Regole per giocare a Takenoko

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un breve fumetto, dalle bellissime illustrazioni, informa il giocatore sulla trama che sta alla base di Takenoko, creato da Antoine Bauza e adatto per giocatori (da 2 a 4) superiori a 8 anni. Come pegno di pace, l'imperatore della Cina dona all'imperatore del Giappone un esemplare di panda, simbolo per eccellenza dell'impero cinese e del suo bellissimo ecosistema. I giocatori impersonano i cortigiani dell'imperatore e hanno il compito di prendersi cura della pacifica creatura. Come possono farlo? Semplice: lo scopo del gioco è quello di far crescere in abbondanza il bambù (Takenoko in giapponese), per nutrire il panda e non fargli mancare nulla. Ogni pezzo di terra su cui far crescere il bambù dev'essere gestito con grande attenzione e abilità e il giocatore che si dimostrerà più in gamba in questo particolare compito, avrà la meglio sugli avversari. Vediamo le regole da seguire per giocare a Takenoko!

27

Le componenti del gioco

L'aspetto componentistico del gioco mette subito in risalto la grande cura dei dettagli, che rende questo gioco graficamente eccezionale. All'interno della scatola si possono trovare 28 tessere esagonali di diverso colore (verdi, gialli e rosa) che rappresentano gli appezzamenti di terra su cui far crescere il bambù. A disposizione dei giocatori ci sono poi 90 piccoli cilindretti degli stessi colori dei campi, che rappresentano le sezioni di canna di bambù di diverse varietà coltivabili. Poiché i giocatori, durante il corso della partita, compiono delle azioni, hanno a disposizione delle schede su cui segnalare le azioni compiute e le risorse ottenute, mentre da usare sui campi per rappresentarne alcuni effetti o situazioni, il giocatore può anche usare dei segnalini miglioria. Sono inclusi anche 20 canali di irrigazione in miniatura, 46 carte obiettivo, da completare per avere punti vittoria, 8 gettoni azione, un dado che rappresenta gli agenti atmosferici da affrontare durante la coltivazione e due miniature, una raffigurante un contadino, una raffigurante il panda. Infine è presente anche una carta imperatore, da usare quando è il momento di decretare il vincitore della partita.

37

La preparazione

Per preparare il gioco prima della partita, è necessario posizionare la tessera esagonale di colore blu al centro dello spazio di gioco. Questa rappresenta il palazzo imperiale, dove il panda vive e mangia. Sulla tessera vanno messi il contadino e l'animale. Le restanti tessere esagonali che rappresentano i lotti di terreno vanno mescolate e impilate, in attesa di essere pescate e utilizzate. Accanto a queste vanno disposti i piccoli canali per l'irrigazione e, divisi per tipo, i segnalini che raffigurano le varie migliorie da effettuare. Le altre carte obiettivo (eccetto la carta imperatore, che va usata solo alla fine) vanno divise per tipo e mescolate. Con queste formate poi tre mazzetti coperti: quello delle carte dei lotti, quello delle carte del giardiniere e quello delle carte del panda. A ciascun giocatore vanno distribuite una scheda delle azioni, 2 gettoni azione, e 3 carte obiettivo, una per ogni tipo.

Continua la lettura
47

Il lancio del dado

È il giocatore più alto a iniziare la partita per primo e poi si continua in senso orario. Nel primo turno nessuno lancia il dado per stabilire le condizioni climatiche. Nella prima fase della partita, questo aspetto va infatti ignorato, ma va considerato obbligatoriamente dal secondo turno di gioco in poi. Consideriamo dunque direttamente il secondo turno, per capire il funzionamento del dado clima. Il giocatore di turno lancia il dado e stabilisce gli effetti climatici che i campi devono subire. Ci sono, ovviamente, sei possibilità. Se esce il Sole, il giocatore riceve un'azione in più, diversa dalle altre già a sua disposizione. Se esce Pioggia, il giocatore può mettere un pezzettino di bambù sul suo campo, se quest'ultimo è irrigato. Non si possono piazzare più di quattro sezioni su una stessa canna di bambù. Se il dado lanciato mostra la faccia Vento, il giocatore ha la possibilità di fare due azioni uguali nello stesso turno. Non è obbligatorio. La quarta possibilità è il Temporale, che permette di posizionare il panda su un terreno a scelta, per far sì che mangi una sezione di bambù lì presente (lo stress del temporale aumenta il suo appetito). Può poi uscire Nuovole, che permette al giocatore di prendere un segnalino per le migliorie al campo. La miglioria può essere effettuata subito o conservata sulla scheda delle azioni. Se questa azione capita quando tutte le migliorie sono terminate, il giocatore può scegliere un'altra condizione climatica. L'ultima possibilità suggerita dal dado è un semplice punto di domanda. In questo caso il giocatore sceglie la condizione climatica che preferisce.

57

Le azioni

Una volta stabilite le varie condizioni climatiche da affrontare durante la coltivazione, il giocatore può finalmente effettuare le azioni e tentare di raggiungere gli obiettivi indicati dalle carte. Il giocatore può svolgere due azioni delle cinque disponibili, a patto che siano diverse l'una dall'altra (tranne quando il dado clima indica il Vento). Il giocatore di turno segnale le proprie azioni posizionandole sulla propria scheda. Tra le cinque azioni il giocatore può decidere di: pescare tre carte lotto, sceglierne una e posizionarla in gioco. In questo caso la tessera può essere posizionata accanto alla carta blu, oppure accanto a due tessere già messe in gioco. Altrimenti non può essere posizionata. Se il giocatore posiziona la tessera vicina a quella blu, la tessera posizionata sarà già considerata come irrigata e potrà crescervi bambù. Lo stesso vale se è adiacente a una tessera con la miglioria “bacino”. Il giocatore può scegliere anche di prendere un canale, usarlo o conservarlo per altri momenti. Essi vanno posizionati sul confine tra due lotti, lungo uno dei lati dell'esagono, partendo dall'angolo che tocca la tessera blu. Non possono però essere posizionati canali lungo i lati di quest'ultima. L'irrigazione del lotto è automatica se è adiacente alla tessera blu, se è migliorato in modo da contenere un “bacino” o se ha canali. Può essere aggiunta una sezione di bambù la prima volta che un terreno viene irrigato. I canali di irrigazione che già sono in possesso del giocatore, se usati, non valgono come azione. In alternativa il giocatore può muovere il giardiniere in linea retta su un lotto a scelta, facendo crescere una sezione di bambù su quel lotto e quelli vicini dello stesso colore (solo se irrigati e solo se non contengono già una canna di bambù formata da quattro sezioni) Un'altra scelta è quella di muovere il panda, come il giardiniere, su un lotto a scelta. Il panda mangerà una sezione del bambù che cresce sul terreno scelto. Giardiniere e panda possono terminare il percorso anche sulla tessera blu del palazzo imperiale. L'ultima scelta prevede che il giocatore peschi una nuova carta obiettivo, scegliendo da quale mazzo pescarla. Ogni giocatore può avere in mano al massimo cinque carte.

67

Gli obiettivi e le migliorie

Gli obiettivi possono essere completati in qualunque momento del turno di un giocatore e non contano come azione. L'importante è che ci siano i presupposti per farlo, condizioni che vengono indicate sulla carta obiettivo che si vuole completare. Il giocatore che decide di completare uno degli obiettivi, mette la carta di fronte a sé, visibile a tutti. Se le condizioni indicate dalla carta sono già state ottenute, l'obiettivo è raggiunto. Si possono raggiungere più obiettivi durante il turno di uno stesso giocatore. Oltre agli obiettivi, il giocatore può anche apportare delle importanti migliorie al proprio campo. Alcune di queste sono già presenti, stampate su alcune tessere lotto, altre possono essere posizionate sul terreno solo se il lancio del dato ha dato “Nuovole”. I segnalini delle migliorie possono essere usate nel momento stesso in cui vengono conquistate, o conservate e utilizzate in momenti successivi. Le migliorie non possono essere effettuate ovunque, ma solo dove non c'è bambù, dove non ci sono canali o dove il panda ha mangiato tutto. Ogni lotto può accogliere solo una miglioria, sia essa già stampata sulla tessera o aggiunta dal giocatore. Le migliorie non possono essere mai cambiate. Le migliorie riguardano l'aggiunta di un recinto per proteggere il bambù dal panda, che non può mangiarlo se si ferma sul letto, la dispersione di fertilizzante, che fa in modo che ogni volta che il bambù cresce si aggiungano due sezioni invece di una sola, oppure la costruzione di un bacino, che rende irrigabile il lotto anche senza il canale.

77

La fine della partita

La fine della partita dipende da quanti giocatori stanno partecipando. Si gioca l'ultimo round quando il giocatore completa il suo settimo obiettivo (con 4 giocatori), il suo ottavo (con 3 giocatori), il suo nono (con 2 giocatori). Alla fine, il giocatore che raggiunge per primo gli obiettivi previsti, gioca la carta dell'Imperatore, il quale, quando tutti hanno terminato l'ultimo punto, stabilisce chi è il vincitore in base ai punti vittoria, che si sommano tramite le indicazioni delle carte obiettivo. Se c'è parità, vince chi ha più punti indicati sulle carte panda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Strega comanda Colore

"Strega comanda colore" è uno dei più famosi giochi ideati per far divertire i bambini. Esistono due modalità di gioco che si distinguono per il luogo in cui vengono svolte. Infatti, una tipologia si gioca all'aperto, possibilmente in uno spazio ampio,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al gioco della bottiglia

Il gioco della bottiglia è senza dubbio uno dei passatempi più popolari alle feste. Si tratta di un gioco di gruppo famoso in ogni parte del mondo, tipico tra i giovani e gli adolescenti. Nella sua versione classica, prevede l'uso di una bottiglia per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.