Regole per giocare a Città perdute

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Vestire i panni di un archeologo può diventare possibile grazie al magnifico gioco Città perdute, in grado di intrattenere grazie anche a scenari affascinati. Infatti, Città perdute è un gioco da tavolo molto divertente che prevede un viaggio tra antiche civiltà ed ambientazioni variegate fatte di oceani, vulcani, ghiacciai e deserti. Di seguito tutte le regole per giocare a Città perdute.

26

Giocatori e carte

Le partite a Città perdute non prevedono regole complicate, durano di circa mezz' ora e richiedono la partecipazione di due giocatori. Il gioco è composto da 60 carte suddivise in base a dei colori corrispondenti a 5 aree di esplorazioni: foreste vergini, ghiacci perenni, vulcani impervi, deserti inospitali e mari profondi. Ci sono carte scoperta che hanno un valore dal 2 al 10. Inoltre, sono anche presenti carte spedizione e carte scommessa.

36

Preparazione

Una volta familiarizzato con le carte bisogna stendere l' apposita plancia da gioco, distinta in cinque zone, in base al colore. Al centro della plancia occorre posizionare le cinque carte spedizione. La partita incomincia quando ogni giocatore riceverà 8 carte scoperta.

Continua la lettura
46

Svolgimento

Ad ogni turno ciascun giocatore può giocare una carta scoperta mettendola in fila o può scartarla nello spazio contrassegnato sulla plancia. La carta giocata va posizionata in base al suo colore ed al suo valore (mai mettere una carta di valore inferiore sopra quella di valore superiore e le carte scommesse contano 0, per cui vanno posizionate in cima alla fila). Il giocatore termina il turno pescando una carta o dal mazzo o tra gli scarti.

56

Punti

Ogni partita termina quando viene pescata l' ultima carta dal mazzo. A questo punto si passa al calcolo dei punti sommando il valore delle carte scoperta giocate, tenendo conto dei moltiplicatori e dei costi di spedizione. Più precisamente: se una fila si presenta vuota vale zero. Quando una fila presenta carte scoperta si somma il loro valore e si moltiplica per 2, 3 o 4 a seconda se nella fila sono presenti rispettivamente 1,2 o 4 carte scommessa. In ogni caso bisogna defalcare dal punteggio il valore di 20 che rappresenta il costo di spedizione. Inoltre, è possibile anche ottenere un bonus se nella fila sono presenti oltre 8 carte (sia scommessa che spedizione).

66

Fine del gioco

Il giocatore vincitore sarà quello che avrà totalizzato più punti dopo aver giocato per tre mani. A Città perdute le regole non sono affatto complicate ma non conta solo la fortuna. Infatti, con questo simpatico gioco bisogna anche studiare una buona strategia che tenga conto delle spedizioni da compiere, oltre a non avvantaggiare l' avversario con le carte scartate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Nomi cose città

Quante volte, durante la ricreazione a scuola, abbiamo giocato a Nomi cose città. È un passatempo che ha segnato la nostra infanzia e che ancora oggi ricordiamo gelosamente. I ricordi legati ad esso risalgono principalmente alle scuole elementari, dove...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a l'Allegro Chirurgo

L'Allegro Chirurgo è sicuramente uno dei giochi da tavola più apprezzati a livello globale. Anche in Italia, questo titolo è un vero e proprio classico che non sente il peso degli anni. Commercializzato in tutto il mondo, si caratterizza per una serie...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Forza Quattro

Sia gli adulti che i più piccoli adorano cimentarsi con Forza Quattro. Si tratta di un gioco che ci fa divertire da numerose generazioni e che continua a riscuotere un grande successo di pubblico. Realizzato dall'azienda MB (Milton-Bradley) nell'ormai...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 13 indizi

13 indizi è un fantastico gioco di logica da tavoli che appassiona sia grandi per piccini. In questo gioco bisognerà immedesimarsi nei panni del più grande detective di tutti i tempi: il leggendario Sherlock Holmes. Prima di divertirsi con questo sfizioso...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Machiavelli

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Gioco della Vita

Il Gioco della Vita è un gioco da tavolo di società. Si ha a disposizione un tabellone dove ogni giocatore deve intraprendere una serie di scelte che rappresentano il corso della sua vita tra studi, matrimonio, nascita dei figli e imprevisti. Lo scopo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.