I migliori giochi sparatutto per PC

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quello degli sparatutto è uno dei generi videoludici più antichi ed apprezzati, caratterizzato da una modesta quantità di sottogeneri molto diversi tra loro e da un passato ricco di innovazioni tecniche.
Com'è facilmente intuibile, uno sparatutto è un gioco d'azione in cui il compito principale del giocatore è quello di sparare a tutto ciò che tenta ucciderci, ma il modo in cui lo si fa può variare molto da gioco a gioco. Solitamente si usa suddividere gli sparatutto in tre grandi sottogeneri: sparatutto in prima persona (o FPS, il genere più prolifico), sparatutto in terza persona (o TPS), e shoot 'em up, il più antico dei tre e sicuramente quello meno in voga al giorno d'oggi.
In questa lista cercheremo di raggruppare in maniera definitiva i cinque migliori sparatutto che hanno fatto la storia su PC, e che ogni appassionato del genere dovrebbe giocare almeno una volta nella vita.

26

Doom

id Software è per molti versi considerata la software house che ha creato il genere degli sparatutto in prima persona, con franchise di grande successo e qualità come Wolfenstein, Quake e naturalmente Doom. Nonostante l'affermazione sia piuttosto sbagliata, è vero che solo dopo le innovazioni tecniche sviluppate da id Software il genere ha iniziato a riscuotere un maggior successo.
Se nel 1992 esce Wolfenstein 3D, il primo FPS con ambientazione pseudo-3D, è Doom che nell'anno successivo viene glorificato come padre indiscusso del genere, grazie alle notevoli innovazioni apportate al mondo di gioco ora effettivamente distribuito su tre dimensioni, all'audio stereofonico (mentre in Wolfenstein 3D era monofonico), alla presenza di una modalità multigiocatore, e alla possibilità data ai giocatori di creare mod con cui personalizzare l'esperienza di gioco, aspetto che da sempre ha contraddistinto numerosi giochi per PC.

L'impatto che il primo Doom ebbe sul mondo videoludico fu talmente grande che per anni gli FPS furono chiamati "Doom clones", ovvero cloni di Doom. La serie ha generato numerosi seguiti e spin-off, tra cui un omonimo sequel nel 2016 che riesce sorprendentemente a mantenere fresco e interessante il frenetico gameplay tipico della serie.

36

Half-Life

Nel 1998 il mondo dei videogiochi cambia nuovamente grazie ad Half-Life, titolo sviluppato da una giovane Valve Software. Questo sparatutto introduce numerose novità in campo tecnico, tuttavia sono altri gli aspetti per cui merita un posto d'onore in questa lista: ebbene il gioco per la prima volta introduce un forte elemento narrativo in uno sparatutto, narrazione che resta centrale per tutta l'avventura e condizionerà la maggior parte dei giochi a venire.
Tra gli altri importanti aspetti del gioco è bene citare la grande interazione concessa al giocatore con l'ambiente circostante, la presenza di numerose sessioni di quiete in cui per proseguire sarà necessario risolvere piccoli enigmi, e l'utilizzo di default, per la prima volta nella storia, della configurazione WASD per i movimenti e del mouse per lo sguardo, che da allora divenne lo standard utilizzato dalla maggior parte dei giochi su PC.
Come di consueto il gioco ha generato importanti seguiti passati anch'essi alla storia che andrebbero giocati, oltre che spin-off e mod che hanno poi dato vita a pietre miliari del panorama multiplayer come Counter-Strike e Team Fortress.

Continua la lettura
46

Counter-Strike: Global Offensive

Nonostante si senta spesso parlare dei vari Battlefield e Call of Duty, i giochi appartenenti al franchise di Counter-Strike sono da sempre tra gli FPS più giocati su PC. Nel 1999 usciva il primo capitolo della serie, appunto Counter-Strike, inizialmente una mod amatoriale per Half-Life la cui proprietà intellettuale fu acquistata da Valve Software, che diede successivamente vita al gioco stand-alone che tutti conosciamo e apprezziamo.
Giocabile esclusivamente in multiplayer, Counter-Strike divideva i giocatori in due squadre contrapposte, i terroristi da una parte e le unità anti-terrorismo dall'altra in una guerra senza fine in diverse parti del mondo. Il gioco è da sempre stato sinonimo di realismo e tattica, rendendo la saga una delle più celebri nel panorama degli eSport.
Al primo Counter-Strike si sono susseguiti un sequel giocabile in solitaria, un remake con il Source Engine di Half-Life 2, e infine nel 2012 un nuovo acclamato seguito, Counter-Strike: Global Offensive, il quale ha introdotto importanti novità non solo in campo tecnico rispetto ai predecessori, ma anche in merito alle meccaniche di gioco. Tutto ciò rende CS: GOuno degli sparatutto più validi su scala globale oltre che uno dei più giocati nonostante l'età, soprattutto su PC, offrendo un perfetto connubio di tattica e azione.

56

PlanetSide 2

Esistono molti sparatutto su PC, ma la lista non può essere infinita, e PlanetSide 2 merita senza ombra di dubbio un posto speciale. Uscito nel 2012 su PC e nel 2015 su PlayStation 4, il gioco è un MMOFPS, ovvero un FPS multigiocatore online di massa in cui viene narrata la perenne lotta di tre fazioni sul pianeta Auraxis. La caratteristica principale che rende questo gioco appetibile a chiunque disponga di un PC è la possibilità di giocarci gratuitamente, grazie al classico sistema free-to-play che prevede la fruizione senza costi del gioco, ma che permette l'acquisto di beni digitali per chi lo volesse.
Il gioco tuttavia è ben noto anche per l'elevata qualità grafica, aspetto spesso trascurato negli MMO, ma soprattutto per la possibilità di prender parte a battaglie con oltre mille giocatori in simultanea. Attualmente è l'unico gioco in grado di offrire schermaglie con un numero così alto di giocatori, il che rende PlanetSide 2 un gioco davvero unico e da provare assolutamente in compagnia.

66

Max Payne 3

Non c'è da sorprendersi se la lista è quasi esclusivamente dedicata agli sparatutto in prima persona, essendo uno dei generi più apprezzati e diffusi su PC. Tuttavia anche tra gli sparatutto in terza persona si annoverano titoli di alto livello, e tra essi troviamo sicuramente Max Payne 3, il quale rappresenta uno dei migliori TPS dell'ultimo decennio.
Uscito nel 2001, il primo Max Payne occuperà per sempre un posto speciale nel cuore di molti videogiocatori, sia per l'eccellente narrazione che accompagnava il giocatore durante la sua avventura nei panni di Max, sia per l'ottimo gameplay e comparto tecnico. In particolare il gioco divenne famoso come uno dei primi giochi ad utilizzare la meccanica del bullet time, reso celebre dalla pellicola di Matrix: in questa speciale modalità, il giocatore aveva una visione rallentata del mondo circostante, il che gli permetteva di schivare i proiettili ed improvvisare spettacolari sparatorie.
Ma se il primo seguito riscosse altrettanto successo, Max Payne 3 diede nuova linfa alla saga riportandola allo splendore perso, grazie ad un comparto tecnico tuttora di altissimo livello, alla presenza della modalità multiplayer, e naturalmente all'ottima qualità narrativa che caratterizza la serie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Wii

I migliori Sparatutto per Wii

Gli Sparatutto per Wii sono dei giochi travolgenti che vi terranno incollati per ore. Se volete mettere alla prova le vostre capacità, gli sparatutto fanno per voi. In questa fantastica guida vi indico quali sono i migliori sparatutto per Wii: provateli...
PC

I 5 migliori giochi sparatutto free to play

I giochi free to play, sono quei videogiochi che permettono di essere usati in modalità gratuita per un determinato periodo, esso viene fatto per invogliare il giocatore ad acquistare il gioco per poter usufruire di extra che restano sconosciuti nella...
PC

Doom: i migliori trucchi

Doom è uno dei videogame più apprezzati e autorevoli del genere sparatutto in prima persona. Per PlayStation 4 esistono solo dei cheat, ma nella versione per PC Windows si possono utilizzare dei codici per rendersi invulnerabili o per facilitare di...
PC

Come giocare a shoot 'em up

I giochi Shoot 'em Up, o più comunemente chiamati sparatutto, sono un genere di giochi d'azione molto famosi negli anni ottanta. L'obiettivo è appunto sparare verso qualcuno, o qualcosa, muovendosi con la tastiera o con il joystick. Dipende se vi trovate...
PC

Come ottimizzare Counter Strike Global Offensive

Per poter ottimizzare questo lavoreremo su vari fattori. È necessario tuttavia fare una precisazione: qui si parlerà di ottimizzare CS: GO in modo tale che gli FPS (Frame per second) e cioè la "velocità" con cui scorrono le immagini, si muovono i...
PC

I 5 migliori giochi FPS

Per quei pochissimi che non lo sanno, FPS è l'acronimo di First Person Shooter, ovvero sparatutto in prima persona. Questa categoria di videogiochi è una delle più popolari al mondo, grazie alla loro visuale in soggettiva che ci permette di osservare...
PC

Far Cry 3: come giocare

Far Cry 3 è il fortunato gioco sparatutto arrivato al suo terzo episodio. Progettato dagli stessi grafici che hanno realizzato Assassin Creed. Il giocatore di Far Cry 3 si troverà coinvolto in una realtà che si pone agli antipodi della civiltà dove...
PC

Killzone Mercenary: i migliori trucchi

Killzone Mercenary è un videogioco sparatutto in prima persona uscito per le console portatili Sony PS Vita. Si tratta di un seguito della serie Killzone, che debuttò anni fa su PS2, ed introduce molte novità come la possibilità di mirare con il giroscopio....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.