Regole per giocare ad Ave Caesar

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Sei un appassionato della storia di Roma e non perdi occasione per immergerti nella sua cultura con qualche buon gioco da tavolo? Ami in particolare le arene in cui combattono gladiatori, lottano le bestie feroci o gli aurighi si sfidano in una avvincente gara di corsa? Allora dovresti proprio giocare a "Ave Caesar"! Una corsa di bighe al cospetto di Cesare in persona: per vincere occorre completare tre giri del percorso senza trascurare di rendere omaggio al sommo imperatore prima del termine della gara. Ma attenzione: la pista è difficile, impervio e alcuni punti sono davvero ostici. Dovrai dimostrare di essere più veloce degli altri, ostacolando i tuoi avversari con decisione e aggressività, oppure perderai miseramente! Vediamo insieme le regole di questo gioco semplice ma divertente.

27

Lo scopo del gioco

Lo scopo del gioco è quello di vincere la corsa di bighe nel Colosseo attraverso 3 giri completi. Devi essere il più veloce di tutti, oppure perderai e sarai condannato alla morte e alla vergogna. Per evitare questo, pensa bene quali carte giocare a ogni turno e cerca di non finirle prima di arrivare al traguardo, altrimenti rimarrai a piedi.

37

La corsa

Ogni giocatore (per un minimo di 2 e un massimo di 6) tiene per sé un mazzo di carte numerate da 1 a 6 per muovere la propria biga di un numero equivalente di caselle. Con le prime tre carte in mano, ogni giocatore sceglie quale giocare ad ogni turno, per poi pescare un'altra carta dal proprio mazzo, in modo da avere sempre tre carte in mano. Si procede in senso orario o antiorario, come si preferisce.

Continua la lettura
47

Le curve

Per arrivare primi, bisogna guadagnare più terreno possibile e quindi studiare bene quali carte giocare (cioè di quante caselle avanzare). In prossimità delle curve, bisogna cercare di non procedere in corsia troppo esterna, altrimenti si rimane indietro.

57

Il tracciato

Le caselle della pista sono disposte in modo tale da rendere obbligati alcuni passaggi (come per l'accesso alla tribuna d'onore), causando un possibile blocco per le bighe avversarie. Importante: la biga di testa non può mai giocare una carta con il numero 6, così si mantiene la suspance fino alla fine!

67

Il saluto a Cesare

Prima di terminare la gara, ogni conducente deve fermarsi sotto la tribuna di Cesare per rendergli omaggio e scartare così il proprio gettone che indica l'esecuzione del gesto. Bisogna alzarsi in piedi e gridare "Ave Cesare"! Non è possibile vincere senza aver svolto questo rito, quindi fa' attenzione quando sei in prossimità dell'accesso alla tribuna d'onore insieme ai tuoi avversari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Falling Sky: The Gallic Revolt Against Caesar

Con questo gioco da tavolo ci immergiamo nella Gallia del 54 a. C.; le tribù sono in tumulto e dopo la prima campagna di Cesare, non tutte le tribù barbare hanno piegato la testa. Il fuoco della ribellione è forte nelle tribù libere, che non hanno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Caesar & Cleopatra

Caesar & Cleopatra è il classico gioco da tavolo semplice da capire ma caratterizzato da strategie e mosse che lo rendono piuttosto avvincente. Si tratta di un gioco che è possibile affrontare solo in due persone, una che personifica Giulio Cesare che...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a PeaceBowl

PeaceBowl , l'Arena della Pace, è un gioco da tavolo del 2003 ideato da Angelo Porazzi. Questo gioco tattico e dinamico può essere giocato dai 2 ai 4 giocatori. Ognuno ha dalla sua parte un team composto dai 3 ai 5 guerrieri. PeaceBowl si basa sul giocare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.