Regole per giocare ad Amun-Re

Tramite: O2O 31/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gioco da tavola Amun-Re, progettato dal famoso ideatore tedesco, Reiner Knizia, viene prodotto e messo sul mercato nel 2003, da un'azienda tedesca ed una inglese, riscuotendo subito un enorme successo, tanto da guadagnare prestigiosi riconoscimenti sia dalla Germania che dall'Inghilterra.
Ambientato in Egitto, al tempo dei faraoni, lo scopo principale del gioco è quello di espandere il proprio dominio sulle province egizie, soprattutto attraverso la costruzione di piramidi, guadagnando, in tal modo, piú punti possibili. Le regole per giocare sono articolate, ma non difficili: vi basterà calarvi nel ruolo di faraone e battervi nelle aste al rilancio per tentare la fortuna in una battaglia all'ultima piramide.

26

Numero dei giocatori e fasi del gioco

Per giocare ad Amun-Re occorrono da 3 a 5 giocatori, maggiore è il numero di partecipanti, più interessante è la riuscita della partita. Il gioco si svolge in sei turni e quattro fasi ed il conteggio dei punti avviene al termine di due fasi particolari, quella del Vecchio e del Nuovo Regno. A questo punto del gioco, infatti, verrà fatto determinato il vincitore.

36

Asta e acquisto delle carte

Durante le prime due fasi del gioco vengono svolte le aste al rilancio in cui, ogni faraone, cerca di aggiudicarsi i terreni per la costruzione delle piramidi. In seguito si passa all'acquisto delle carte, ovvero le power cards, che conferiscono ulteriori punti, fondamentali ai fini della riuscita del gioco. Inoltre vengono acquistati gli agricoltori e i mattoni da costruzione.

Continua la lettura
46

I sacrifici e i redditi

Al termine delle aste e degli acquisti, vi è una fase in cui, ogni faraone, per guadagnare un nuovo punteggio, sarà costretto a sacrificare un po' del suo oro per offrire doni agli dei, ma potrà anche decidere di usare la carta "furto" per sottrare oro agli avversari. In seguito vi è la concretizzazione dei redditi derivati dal lavoro degli agricoltori, che andrà ad aggiungere altri punti.

56

Vecchio Regno e Nuovo Regno

Al termine della seconda e della quinta fase vi sono i cicli del Vecchio e del Nuovo Regno. In questi due frangenti si determineranno le sorti dei faraoni. Verranno conteggiati i punti accumulati in base al numero degli ori, delle piramidi costruite, al controllo dei templi e alle carte speciali. Ogni elemento ha un punteggio che va ad aumentare o diminuire la posizione in classifica dei giocatori.

66

La grafica e le impressioni finali

Come tutti i giochi da tavola ideati da Knizia, anche Amun-Re si distingue per la grafica accattivante e la precisione estetica di ogni dettaglio. Ma, nonostante il mistero delle piramidi egizie la faccia da padrone, è un gioco che tende a ripetersi un po', nel tempo, perdendo, talvolta, di interesse. È un gioco adatto a persone di età al di sopra dei 12 anni e a chi è amante dei giochi di aste e strategia. Molto utile anche dal punto di vista storico e geografico, perché offre l'opportunità do farsi un'idea sulla distinzione delle varie regioni egizie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Kingsburg

Kingsburg è un gioco da tavolo ideato dagli italiani Andrea Chiervesio e Luca Iennacco. Uscito nel 2007, oggi è disponibile l'espansione del regno. Nel regno di Kingsburg il re Tritus ha inviato i governatori (da 2 a 5 giocatori) nelle province di confine...
Giochi da tavolo

Come giocare a Sbarazzo: regole e consigli

Il gioco delle carte, come molti altri, è apprezzato e usato da tante persone spaziando dai più giovani ai più maturi. Ci sono molto giochi che si posso fare ed ora vorrei prendere in considerazione quelli fatti con le carte, cosiddette, da briscola....
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Versailles

Il gioco di Versailles richiama in scena tutto il divertimento di un gioco entusiasmante e avvincente! In questo gioco, l'obbiettivo principale, è quello di creare una magnifica costruzione architettonica a tal fine di conquistarsi il favore del re...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domaine

Domaine è un gioco da tavolo da 2 a 4 giocatori ambientato in epoca feudale, dove ogni giocatore impersona un duca impegnato ad approfittare dell’assenza del re per accaparrarsi il maggior spazio di terreno possibile. Dovrete espandere i vostri confini...
Giochi da tavolo

Come e quando arroccare il re negli scacchi

Gli "scacchi" è un gioco risalente a vari secoli fa. Pedoni, Torri, Alfieri, Cavalli, Re, Regina, tutti pezzi che caratterizzano questo antichissimo gioco di corte. I due avversari dispongono di questi "pezzi" con lo scopo di non permettere al giocatore...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Fief

Fief è un gioco ambientato nel Medioevo in cui ogni giocatore è a capo di una nobile famiglia del Regno di Francia. Una famiglia è composta da singoli Signori (uomini e donne) che mirano a ottenere i Titoli reali ed ecclesiastici. Questi Titoli conferiscono...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Canasta

La Canasta è un gioco di carte estremamente popolare. La sua diffusione è avvenuta dopo il 1940, quando venne importata dal Sud America, come si evince chiaramente dal suo nome. Il termine 'Canasta', infatti, significa in spagnolo 'cesto' oppure 'paniere'....
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Easy Chess

Easy Chess, o più semplicemente scacchi è il gioco più famoso e diffuso nel mondo.È possibile giocare fisicamente con un amico oppure online contro un computer o un altro utente. Ti stai approcciando al gioco degli scacchi?In questa guida avrai modo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.