Regole per giocare a Tris

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia una serie di regole e di procedure, molto semplici anch'esse, che è bene imparare e tenere a mente se si vuole giocare tra amici, per divertirsi in compagnia e passare un po' di tempo divertendosi. Oggi in questa guida andare dunque a scoprire insieme le regole per giocare a tris, così che possiate imparare le basi e divertirvi con questo semplice gioco da tavolo!

26

Disegnare il campo da gioco

La primissima cosa da fare per giocare a tris è quella procurarsi carta e penna per disegnare lo schema nel quale andremo a giocare. Dunque andiamo a tracciare il campo da gioco disegnando due linee rette parallele, lasciando un paio di centimetri di distanza tra esse. Successivamente disegnamo altre due linee, sempre distanziate di due centimetri, perpendicolari alle precedenti. Avremmo così disegnato il nostro campo da gioco.

36

Stabilire chi inizia per primo

Ora dovremmo avere di fronte a noi una sorta di quadrato composto da tre caselle di lunghezza e tre di larghezza. Prima di iniziare a giocare a tris sarà necessario stabilire chi dovrà iniziare per primo e anche il numero di partite che sará necessario vincere per terminare il gioco, così da rendere più lunga la nostra partita.

Continua la lettura
46

Stabilire i simboli dei giocatori

Inoltre ogni giocatore sceglierà un simbolo che lo contraddistinguerà, o una croce o un cerchio solitamente, che dovrà andare ad inserire nello schema una volta iniziato il gioco. Per poter vincere la partita è necessario allineare nello schema creato tre segni dello stesso tipo (tre croci o tre cerchi). Gli allineamenti potranno avvenire per orizzontatale, per verticale e per obliquo.

56

Iniziare a giocare

A questo punto tutto è pronto per avviare il primo round ed iniziare la vostra partita. Iniziate a posizionare i vostri simboli a turno nello schema creato. Si aggiudica il primo round il primo che allinea i suoi tre simboli nella metodologia precedentemente esposta. C'è però l'eventualità che il round possa finire in pareggio, in quella circostanza il punto non verrà assegnato a nessun giocatore e si dovrà continuare con il prossimo turno.

66

Terminare la partita

Alla fine del primo round segnatevi chi ha ottenuto il primo punto su di un pezzo di carta e preparatevi per il secondo turno. Successivamente, poiché il campo da gioco risulterà già disegnato, basterà creare un altro schema e continuare a giocare fino a che uno dei due giocatori non raggiungerà il numero stabilito di vittorie. Ora non rimane che giocare assieme ai vostri amici per scoprire chi sarà il più bravo a tris! Buon divertimento!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Scala 40

La Scala 40 è un gioco di carte in cui si utilizzano due mazzi da 52 di carte francesi. Per intenderci, si parla delle carte con i numeri dall'uno al dieci, con le 3 figure Jack, Donna e Re e i due jolly. Durante il gioco, lo scopo è quello di formare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Tecniche per giocare a Scala quaranta

Centotto carte. Quattro semi. Un vincitore.Sicuramente è uno dei giochi più conosciuti dagli italiani, Scala Quaranta è: bravura, intuito, memoria, furbizia e perché no, una buona dose di fortuna.Il 90% dei nostri compaesani, come me, ha imparato...
Giochi da tavolo

Il gioco del Filetto calamitato

Il filetto è un gioco da tavolo piuttosto semplice nelle regole ma impegnativo. Conosciuto anche come tris, filetto, mulinello e sotto svariati altri nomi, differenti persino da regione e regione, si tratta di un passatempo diffuso in tutto il mondo,...
Giochi da tavolo

5 trucchi per vincere a scala quaranta

Sere d'estate, tempo libero e amici nei dintorni: quanti di voi amano trascorrere questi momenti giocando a carte? Niente di meglio che passatempi divertenti e semplici, come il gioco della scala quaranta. Tutti conoscono questo ludico hobby, ma chi non...
Giochi da tavolo

I giochi da tavolo con le carte

I giochi da tavolo con le carte sono molto diffusi, praticati in inverno ma anche in estate. Sono apprezzati perché coinvolgono più persone e intrattengono in maniera leggera per qualche ora, Molto spesso si utilizzano le carte francesi, proprio perché...
Giochi da tavolo

Come giocare a scala 40

Scala 40 è il nome di uno dei giochi di carte più famosi e conosciuti. A livello di giocabilità, è veramente molto semplice una volta apprese le poche regole che bisogna rispettare per una corretta interpretazione del passatempo, si può procedere....
Giochi da tavolo

Strategie per vincere a Rummikub

Rummikub è il gioco più popolare al mondo, fu inventato negli anni quaranta da i Ephraim Hertzano, fu anche premiato come miglior gioco dell'anno negli anni ottanta. Questo gioco è basato sul gioco del ramino tradizionale, la differenza tra i due...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.