Regole per giocare a Scala 40

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La Scala 40 è un gioco di carte in cui si utilizzano due mazzi da 52 di carte francesi. Per intenderci, si parla delle carte con i numeri dall'uno al dieci, con le 3 figure Jack, Donna e Re e i due jolly. Durante il gioco, lo scopo è quello di formare vari tris di diverso segno, finché non si rimane con una sola carta di scarto. All'inizio della partita, ogni giocatore avrà a disposizione 13 carte con cui giocare e tale numero deve rimanere invariato. Si inizia pescando una carta dal mazzo e scartandone una che non ci interessa, sperando che non possa aiutare l'avversario a vincere. Esistono però delle regole ben precise per poter giocare a Scala 40 senza errori.

26

La pesca

La pesca è una delle fasi fondamentali del gioco. Infatti ogni giocatore può decidere se tentare la sorte, prendendo una nuova carta dal mazzo, oppure raccogliere lo scarto del giocatore precedente. Nel secondo caso, è necessario buttare a terra una combinazione di tris il cui totale equivale a 40. Ad esempio, un tris d'assi non è sufficiente (3x11=33), mentre ad esempio 4 assi vanno benissimo. Il jolly può essere utilizzato per aggiungere la quarta carta necessaria per fare 40.

36

Il jolly

Il jolly è una carta che ne sostituisce qualsiasi altra presente nel mazzo. Può essere una carta decisiva non solo per fare 40 ma anche per chiudere definitivamente la partita. Inoltre, è possibile recuperare un jolly già utilizzato per un tris, se per pure fortuna il giocatore precedente decidesse di scartare la carta che fa parte del tris in cui è compreso il jolly. A quel punto, però, bisognerà attendere un turno per riprenderlo in mano, con il rischio anche che qualche altro giocatore lo prenda al posto nostro. Per cui bisogna fare attenzione alla strategia in gioco e alle carte già scartate in quel momento.

Continua la lettura
46

I tris

Per formare i tris di carte, è necessario accostare carte dello stesso numero ma di segno diverso oppure formare una scala di numeri dello stesso segno. Non sono ammessi tris con due carte dello stesso segno. È possibile usare il jolly per poter completare il tris. L'asso è una carta particolare poiché è l'unica che assume un doppio valore nel gioco a seconda di dove viene posizionata. Se si usa per fare un tris o poker d'assi vale 11 mentre se si usa per una scala vale solamente 1.

56

Lo scarto

Lo scarto è ciò che non decidiamo di buttare via poiché superfluo. Anche qui bisogna considerare la strategia dell'avversario, osservando attentamente a ciò che ha scartato la persona dopo di noi, così da evitare di regalare carte fondamentali o rischiose. In alcuni casi si è costretti a scartare carte potenzialmente pericolose per il gioco. Però bisogna anche essere furbi a modificare la strategia se ci si accorge che qualcun altro la sta facendo insieme a noi.

66

La chiusura

Infine arriviamo alla chiusura. Per poter concludere la partita è necessario calare a terra 12 carte combinate tra tris e scale, scartando la tredicesima a terra. Per aiutarsi si possono attaccare alcune carte singole su tris già calati da altri avversari, che magari hanno sfruttato per raccogliere gli scarti degli altri avversari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a scala 40

La scala 40 è uno dei giochi di carte francesi più famosi al mondo. Diffusosi dopo il primo dopoguerra; ha lo scopo di eliminare gli avversari dopo aver effettuato una serie di mani (che corrispondono ai turni). Le regole prevede dai 2 ai 6 partecipanti...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a scala quaranta

Il gioco della Scala Quaranta è uno dei più popolari giochi di carte fatto con due mazzi di quelle francesi. È molto giocato nelle famiglie per la sua facilità di comprensione delle regole e per l'ampio numero di giocatori che è possibile arruolare,...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a scala 40

Scala 40 è un gioco di origine ungherese, derivato dal ramino e famoso a livello mondiale, considerato ormai classico, in cui si usano due mazzi da 52 carte più jolly.Si inizia con la distribuzione di 13 carte per giocatore e l'apertura del "pozzo degli...
Giochi da tavolo

Tecniche per giocare a Scala quaranta

Centotto carte. Quattro semi. Un vincitore.Sicuramente è uno dei giochi più conosciuti dagli italiani, Scala Quaranta è: bravura, intuito, memoria, furbizia e perché no, una buona dose di fortuna.Il 90% dei nostri compaesani, come me, ha imparato...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Ramino

Di origine anglosassone, il ramino è un gioco di carte che da quasi un secolo viene praticato in Italia e che conserva una grande carica di intrattenimento. Il ramino presenta diverse varianti e la sua versione più nota è certamente la scala 40. Di...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a carioca

Carioca è un grazioso gioco di carte che si gioca con le carte francesi.A Carioca, esistono 8 manches: coppia, doppia coppia, tris, full, scala quaranta, poker, scala reale, chiusura della mano. Il giocatore sceglie le manches in base alle carte che...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mambassa

Mambassa è un gioco di carte che deriva il suo nome dal detto "fare man bassa". Viste le regole del gioco, è probabile che questi sia ispirato ai più famosi Trentuno e Pentragola. Manbassa è molto giocato nel litorale marchigiano. In particolare è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.