Scopone scientifico: regole di gioco

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo scopone scientifico è un avvincente gioco italiano che si gioca con un mazzo di quaranta carte napoletane o piacentine, che hanno i semi di bastoni, spade, coppe e denari. Rappresenta la variante della popolare scopa ma presenta regole diverse.
Il gioco sembra essere stato portato in Italia nel XVII secolo dalla Spagna e da allora ha conquistato molti appassionati ed è persino entrato a far parte di film celebri.
Per vincere occorrono una buona memoria, concentrazione e conoscenza delle regole.

26

La distribuzione delle carte

Mentre per la scopa sono sufficienti due giocatori, per lo scopone scientifico ne occorrono quattro che giocano a coppia. All'inizio di ogni mano, colui che è stato scelto per distribuire per primo le carte mescola il mazzo, lo fa tagliare dal giocatore alla sua sinistra e poi dà dieci carte a ciascuno senza metterne alcuna sul tavolo.

36

Come si gioca

Il primo a calare una carta sul tavolo, per iniziare il gioco, è colui che è seduto alla destra del mazziere; quindi si procede in senso antiorario. Chi ha nel suo ventaglio di carte un valore uguale a quello tirato sul tavolo può prendere. Per esempio, se a tavola c'è un sei e un giocatore possiede una carta di tale valore, può calarla per prenderla e riporla in un mazzetto coperto. Allo stesso modo se a tavola ci saranno due carte, una di valore due e una di valore quattro, sommandole si potranno prendere entrambe con un sei, anche se i semi sono diversi. La figura del fante vale otto, quella del cavallo nove e quella del re vale dieci.
Se vi sono due possibilità di presa, deve essere scelta la carta dello stesso valore e non quelle sommate. Al termine della giocata, le carte rimaste sul tavolo vengono prese da chi ha fatto l'ultima presa.

Continua la lettura
46

Quando si fa scopa

Nel caso in cui un giocatore riesca a prendere, sommandole, tutte le carte presenti sul tavolo, egli farà scopa e terrà a memoria il punto conquistato mettendo una carta con la faccia rivolta verso l'alto, di traverso all'interno del mazzetto delle 'prese'. Nelle scopone scientifico le regole dicono che l'ultima raccolta di carte non vale come punto di scopa.

56

Come si contano i punti

Il primo punto lo guadagna chi ha raccolto più carte; se le carte sono in numero pari a ogni giocatore viene assegnato punteggio zero. Ogni scopa vale un punto e anche chi possiede il settebello, cioè il sette di denari, potrà conteggiarne uno.
Un altro punto si può conquistare con la Primiera ossia possedendo nel mazzetto quattro carte, una per seme con i seguenti valori: 7 = 21 punti, 6 = 18 punti, asso = 16 punti, 5 = 15 punti, 4 = 14 punti, 3 = 13 punti, 2 = 12 punti. Il valore maggiore lo hanno i quattro sette che fanno 84 punti, ma la Primiera viene assegnata a chi ha il punteggio più alto. Non deve mancare neppure un seme.

66

Le varianti al gioco

Al gioco dello scopone scientifico possono essere applicate alcune varianti, come nella scopa, purché le regole vengano fissate prima dell'inizio e accettate da tutti. Tra di esse, per esempio, viene considerato il "re bello" cioè l'asso di denari, la "napola", asso, due e tre di denari, l'asso pigliatutto che daranno, ciascuna un punto, a chi riuscirà a raccoglierle durante il gioco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Sport: Le regole del gioco degli scacchi

All'interno di questa breve guida, come avrete sicuramente compreso dal titolo della stessa, andremo a dedicarci a uno specifico sport, particolare, in quanto non di movimento, ma di ragionamento: gli scacchi. Andremo a spiegare quali sono le regole del...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al gioco della bottiglia

Il gioco della bottiglia è senza dubbio uno dei passatempi più popolari alle feste. Si tratta di un gioco di gruppo famoso in ogni parte del mondo, tipico tra i giovani e gli adolescenti. Nella sua versione classica, prevede l'uso di una bottiglia per...
Giochi da tavolo

Briscola: regole di gioco e strategie per vincere

La briscola è un gioco popolare di origini antichissime, giocato in tutta Italia e di grande intrattenimento: basta avere con sé un mazzo e si può giocare con qualsiasi altra persona conosca le regole base. La sua semplicità ne ha fatto la sua fortuna...
Giochi da tavolo

Le regole del gioco di carte cucù

In questa guida potrete avere utili informazioni sulle regole del gioco di carte cucù. Esso, viene spesso proposto quando si è in tante persone, durante le feste di Natale. Possono partecipare tantissime persone, per un numero di giocatori che vanno...
Giochi da tavolo

Nomi, cose, città: regole di gioco e strategie per vincere

Uno dei giochi più comuni, di origine incerta, che tutti almeno una volta nella vita hanno giocato. Nomi, cose, città presenta delle regole molto semplici, così come semplici sono anche gli strumenti necessari. Che siate in classe, in spiaggia, in...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Gioco dell'Oca

Il Gioco dell'Oca è uno dei più antichi e comuni giochi da tavolo. Le sue origini sembrano risalire a un gioco tradizionale cinese, poi ripreso da Ferdinando I de' Medici, il quale lo offrì in regalo a Filippo II di Spagna. Il gioco come lo conosciamo...
Giochi da tavolo

Come insegnare il gioco della dama ai bambini

Studi recenti dimostrano che il gioco della dama è un efficace mezzo per valutare lo sviluppo mentale dei bambini: infatti già a cinque anni il bambino dovrebbe essere in grado di capire questo gioco. Una volta imparate le regole, il bambino desidererà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.