Regole per giocare a Città perdute

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vestire i panni di un archeologo può diventare possibile grazie al magnifico gioco Città perdute, in grado di intrattenere grazie anche a scenari affascinati. Infatti, Città perdute è un gioco da tavolo molto divertente che prevede un viaggio tra antiche civiltà ed ambientazioni variegate fatte di oceani, vulcani, ghiacciai e deserti. Di seguito tutte le regole per giocare a Città perdute.

26

Giocatori e carte

Le partite a Città perdute non prevedono regole complicate, durano di circa mezz' ora e richiedono la partecipazione di due giocatori. Il gioco è composto da 60 carte suddivise in base a dei colori corrispondenti a 5 aree di esplorazioni: foreste vergini, ghiacci perenni, vulcani impervi, deserti inospitali e mari profondi. Ci sono carte scoperta che hanno un valore dal 2 al 10. Inoltre, sono anche presenti carte spedizione e carte scommessa.

36

Preparazione

Una volta familiarizzato con le carte bisogna stendere l' apposita plancia da gioco, distinta in cinque zone, in base al colore. Al centro della plancia occorre posizionare le cinque carte spedizione. La partita incomincia quando ogni giocatore riceverà 8 carte scoperta.

Continua la lettura
46

Svolgimento

Ad ogni turno ciascun giocatore può giocare una carta scoperta mettendola in fila o può scartarla nello spazio contrassegnato sulla plancia. La carta giocata va posizionata in base al suo colore ed al suo valore (mai mettere una carta di valore inferiore sopra quella di valore superiore e le carte scommesse contano 0, per cui vanno posizionate in cima alla fila). Il giocatore termina il turno pescando una carta o dal mazzo o tra gli scarti.

56

Punti

Ogni partita termina quando viene pescata l' ultima carta dal mazzo. A questo punto si passa al calcolo dei punti sommando il valore delle carte scoperta giocate, tenendo conto dei moltiplicatori e dei costi di spedizione. Più precisamente: se una fila si presenta vuota vale zero. Quando una fila presenta carte scoperta si somma il loro valore e si moltiplica per 2, 3 o 4 a seconda se nella fila sono presenti rispettivamente 1,2 o 4 carte scommessa. In ogni caso bisogna defalcare dal punteggio il valore di 20 che rappresenta il costo di spedizione. Inoltre, è possibile anche ottenere un bonus se nella fila sono presenti oltre 8 carte (sia scommessa che spedizione).

66

Fine del gioco

Il giocatore vincitore sarà quello che avrà totalizzato più punti dopo aver giocato per tre mani. A Città perdute le regole non sono affatto complicate ma non conta solo la fortuna. Infatti, con questo simpatico gioco bisogna anche studiare una buona strategia che tenga conto delle spedizioni da compiere, oltre a non avvantaggiare l' avversario con le carte scartate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

PlayStation

Trucchi per cambiare quartiere in The Sims 3

Terzo capitolo della fortunatissima saga "The Sims", questo videogioco di simulazione di vita introduce importanti novità rispetto alle edizioni precedenti, tra le quali un numero maggiore di quartieri e la possibilità di trasferirsi da un quartiere...
XBox

The Witcher 2: come funziona il gioco dei dadi

The Witcher 2: Assassins of KIng, uscito nel 2011, è il secondo capitolo della saga di the Witcher, appassionante videogioco tratto dal progetto letterario fantasy dello scrittore polacco Andrzej Sapkowski. Nel secondo capitolo, ritroviamo il nostro...
Giochi da tavolo

Come giocare al Castello dei 1000 specchi

Castello dei 1000 specchi è un gioco piacevole ed educativo, che potremmo definire come una rielaborazione del classico memory basata però sull'ottica. Nel giocare aiuteremo un vampiro di nome Victor a ritrovare degli oggetti da lui dimenticati nelle...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Otto minuti per un impero

"Otto minuti per un impero" è un gioco da tavolo rapido e divertente, basato sulla strategia e sull'astuzia, inventato da Ryan Laukat. Il titolo fa riferimento alla breve durata dello svolgimento, ma non fatevi ingannare dalla velocità di gioco. Otto...
Giochi da tavolo

Come giocare a Mus

Mus è un tipico gioco di carte di origine spagnola, giocato prevalentemente in Spagna. Tavoli di gioco da Mus sono frequenti anche in Francia così come in Sud America.Per giocare a Mus occorre essere almeno in 4 giocatori divisi in due coppie ed avere...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Trentuno

Trentuno è un divertente gioco di carte italiano, le cui regole sono simili a quelle di un altro gioco chiamato Mambassa. Lo scopo del gioco Trentuno è quello di totalizzare per l'appunto 31 o il numero più vicino ad esso con carte dello stesso seme...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Evo

Quanto poteva essere dura l'esistenza di un dinosauro agli albori della Terra? La vita fuori dal mare non è semplice, i nemici e le difficoltà sono sempre dietro l'angolo. Persino i cambiamenti climatici possono mettere a dura prova l'esistenza di un...
Giochi da tavolo

Come giocare a La lepre e la tartaruga

"La lepre e la tartaruga", famosa favola attribuita ad Esopo, è anche il titolo di un bellissimo gioco da tavolo basato su corse e scommesse. Non vengono richieste particolari abilità. Questo gioco è adatto proprio a tutti e si svolge con partite abbastanza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.