Regole per giocare a Valley of Kings

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Ami l'antico Egitto? Le immense piramidi degli antichi faraoni hanno sempre stimolato la tua immaginazione? Adori il deserto, le credenze nell'aldilà, i geroglifici o in generale la grande cultura sorta sulle sponde del Nilo? Allora il gioco "Valley of the Kings" (letteralmente, la Valle dei Re) è il gioco che fa per te! Si gioca in 2-4 giocatori (o in un massimo di 6 con l'espansione "Afterlife") e una partita dura in genere un'oretta. Rivestiremo i panni di nobili egiziani pronti al trapasso così che il nostro passaggio nell’aldilà si compia nel migliore dei modi e soprattutto che ci sia tutto quello che ci serve per la nostra vita ultraterrena. Dovremo quindi preoccuparci di avere cibo, Ushabti (statue a forma di servitore che saranno al nostro servizio), giare dove conservare i nostri organi interni, oggetti personali, amuleti. Saremo dunque chiamati ad accumulare i migliori oggetti per la nostra tomba. Lo scopo del gioco infatti è di ottenere più punti degli avversari attraverso una gestione oculata delle proprie carte, attivando delle combo immediate o a lungo termine. Ogni carta del gioco ha infatti un effetto scritto, a volte (soprattutto all'inizio) non facile da comprendere. Ma vedrai che con il tempo riuscirai a destreggiarti con abilità e ottenere la vittoria finale. Vediamo allora le regole per giocare a questo simpatico gioco da tavolo, immergendoci nell'antico Egitto!

27

Occorrente

  • Il gioco da tavolo "Valley of the Kings"
  • Da 2 a 4 giocatori (6 con l'espansione di gioco)
  • Un'ora di tempo
37

La disposizione delle carte

"Valley of the Kings" si basa interamente sul deckbuilding e sulle varie combo messe in atto dalle carte. Ogni singola carta ha un effetto particolare e specifico.
Per iniziare la partita, dunque, da un grosso mazzo di carte, a ogni turno, se ne dispongono 6 a piramide (3 alla base, 2 nel piano intermedio e 1 in cima). Ogni giocatore potrà acquistarne di nuove solo dalla base della piramide, in cui sono presenti 3 carte, facendo eventualmente e gradualmente scivolare le altre verso il basso.
Ogni giocatore inizia la partita con 10 carte, identiche per tutti: ad ogni turno ne pesca 5 e con quelle gioca la sua mano, scartando poi le eventuali rimastegli.

47

Gli effetti delle carte

Ogni giocatore può usare le proprie carte nel modo che ritiene migliore. Ogni carta, infatti, ha tre possibili funzioni: può essere utilizzata usando il suo valore per acquistare nuove carte dalla piramide, magari aggiungendole ad altre in mano per raggiungere un prezzo alto; ogni carta può essere anche giocata per attivarne semplicemente l'effetto riportato sulla stessa; infine, per un massimo di una carta per turno, può essere “intombata”, ovvero messa nella tomba del giocatore, dove varrà punti vittoria alla fine della partita. Attenzione però: una carta intombata rimane tale per tutta la partita, quindi non può più essere toccata, né usata in nessun altro modo! Il segreto sta nella capacità di decidere quale funzione della carta sfruttare. Cerca di non scegliere d'impulso, ma di ponderare bene vantaggi e svantaggi, anche a lungo termine. Per esempio, sembrerebbe che intombare una carta sia la scelta migliore, ma forse il suo effetto potrebbe danneggiare il tuo avversario, favorendo la tua successiva scalata verso la vittoria.

Continua la lettura
57

Turni e obiettivo

Alla fine del proprio turno il giocatore ripesca dalla sua riserva 5 nuove carte e ripristina la piramide (formata sempre da 6 carte). La partita termina quando tutte le carte sono state comprate e ogni giocatore ha fatto lo stesso numero di turni. Per il conteggio dei punti vittoria, bisogna ricordare che le carte del mazzetto iniziale valgono 1 punto; quelle speciali (viola) da 2 a 5; tutte le altre, che sono di colori diversi, valgono il loro numero al quadrato. Se ad esempio intombate 3 carte blu, ottenete 9 punti. Vince chi ha pianificato al meglio il proprio passaggio nell'aldilà, quindi chi ha più carte nella propria tomba e conseguentemente chi ha più punti vittoria!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il mazzo usato è sempre lo stesso, e anche la durata non cambia, ma il gioco rimane molto divertente.
  • In due i punteggi saranno molto più alti rispetto a una partita giocata in quattro o sei. In quest'ultimo caso, la partita sarà molto più violenta, anche se leggermente più isolata.
  • Il gioco ha una buona rigiocabilità, generata dal diverso modo di uscire delle carte.
  • Per avere più chanches di vittoria, cerca di comprare più carte possibili all'inizio della partita; intomba delle carte a metà partita e verso la fine del gioco ostacola gli avversari con degli effetti oppure concludi le "intombate".
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Lost Valley

Lost Valley è un gioco da tavolo incentrato sull'esplorazione nella ricerca dell'oro. Le regole per giocare sono molto semplici. Una buona strategia è fondamentale. La partita si svolge velocemente e le opzioni in ogni turno sono numerose, cosa che...
Giochi da tavolo

Regole per giocare ad Age of Thieves

Age of thieves è un gioco basato su concetti famosissimi di pedine, mappa e punti di azione. Consigliato per 2 o 4 giocatori dai 14 anni in su per la durata che va dai 60 ai 120 minuti. Questo gioco punta a mettere i giocatori nei panni di ladri pronti...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a King of Tokyo

Tokyo sta per essere distrutta, prima si è presentato, spargendo il terrore un mostruoso essere cibernetico. In seguito un altro alieno, e molti altri ancora sembra non diano scampo agli abitanti. Tra l'altro i vari mostri si sfidano in atroci combattimenti...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Witch of Salem

Witch of Salem (conosciuto anche con il nome di Cthulu- lo stregone di Salem) è un gioco da tavola particolarmente intrigante e coinvolgente che permette ai giocatori - minimo due, massimo quattro - di mettere le mani nel mondo dell'occulto. Non vi...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Dogs of War

Ambientato in un universo steampunk rinascimentale, Dogs of War fa scendere in campo ogni giocatore nei panni di uno spietato Mastino della Guerra, dotato di abilità uniche e di un esercito personale da porre al servizio di una delle 6 Casate Nobili....
Giochi da tavolo

Come giocare a 3 Kings

In questa guida, passo dopo passo, spiegherò come giocare a 3 Kings. Si tratta di un gioco da tavolo che prevede l'utilizzo di apposite carte, è abbastanza complesso, ma al tempo stesso divertente. In 3 Kings tutti quanti i giocatori interagiscono di...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a The Castle of the Devil

The Castle of the Devil (Il Castello del Diavolo nella traduzione italiana) è un gioco di società da 4 a 8 giocatori. In questa guida spiegheremo le regole essenziali e tutto ciò che bisogna sapere per iniziare a giocare. L'idea di base prevede lo...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Republic of Rome

The Republic of Rome è un gioco da tavolo. Come tutti i giochi da tavolo, anche questo è un gioco di società che unisce gli amici che vogliono stare a casa una sera in compagnia. Come giocare è piuttosto semplice se si seguono le regole del gioco....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.