Regole per giocare a Eiertanz

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Eiertanz è un gioco da tavolo che vi mette nei panni, davvero scomodi, di una chioccia intenta a covare le uova. Pensate che sia strano? Provate a dare un’occhiata alla scatola di gioco che riproduce un cartone di uova simile a quelli che si acquistano al supermercato. Piuttosto insolito, no? Bene, ancora dovete leggere il regolamento.
La parola d’ordine di Eiertanz è divertimento. Bisogna sapersi prendere un po’ in giro per ricavare il massimo da questo gioco. Le regola sono poche e semplici, la strategia per vincere quasi nulla: serve abilità, equilibrio, riflessi e tantaronia. Lo stesso concetto di vittoria è abbastanza relativo, perché Eiertanz è più che altro un party game dove conta stare insieme e passare un’ora di buonumore.
Ecco una guida su come giocare a Eiertanz e diventare una perfetta chioccia.

26

Contenuto della scatola e setup di gioco

La nostra scatola delle uova contiene dieci uova di cui 9 sono di gomma rimbalzante e 1 di legno. Abbiamo poi un dado rosso che serve per compiere le azioni e un dado bianco chiamato “dove metto l’uovo”.
Il numero dei giocatori deve essere compreso tra due e quattro.
Posizionate la scatola delle uova al centro del tavolo, insieme ai due dadi in modo che tutti i giocatori possano raggiungerli tranquillamente. È meglio riordinare un po’ la stanza prima di iniziare perché le sessioni di gioco sono piuttosto movimentate. È pertanto necessario avere spazio a disposizione e mettere "al sicuro" oggetti fragili e delicati.

36

Scopo del gioco e inizio turno

Lo scopo del gioco è quello di avere più uova in equilibrio sul proprio corpo rispetto agli avversari. Le uova di gomma valgono un punto, quello di legno vale due punti. Il gioco termina immediatamente quando un giocatore fa cadere un uovo (successivamente vedremmo dove vanno posizionate). Attenzione, il giocatore che per primo fa cadere un uovo mettendo fine alla partita è escluso dal conteggio dei punti, altrimenti qualcuno potrebbe far terminare la partita di proposito non appena si accorge di essere in vantaggio con le uova possedute.
Inizia il gioco, secondo l’indicazione del regolamento, il giocatore che è capace di saltare più in alto, dopo si procede in senso orario.

Continua la lettura
46

Lancio del dado rosso

Il primo giocatore lancia il dado rosso. Anziché avere dei numeri sulle facce, questo dado rappresenta determinate azioni da compiere.
Deporre un uovo: se sul dado rosso compare questa faccia, il lanciatore deve gridare: “Coccode! ” e prendere un uovo qualsiasi dai dieci contenuti nella scatola.
Uovo saltellante: con questa figura, chi ha lanciato il dado, deve prendere un uovo di gomma (non quello di legno) dalla scatola, tenerlo sollevato al centro del tavolo e lasciarlo cadere. I restanti giocatori dovranno riuscire ad afferrarlo e chi ci riesce se lo tiene.
Arraffa l’uovo: Tutti i giocatori devono lanciarsi sul dado rosso e afferrarlo prima degli altri. Chi ci riesce guadagna un uovo.
Ballo delle uova: tutti i giocatori fanno un giro del tavolo il più velocemente possibile. Il giocatore che torna per primo al suo posto vince un uovo.
Il grande urlo: appena il dado mostra questa figura tutti devono urlare “Chicchirichì! ”. Chi lo fa per primo vince un uovo. Se c’è un caso di parità allora nessuno prende l’uovo.
Il grande silenzio: questa figura è molto simile alla precedente per indurre all’errore il giocatore. Con questa faccia del dado tutti devono stare in silenzio, ma se qualcuno la confonde con “Il grande urlo” e grida “Chicchirichì! ”, allora deve restituire un uovo se ne possiede uno.

56

Furto di uova

Quando le uova nella scatola finiscono, il gioco prosegue comunque. Si continua a lanciare il dado rosso e a compiere azioni. Se qualcuno deve prelevare un uovo, lo fa rubando quello di un giocatore a sua scelta e se il derubato possiede più di un uovo allora spetterà al “ladro” scegliere quale prendere.

66

Dove mettere le uova

Veniamo ora al secondo dado. Ogni volta che un giocatore deve prendere un uovo, prima di farlo, deve lanciare il secondo dado “dove metto l’uovo”. Nelle sue facce raffigura una posizione particolare del corpo con cui si deve trattenere l’uovo: sotto il mento; sotto una delle ascelle; tra le ginocchia; all’interno del gomito (tra avambraccio e bicipite); fra spalla e guancia; infine il jolly indica che il giocatore può scegliere una delle precedenti posizioni. Se un giocatore possiede già un uovo nella posizione indicata dal dado, allora può scegliere se tenerne due o lanciare nuovamente e stabilire una nuova posizione.
Il giocatore deve tenere le uova strette al suo corpo per tutta la durata della partita, qualsiasi azione si compia; chi per primo fa cadere un uovo pone termine alla partita e si procede con il conteggio dei punti. Un punto le uova di gomma, due punti quello di legno.
Se durante le fasi concitate della partita qualcuno dovesse far cadere il dado dal tavolo oppure un uovo non ancora assegnato, allora avrà il compito di recuperare l’oggetto e riposizionarlo senza l’aiuto di nessuno, ovviamente cercando di non far cadere le uova che tiene strette sul suo corpo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Strega comanda Colore

"Strega comanda colore" è uno dei più famosi giochi ideati per far divertire i bambini. Esistono due modalità di gioco che si distinguono per il luogo in cui vengono svolte. Infatti, una tipologia si gioca all'aperto, possibilmente in uno spazio ampio,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al gioco della bottiglia

Il gioco della bottiglia è senza dubbio uno dei passatempi più popolari alle feste. Si tratta di un gioco di gruppo famoso in ogni parte del mondo, tipico tra i giovani e gli adolescenti. Nella sua versione classica, prevede l'uso di una bottiglia per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.