Regole per giocare a Shangai

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Shangai è un gioco semplicissimo ma richiede grande pazienza, concentrazione, e attenzione. Adorato e adatto a grandi e piccini, è un gioco da tavolo che tutti conosciamo, sicuramente originario dalla Cina negli anni settanta, ma le sue radici sono molto più antiche, pare risalgono alla Francia del 1500. In questa lista parleremo delle regole per giocare a Shangai. Chiamato anche Mikado è un gioco che vi farà passare il tempo divertendovi e in compagnia.Buona lettura.

26

Come è strutturato il gioco

Come è fatto questo gioco? Tutti lo conosciamo, lo abbiamo visto mille volte sui nostri tavoli o in tv in qualche film. Il gioco è composto da 41 bastoncini di legno con delle strisce colorate, ci sono anche altre varianti come ad esempio tutti colorati in plastica di tre colori differenti, adatto ai più piccoli. Le strisce colorate e i colori differenti in quelli in plastica servono a determinare il punteggio.

36

Come si apre la partita

Per giocare a Shangai occorrono dai due ai cinque giocatori, si può giocare anche con più giocatori ma risulterebbe troppo confusionario. Si sorteggio per chi sarà il primo giocatore che sarà quello a distribuire gli shangai sul tavolo. Per fare questo bisogna raggruppare tutti i bastoncini a mazzo con le punte rivolte verso il tavolo, e lasciarli cadere in modo casuale. Così abbiamo pronto il nostro tavolo di gioco e la partita è ufficialmente iniziata.

Continua la lettura
46

Come si procede

Il giocatore che ha aperto la partita sarà il primo a cominciare. Egli dovrà con molta cura e attenzione raccogliere più bastoncini possibili, facendo attenzione a non smuovere gli altri e non far cadere altri bastoncini, per non passare chiaramente il turno a un altro giocatore. Per raccogliere i bastoncini può aiutarsi con uno o più shangai o con le dita, facendoli saltare o rotolare giù.

56

Come si calcola il punteggio

Ogni bastoncino come già detto prima è taccheggiato da delle strisce colorate. Quello con la spirale vale venti punti gli altri hanno dei punteggi più bassi che potrete leggere sulla confezione. Quando i bastoncini sul tavolo sono finiti ogni giocatore farà il calcolo dei punti.

66

Come si vince

Per vincere a Shangai bisogna raccogliere il numero maggiore di bastoncini cercando di raccogliere in particolare la spirale che è quella con il punteggio più alto. A fine partita come detto prima il giocatore con il numero di punteggio più alto vincerà. Se si è bravi e non si passa il turno subito è possibile vincere anche alla prima mano. Non resta dunque che provare a giocare e divertirsi tantissimo in compagnia di amici e parenti. Spero di esservi stata utile. Buona partita!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Shangai

Chi non ha mai giocato a Shangai? Sicuramente oggigiorno sono in molti a non averci mai giocato, ma un tempo si trattava di uno dei giochi più divertenti per passare le lunghe e calde serate estive con gli amici. In apparenza il gioco è semplicissimo,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Strega comanda Colore

"Strega comanda colore" è uno dei più famosi giochi ideati per far divertire i bambini. Esistono due modalità di gioco che si distinguono per il luogo in cui vengono svolte. Infatti, una tipologia si gioca all'aperto, possibilmente in uno spazio ampio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.