Regole per giocare a Modern Art

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete sempre sognato di fare affari con la vendita all’asta di quadri famosi allora Modern Art è il gioco adatto a voi. Con questo gioco da tavolo potremmo concorrere con altri giocatori all’acquisto di un’opera e, una volta vinta la competizione d’asta, rivenderla a un prezzo maggiorato per ricavarne un utile. Per non buttare via i vostri soldi bisogna avere fiuto e buone doti strategiche perché con Modern Art sarete a turno venditori e compratori. Siete pronti a mettervi alla prova? Le regole sono poche e abbastanza semplici da capire, con questa lista ci proponiamo di spiegarle in modo esatto e funzionale allo svolgimento del gioco. Forza, preparatevi per giocare.

26

Preparazione del gioco

Nel gioco troveremmo 70 carte che rappresentano altrettante opere di 5 artisti. Prima di iniziare mescolatele bene e distribuitele ai giocatori. Il numero da distribuire è funzione del numero dei giocatori: 3 giocatori, 10 carte ciascuno; 4 giocatori, 9 carte ciascuno; 5 giocatori, 8 carte ciascuno.
Adesso bisogna scegliere un banchiere. Il banchiere dà un totale di 100000 soldi a ciascun giocatore. Ogni giocatore nasconde poi il proprio denaro dietro uno schermo perché nessun altro a parte lui deve sapere quanto possiede.
Inizia il giocatore più giovane e si procede poi con quello alla sua sinistra. Sceglie una delle carte che ha in mano e la mostra agli altri. Inizia l’asta. Ogni carta ha indicato il simbolo del tipo di asta con cui può essere venduta, in totale ci sono cinque diversi tipi di asta. Al termine della manche le opere acquistate nelle varie aste saranno rivendute alla banca.

36

Tipi di asta

Per fare un’offerta durante un’asta bisogna seguire le seguenti regole: tutte le offerte devono essere pari o multipli di 1000; ogni offerta deve essere superiore alla precedente; nessun giocatore può offrire più di quanto possiede; se nessuno fa offerte per un’opera, allora il venditore la riceve gratis (eccetto in casa di asta a prezzo fisso). Vediamo nel dettaglio i diversi tipi di asta.
Andata e ritorno: i giocatori fanno offerte in qualunque ordine. L’asta termina quando non ci sono più offerte e si aggiudica l’opera chi ha fatto l’ultima offerta più alta.
Un solo turno: partendo dal giocatore alla sinistra del venditore e compiendo un giro antiorario ognuno fa un’offerta o passa. Il giro termina con il venditore dell’opera. L’offerta è unica per ogni giocatore e il valore deve essere sempre crescente. Se nessuno offre niente allora il venditore si aggiudica gratis l’opera.
In mano: Ogni giocatore fa un’offerta segreta mettendo i soldi nella propria mano. Poi, in modo simultaneo, tutti allungano la mano al centro del tavolo e scoprono l’offerta. Chi ha offerto di più vince l’opera. In caso di offerte uguali vince il giocatore più vicino al venditore procedendo in senso orario. Se nelle offerte uguali è coinvolto il venditore allora è sempre lui ad aggiudicarsi l’opera. Se nessuno offre niente (mani vuote, ma comunque nascoste) allora è il venditore a prendersi l’opera gratis.
Prezzo fisso: il venditore stabilisce un prezzo fisso per l’opera. I giocatori, procedendo in senso orario, possono decidere se pagare quel prezzo e prendersi l’opera oppure passare. Se tutti passano allora il venditore dovrà per forza comprare l’opera al prezzo che ha stabilito.
Doppia asta: il venditore può giocare una seconda carta-opera che sia dello stesso artista della prima. L’asta si svolge secondo i criteri della seconda carta opera (ma non può essere un’altra asta doppia). Se il venditore non vuole o non può giocare la seconda carta, allora spetta al giocatore alla sua sinistra giocarla (sempre dello stesso artista iniziale e non una carta con il criterio della doppia asta). Se anche questo giocatore non vuole o non può giocare questa seconda carta, in ordine antiorario tutti gli altri giocatori hanno la possibilità di farlo. Se nessun giocatore gioca questa seconda carta, il venditore ottiene la carta gratuitamente. Chi gioca la seconda carta diventa il venditore. Il miglior offerente compra entrambe le carte e il denaro verrà diviso equamente tra il vecchio e il nuovo venditore Se il denaro non è divisibile, il nuovo venditore prenderà 1000 di più del vecchio.
La manche termina quando la quinta opera di un artista viene messa all’asta. Questa quinta opera rimarrà invenduta e non apparterrà a nessuno. Le carte che i giocatori avranno ancora in mano serviranno per le prossime manche.

Continua la lettura
46

Vendita alla banca

Terminata l’asta si contano i numeri di opere vendute per ciascun artista. Si procede con lo stilare una classifica degli artisti più venduti. Le opere del primo classificato varranno 30000 ciascuna, il secondo 20000, il terzo 10000, mentre le opere dei restanti non avranno nessun valore. In caso di parità nel numero di opere vendute tra artisti, ha la precedenza l’artista che si trova più a sinistra nel tabellone. Stabilito il valore delle opere per gli artisti ogni giocatore vende le opere che ha acquistato alla banca seguendo il prezzo indicato dalla classifica. Le carte vendute vengono messe da parte, quelle ancora in mano conservate per le prossime manche.

56

Manche successive e fine del gioco

Per le manche successive i giocatori ricevono altre carte in funzione del loro numero. Nella seconda manche i giocatori riceveranno o 6 carte, o 4 carte, o 3 carte a seconda che si giochi in 3, in 4, o in 5. Lo stesso numero di carte nella terza manche. Zero carte nella quarta.
Inizia il giocatore alla sinistra dell’ultimo venditore nella manche precedente. Si procede come nella manche precedente. Al termine, a ogni artista verrà assegnato un valore per le proprie opere (sempre stilando una classifica di vendita) a cui si sommerà il valore acquisito con le manche precedenti. Ciò significa che più opere di un artista si vendono nelle varie manche più questo salirà di valore. Se un giocatore dovesse terminare le proprie carte prima della fine della manche allora non ne riceverà di nuove fino alla manche seguente. Il gioco termina alla fine della quarta manche e il giocatore che ha più soldi è il vincitore.

66

Variante

Se si gioca in tre, si possono comunque distribuire le carte come se ci fossero quattro giocatori. Si fanno le aste tra i giocatori normalmente e ogni tanto si gira una carta coperta del quarto giocatore. Questa carta conta come carta di un determinato artista, ma non si farà nessuna asta per aggiudicarla. Se la carta scoperta dovesse essere una doppia asta, non si procede con la seconda carta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Strega comanda Colore

"Strega comanda colore" è uno dei più famosi giochi ideati per far divertire i bambini. Esistono due modalità di gioco che si distinguono per il luogo in cui vengono svolte. Infatti, una tipologia si gioca all'aperto, possibilmente in uno spazio ampio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.