Regole per giocare a Thebes

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Thebe è un gioco da tavolo in cui i giocatori sono degli archeologi. Devono viaggiare in alcune parti del mondo: Europa, Africa Settentrionale, Medio Oriente. Questi viaggi servono ad acquisire e accumulare conoscere per poter scavare siti archeologici. Da questi siti, dovranno poi recuperare reperti che possiedono diverso valore. Inoltre, con i reperti archeologici ritrovati, potranno organizzare delle mostre in Europa. Se siete interessati a capire le meccaniche del gioco, siete nel posto giusto. Continuate la lettura di questa guida per scoprire le regole per giocare a Thebes!

26

Generalità del gioco

Questo gioco da tavola è da due a quattro giocatori. Può essere anche davvero lungo. Infatti si stima una durata minima di circa 45 minuti e una durata massima di circa 80 minuti. Il gioco copre un periodo di tempo che dura circa due o tre anni. Infatti ogni azione richiede una quantità di tempo di circa due settimane: si parla, infatti, di spostamenti tra città e quindi di giorni di viaggio. In più c'è il tempo che si impiega per preparare lo scavo ed estrarre gli oggetti. Le civiltà di cui si verrà a conoscenza sono cinque e sono: civiltà greca, cretese, egiziana, palestinese e mesopotamica.

36

Movimenti nel gioco

Per tenere traccia del tempo di gioco si utilizza un nuovo meccanismo, riconducibile ai romanzi. C'è, infatti, una traccia formata da 52 spazi attorno alla tavola di gioco. Ogni qualvolta che un giocatore compie un'azione e si muove, il suo gettone si sposta avanti nel tempo. Il turno inizia facendo muovere il giocatore che è più indietro negli anni (anni intesi nel gioco). Cosa comporta questo? Vediamo di spiegarlo. Il giocatore può andare in uno dei siti archeologici e passare una certa quantità di tempo più o meno lunga. Mentre lui è impegnato a quel modo e attende il tempo per recuperare, gli altri giocatori possono compiere numerose azioni. Questo movimento spazio-tempo è l'elemento chiave del gioco.

Continua la lettura
46

Elementi del gioco

Oltre alla tavola principale, ci sono anche delle "tessere artefatto". Queste tessere sono divise per ogni civiltà. Devono essere pescate da un sacchetto: ma attenzione! Il sacchetto non deve contenere solo "tessere artefatto", ma, anche, "tessere terra". Quando un giocatore scava un sito, deve pescare dal sacchetto. Così facendo pescherà sia artefatti che terre. Le terre devono essere rimesse nel sacchetto, gli artefatti no. Il motivo? Perché, simulando lo scorrere del tempo, viene simulata anche la difficoltà del reperire gli artefatti dai vari scavi, mano a mano che il tempo passa.

56

Fine partita

Come termina la partita? Un archeologo può ottenere punti vittoria in diversi modi: conoscenza di una civiltà, valore dei reperti, valore delle mostre e delle conferenze fatte. Quindi, l'archeologo che avrà più conoscenza, avrà trovato più artefatti di gran valore, avrà fatto più mostre e conferenze otterrà più punti e quindi vincerà.

66

Espansione

Questo gioco da tavola ha avuto, proprio di recente, un'espansione. Si tratta di un gioco di carte: "Thebes the Tomb Raider". È ambientato in Europa, agli inizi del ventesimo secolo. Lo scopo del gioco è il medesimo di quello di "Thebe", illustrato in precedenza.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Strega comanda Colore

"Strega comanda colore" è uno dei più famosi giochi ideati per far divertire i bambini. Esistono due modalità di gioco che si distinguono per il luogo in cui vengono svolte. Infatti, una tipologia si gioca all'aperto, possibilmente in uno spazio ampio,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al gioco della bottiglia

Il gioco della bottiglia è senza dubbio uno dei passatempi più popolari alle feste. Si tratta di un gioco di gruppo famoso in ogni parte del mondo, tipico tra i giovani e gli adolescenti. Nella sua versione classica, prevede l'uso di una bottiglia per...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Scopa

Ci sono giochi classici, cosiddetti popolari e prettamente italiani, che non passano mai di moda e sono sempre molto amati da gente di tutte le età anche se spesso colleghiamo questo gioco alle persone anziane per via della semplicità di regole! Infatti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.