenitori nelle tessere votanti e media) pesca una delle tre rimanenti e, insieme, vanno a formare l?agenda. I giocatori per ogni legge si dividono in due gruppi (favorevoli e contrari) e utilizzano i propri punti influenza per votare le leggi.

56

Le capacità oratorie

Oltre a giocare bene le carte potere, un altro modo per fare strategia è puntare sulle capacità oratorie e di leadership, aspetti che avvantaggiano fortemente un giocatore, visto il tema trattato: è un gioco, infatti, dove si chiacchiera, si mercanteggia, si cerca di convincere gli avversari. Dunque, siate pronti a esporvi totalmente e a mettervi in gioco: chi non è tagliato per il genere, o semplicemente è facilmente influenzabile o poco incline alla conversazione, potrebbe non gradirlo, o trovarlo poco coinvolgente. In questi casi, le soddisfazioni che il gioco può regalare dipendono direttamente dai giocatori al tavolo.

66

Le considerazioni

Democracy è un gioco per gli amanti di intrighi e alleanze. Il clima ricorda discretamente quello di Risiko, la grafica è molto semplice ma efficace, i materiali sono ben curati, e le regole poche, anche se non immediate. Si tratta di un gioco completo, con azioni e regole pertinenti all'ambientazione, dalla durata importante e con un meccanismo di alleanze che richiede un gruppo affiatato e che non se la prenda se qualcuno viene messo all'angolo, strategicamente parlando.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Strategie per vincere a 7 wonders

7 Wonders è un gioco da tavolo divertente ed avvincente. Questo incredibile gioco immerge i giocatori in un'atmosfera incredibile, facendoli diventare i proprietari e regnanti delle 7 meraviglie del mondo antico. Le partite a 7 wonders risultano essere...
Giochi da tavolo

Strategie per vincere a tombola

Se state leggendo questo articolo probabilmente si sta avvicinando il natale e quindi le giocate in famiglia alla famosa tombola. Vedremo in questa guida, infatti, quali sono le strategie per vincere a tombola, un gioco che principalmente è tutta una...
Giochi da tavolo

Come vincere a Uno: le strategie imbattibili

UNO è un celebre gioco di carte da tavolo concepito nei primi anni '70 e prodotto dalla Mattel. Basato sulla combinazione di carte, suddivise tra numeri, colori e carte "trappola", il gioco prevede come obiettivo quello di rimanere senza carte in mano....
Giochi da tavolo

Briscola: regole di gioco e strategie per vincere

La briscola è un gioco popolare di origini antichissime, giocato in tutta Italia e di grande intrattenimento: basta avere con sé un mazzo e si può giocare con qualsiasi altra persona conosca le regole base. La sua semplicità ne ha fatto la sua fortuna...
Giochi da tavolo

Strategie per vincere a Rummikub

Rummikub è il gioco più popolare al mondo, fu inventato negli anni quaranta da i Ephraim Hertzano, fu anche premiato come miglior gioco dell'anno negli anni ottanta. Questo gioco è basato sul gioco del ramino tradizionale, la differenza tra i due...
Giochi da tavolo

5 trucchi per vincere a Ostrakon

Ostrakon è un fantastico gioco da tavolo che mette i propri giocatori nei panni dei più famosi filosofi dell'antica Grecia. Questo gioco di carte riesce a far divertire ed imparare allo stesso tempo. Vincere ad Ostrakon risulta essere molto complicato,...
Giochi da tavolo

Nomi, cose, città: regole di gioco e strategie per vincere

Uno dei giochi più comuni, di origine incerta, che tutti almeno una volta nella vita hanno giocato. Nomi, cose, città presenta delle regole molto semplici, così come semplici sono anche gli strumenti necessari. Che siate in classe, in spiaggia, in...
Giochi da tavolo

Come vincere a Monopoli: le strategie imbattibili

Che voi siate appassionati di giochi da tavolo o meno, tutti quanti almeno una volta nella vita ci siamo ritrovati davanti a questo divertente gioco che da ormai diverse generazioni premia astuzia e spirito imprenditoriale (con un po' di fortuna) e distrugge...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.