Regole per giocare a Easy Chess

Tramite: O2O
Difficoltà: media
110

Introduzione

Easy Chess, o più semplicemente scacchi è il gioco più famoso e diffuso nel mondo.È possibile giocare fisicamente con un amico oppure online contro un computer o un altro utente. Ti stai approcciando al gioco degli scacchi?
In questa guida avrai modo di comprendere quali sono le regole fondamentali e le caratteristiche dei pezzi della scacchiera.
Imparare le regole è facile e alla fine di questa guida sarai in grado di giocare.

210

Il campo di battaglia

Il campo di battaglia degli scacchi si chiama scacchiera. È quadrato e suddiviso in 64 quadrati chiari e scuri detti "case". All'inizio della partita, bisogna disporre i pezzi sulla scacchiera nello stesso ordine. La prima riga viene occupata, partendo dai due angoli opposti, dalle Torri, dai Cavalli, dagli Alfieri e dalla Donna che occupa la casa del proprio colore (Donna bianca su casa bianca e Donna nera su casa nera). Il Re è posizionato sull'ultima casa rimanente della riga. La seconda riga è occupato unicamente da pedoni.

310

Come si muovono i pezzi

Ognuno dei 6 tipi di pezzi compie un movimento diverso. È bene sapere che i pezzi non possono muoversi attraverso altri pezzi e che non possono collocarsi su una casa occupata da un altro pezzo. Può invece prendere il posto di un pezzo avversario, che verrà tolto dalla scacchiera ed eliminato. Per vincere una partita è bene studiare gli spostamenti più convenienti per tattiche d'attacco e di difesa.Vediamo ora le caratteristiche e i movimenti dei singoli pezzi.

Continua la lettura
410

Il pedone

Il pedone è il soldato più piccolo del nostro esercito di scacchi. Non arriva molto lontano e può solo avanzare. Di solito si muove di una casa alla volta, ma nella sua prima mossa può scegliere di spostarsi di due case, se vuole. Poi, una volta mosso, potrà spostarsi tassativamente solo di una casa per volta. I pedoni catturano i pezzi avversari che si trovano sulle casa poste subito davanti a loro, in diagonale.

510

La torre

La torre è molto più veloce del pedone. Può spostarsi di tutte le case che vuole, a patto che non trovi niente sulla sua strada. Può avanzare, arretrare e spostarsi lateralmente, ma non in diagonale. Quando si muove non può cambiare direzione, deve scegliere una volta per tutte da quale parte andrà. Può muoversi avanti o indietro, oppure a sinistra o a destra. Ma non può mescolare le mosse. La modalità di cattura dei pedoni, appena vista, è una caratteristica riservata solo ad essi. Gli altri pezzi catturano nello stesso modo in cui muovono.

610

L'alfiere

L'alfiere assomiglia a un grosso pedone, con una tacca in testa. Può muoversi solo in diagonale, perciò è molto più limitato rispetto alla torre, ma molto più rapido del pedone. Così come tutti i pezzi, esclusi i pedoni, può spostarsi anche all'indietro.

710

Il cavallo

Il cavallo è il pezzo più complicato della scacchiera. Non si muove in line retta o solo in una direzione. Il cavallo si muove disegnando una L, perciò deve cambiare direzione, e questo rende più difficile capirlo. Si sposta sempre di due case in una direzione e di una in un'altra. Lo spostamento che può compiere gli conferisce una caratteristica unica: può saltare i pezzi avversari.

810

La donna

La donna è come un alfiere e una torre messi insieme, può quindi avanzare, arretrare, muoversi di lato, in diagonale. È il pezzo più potente dell'esercito, perché può muoversi di tutte le case che vuole, e in così tante direzioni! Avendo questa caratteristica la donna viene impiegata in numerose tattiche e può determinare le sorti di una partita.

910

Il re

Il re è il pezzo più importante della scacchiera, è quello di cui dobbiamo prenderci più cura perché se viene messo in trappola perdiamo la partita! Il re si può muovere di una casa in tutte le direzione e non può mai poi mai essere catturato. Quando è in pericolo (sotto scacco) dobbiamo portarlo subito al riparo. Se ci accorgiamo che un altro pezzo sta controllando la casa in cui vuole andare il nostro re, dobbiamo sceglierne un'altra. Una sicura. L'obiettivo degli scacchi è dare scacco matto al re avversario. Questo succede quando il re si trova sotto scacco e non è in grado di sottrarsi alla minaccia!

1010

Una tecnica speciale

Un'altra regola speciale degli scacchi è detta "arrocco". L'arrocco ti consente di realizzare due obiettivi importanti in un'unica mossa: mettere il tuo Re al sicuro (si spera) e spostare una delle Torri fuori dall'angolo portandola in gioco. Nel suo turno, un giocatore può muovere il proprio Re di due case di lato e muovere contemporaneamente anche la Torre posizionandola accanto al Re, ma sul lato opposto (guarda l'esempio in basso). Tuttavia, perché l'arrocco sia possibile, devono essere rispettate le seguenti condizioni:deve essere la prima volta che quel Re viene mossodeve essere la prima volta che quella Torre viene mossanon deve esserci alcun pezzo in mezzo tra Re e Torreil Re non può essere sotto scacco, né può attraversare una casa in cui si troverebbe sotto scacco
Quello che ti resta da fare ora è giocare tante partite!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Sbarazzo: regole e consigli

Il gioco delle carte, come molti altri, è apprezzato e usato da tante persone spaziando dai più giovani ai più maturi. Ci sono molto giochi che si posso fare ed ora vorrei prendere in considerazione quelli fatti con le carte, cosiddette, da briscola....
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.