Regole per giocare a Battaglia Navale

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le regole per giocare a Battaglia Navale sono semplicissime. Penna e foglio di carta alla mano e siete pronti per affondare il nemico! Il gioco è conosciuto in tutto il mondo ed esiste anche in versione elettrica e da tavolo. È talmente avvincente da avere ispirato perfino un film, ma nonostante questo può essere giocato in totale relax. Ecco tutte le regole da conoscere per vincere la partita.

27

Disegna la mappa

Per prima cosa, ogni giocatore deve disegnare il suo territorio su un foglio di carta. Prendete un foglio a quadretti per fare prima e delimitate un quadrato. Le caselle verticali andranno numerate da 1 a 10, mentre quelle orizzontali andranno dalla lettera A alla L. Naturalmente sarete voi a scegliere la grandezza del territorio, per cui potete anche ingrandirlo o rimpicciolirlo a seconda delle vostre esigenze.

37

Posiziona le navi

Una volta creata la mappa, bisogna posizionare le navi sulla griglia. Ogni giocatore possiede cinque imbarcazioni di grandezza diversa. Si hanno a disposizione una portaerei di cinque caselle, una corazzata da quattro spazi, un sottomarino e un incrociatore da tre spazi e un cacciatorpediniere da due caselle. Posiziona le navi in verticale o in orizzontale, avendo cura di non sovrapporle e di farle rientrare nella griglia.

Continua la lettura
47

Passa all'attacco

Le fasi preparatorie del gioco sono finite e adesso è arrivato il momento di fare sul serio. Per colpire le navi dell'avversario dovrai mirare a una coordinata precisa. Pensa a dove potrebbero essere le sue navi e annuncia la posizione dicendo per esempio "B 2", oppure "C 5". Per stabilire le coordinate bisogna combinare la riga orizzontale della piattaforma con quella verticale. Se hai fatto centro, l'avversario dovrà dire "colpito" e potrai passare nuovamente all'attacco. Una volta che avrai attaccato tutte le caselle, la nave sarà completamente affondata.
Se il colpo non va a segno, invece, il tuo avversario dovrà dire "mancato" e potrà subito contrattaccare.

57

Segna le chiamate

Quando annunci le coordinate, segna gli attacchi che vanno a segno e quelli che, invece, sono un buco nell'acqua. In questo modo sarà più facile capire le posizioni dell'avversario e ricorderai sempre quale nave hai affondato. Quando colpisci una nave, continua ad attaccare le caselle limitrofe per scoprire se è messa in orizzontale o in verticale.

67

Sconfiggi l'avversario

Continua ad attaccare il nemico fino a quando non avrai affondato tutte le sue navi. Vince la partita chi demolisce completamente l'avversario o lo costringe ad arrendersi. Se il gioco ti è piaciuto, puoi provare delle varianti più complesse. La più famosa si chiama "Salvo" e ha regole leggermente diverse dal gioco originale. In questo caso si sparano cinque colpi per turno e non si rivelano quali sono andati a segno, ma soltanto quanti hanno fatto centro.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Battaglia Navale

Battaglia Navale è certamente uno dei giochi più diffusi al mondo. Prima di divenire tutti gli effetti un gioco da tavola, con tanto di modellini delle navi, generazioni di ragazzini hanno saputo passare il tempo con questo particolare gioco di strategia....
Giochi da tavolo

5 dritte per vincere a Battaglia navale

Battaglia navale è un gioco tra i più diffusi, adatto come passatempo da pochi minuti o per partite più lunghe. Vediamo insieme 5 dritte per vincere a battaglia navale. A volte è solo questione di fortuna trovare le coordinate giuste e affondare la...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a La battaglia dei cinque eserciti

La Battaglia dei Cinque eserciti è un gioco basato sugli scenari descritti nel libro di J. R. R. Tolkien Lo Hobbit, ed è derivato dal motore di gioco usato per il gioco postale Le Terre di Mezzo che è la derivazione della trilogia il Signore degli...
Giochi da tavolo

Come giocare a Battleship

Battleship non è altro che un'edizione moderna della classica battaglia navale. Le confezioni del gioco in commercio sostituiscono con due piattaforme a griglia, una per ogni giocatore, i tradizionali fogli a quadretti dei nostri giochi da studenti...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Waterloo

Se potessimo scegliere di rivivere, riorganizzare e riscrivere una pagina della storia quale sceglieremmo? La battaglia di Waterloo, combattuta il 18 giugno 1815 sarebbe certamente tra le date da prendere in considerazione per portata storica e per l'indubbia...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a PeaceBowl

PeaceBowl , l'Arena della Pace, è un gioco da tavolo del 2003 ideato da Angelo Porazzi. Questo gioco tattico e dinamico può essere giocato dai 2 ai 4 giocatori. Ognuno ha dalla sua parte un team composto dai 3 ai 5 guerrieri. PeaceBowl si basa sul giocare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Kingsburg

Kingsburg è un gioco da tavolo ideato dagli italiani Andrea Chiervesio e Luca Iennacco. Uscito nel 2007, oggi è disponibile l'espansione del regno. Nel regno di Kingsburg il re Tritus ha inviato i governatori (da 2 a 5 giocatori) nelle province di confine...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Everzone

Everzone è un gioco di carte strategico per due o più giocatori che ci racconta di una terra ormai distrutta e della migrazione degli essere umani verso Marte. Nel tempo la specie umana si evolve diventando Numan, ma deve anche fronteggiare dei parassiti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.