I migliori giochi di carte per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Insegnare ai bambini a giocare a carte può rivelarsi una scelta vincente, infatti apre loro la strada a un genere di svago differente rispetto ai tradizionali giocattoli o ai sempre più utilizzati videogiochi, garantendo comunque divertimento e interesse. I giochi con le carte non solo sono molto coinvolgenti, ma possono anche avere dei risvolti positivi nella crescita del bambino: stimolano la mente, soprattutto la memoria, insegnano a costruire ragionamenti logici e ad associare immagini e concetti. Inoltre, una volta imparati diventano un passatempo sano e piacevole che mette d'accordo adulti e bambini e che stimola il dialogo e la comunicazione. Ecco qui di seguito i migliori giochi di carte per i bambini.

26

Il gioco degli animali

Questo gioco semplice e divertente è ideale da fare in gruppo. Si usano uno o due mazzi di carte tradizionali, e si distribuiscono tutte le carte del mazzo tra i giocatori. Ogni bambino sceglie il verso di un animale, il più difficile possibile da ripetere, che gli altri dovranno memorizzare. A turno i giocatori scopriranno verso l'alto la prima carta dei loro mazzi, coperti (rivolti verso il basso) e poggiati sul tavolo, finché due giocatori non si troveranno con la stessa carta: a questo punto dovranno ricordare il verso dell'avversario e ripeterlo prima che l'altro lo faccia. Il più veloce guadagnerà il mazzo di carte (già scoperte) dell'avversario, che andranno a formare il suo mazzo di carte (coperte). Vince l'ultimo che rimane con un mazzo di carte sul tavolo.

36

Buongiorno signora

Questo gioco dalle molteplici varianti aiuta i bambini a familiarizzare con le carte. Si usano due mazzi di carte tradizionali, quindi ottanta carte, e si distribuiscono tutte le carte tra i giocatori. A turno i giocatori scoprono dai loro mazzi di carte (rivolti verso il basso) una carta, e il gioco prosegue finché non escono le seguenti carte: Q (regina): tutti i giocatori devono dire"Buongiorno signora!", chi sbaglia o lo dice per ultimo prende tutte le carte poggiate sul tavolo dai giocatoriJ (fante): tutti i giocatori devono dire"Buongiorno signore!", chi sbaglia o lo dice per ultimo prende tutte le carteK (re): tutti i giocatori fanno il saluto militare, chi sbaglia o lo dice per ultimo prende tutte le carteAsso: tutti i giocatori mettono la mano al centro del tavolo, chi la mette per ultimo prende le carte
Vince chi rimane per primo senza carte.

Continua la lettura
46

Memory

Il tradizionale e famosissimo gioco di memoria è realizzabile facilmente anche in casa con dei disegni o delle figure. Si può giocare con qualsiasi mazzo di carte che abbia una coppia di carte abbinate, identiche, che dovranno essere accoppiate dai giocatori. Per i bambini è preferibile usare delle carte con figure semplici o con i loro personaggi preferiti. Si dispongono tutte le carte sul tavolo, rivolte verso il basso. I giocatori dovranno, a turno, scoprire due carte, cercando di formare delle coppie di carte identiche. Una volta trovata la coppia, otterranno le carte. Più il gioco va avanti, più sarà semplice per i giocatori memorizzare le posizioni delle carte e formare gli abbinamenti. Vince chi fa più abbinamenti.

56

Rubamazzetto

Forse il gioco più semplice da fare con le carte, rubamazzetto è di solito il primo che i bambini imparano con le carte tradizionali. Si gioca, appunto, con il tradizionale mazzo da quaranta carte. Si distribuiscono tre carte per ogni giocatore e quattro carte scoperte sul tavolo. A turno, ogni giocatore potrà prendere dal tavolo una carta che abbia lo stesso valore di una carta in suo possesso, come a scopa. Creerà così il suo mazzetto, ma dovrà tenere scoperta la prima carta del mazzo. L'avversario potrà rubare il suo mazzetto se avrà una carta uguale, o uguale alla somma tra la prima del mazzo avversario e una poggiata sul tavolo. Vince chi rimane con più carte in mano.

66

Uno

Il famoso gioco da tavolo è un'alternativa ai giochi di carte tradizionali, in quanto si gioca con un mazzo speciale, con delle carte colorate con dei numeri, molto accattivanti per i bambini. Giocare è molto semplice. Si distribuiscono sette carte a testa. Lo scopo del gioco è finire prima degli altri le proprie carte, ma attenzione: è obbligatorio dichiarare "UNO" quando si possiede una sola carta, pena un ripescaggio di due carte dal mazzo. Per liberarsi delle proprie carte è sufficiente avere una carta dello stesso numero o colore dell'ultima che è stata poggiata sul tavolo. Ma non è finita qui: ci sono delle carte speciali, come il cambio turno, blocco turno, pesca quattro carte, pesca due carte, cambio colore. E ci sono anche altre regole, che per comodità è preferibile leggere direttamente dal foglietto delle istruzioni (riportato nel link qui sopra) presente in ogni confezione di carte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Guida ai migliori giochi di carte

In Italia giocare a carte è quasi una tradizione. Non solo durante le feste di Natale o di Pasqua, ma durante tutti i periodi dell'anno capitano diverse occasioni per organizzare una partita di carte. Grazie all'evoluzione tecnologica però, il gioco...
Giochi da tavolo

I 10 migliori giochi di carte

Da sempre giocare a carte rappresenta un bel modo di trascorrere il tempo e di stimolare la socialità. Tra amici e parenti le carte offrono molte occasioni di divertimento, pure tra quei giocatori meno abili e fortunati. Una volta muniti di carte, regionali...
Giochi da tavolo

I 5 giochi migliori con le carte napoletane

Che sia una serata in famiglia o con gli amici, un pomeriggio sotto l'ombrellone o una riunione nel periodo natalizio, un passatempo da fare durante lunghi viaggi in treno, le carte napoletane fanno sempre una gran compagnia e creano subito l'atmosfera...
Giochi da tavolo

Giochi da tavolo: i migliori 10 per bambini

In questo articolo cercheremo di stilare una classifica dei dieci giochi da tavolo, ritenuti migliori per i bambini. Intrattenerli non è facile, tuttavia i giochi offrono una grande varietà di temi e metodiche di approccio, utili ad interessare perfino...
Giochi da tavolo

Elenco di giochi di carte spezzanoia

I giochi di carte spezzanoia sono dei passatempi adatti per una breve pausa in giro o per passare delle piacevoli serate. In questo elenco vediamo giochi tradizionali con le classiche carte ed altri meno noti. Questi ultimi sono davvero tanti e se ne...
Giochi da tavolo

I giochi più belli da fare con le carte francesi

Le carte francesi sono tra le più conosciute ed utilizzate per i giochi di carte. Ogni mazzo contiene 54 carte divise in quattro semi (cuore, quadri, fiori e picche): per ogni seme, tredici carte più due jolly. Naturalmente trattandosi delle carte più...
Giochi da tavolo

Come fare giochi con le carte da poker

Le carte da poker sono anche conosciute come carte francesi. Per intenderci, sono quelle composte da quadri, fiori, picche e cuori, con le J, le Q, le K, e anche i Jolly. Il poker è probabilmente il gioco più famoso che si può fare con queste carte,...
Giochi da tavolo

I giochi da tavolo con le carte

I giochi da tavolo con le carte sono molto diffusi, praticati in inverno ma anche in estate. Sono apprezzati perché coinvolgono più persone e intrattengono in maniera leggera per qualche ora, Molto spesso si utilizzano le carte francesi, proprio perché...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.