Consigli per vincere a tressette

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tressette è un gioco di carte si presume di origine romana, molto diffuso in Italia, tanto che non esistono regole universali, in quanto variano da paese a paese. Per giocare occorre un mazzo di 40 carte, i giocatori possono essere da 2 a 4 oppure 2 squadre formate da una coppia di persone. Il gioco prevede la distribuzione di dieci carte a ogni partecipante. Dopo di che una alla volta devono giocare una carta dello stesso seme, detto palo, che ha lanciato il primo giocatore. Ogni partita è formata da turni denominate passate, in cui ognuno gioca una carta fino ad esaurimento delle carte in dotazione. Finite queste ultime effettua la presa il giocatore che ha messo la carta di grado più alto del palo giocato. Vince la mano il giocatore o la squadra con il punteggio più alto determinato in base alle carte prese durante la partita. Mentre vince la partita quando si raggiunge il punteggio stabilito, che a seconda delle regioni può essere 21,31 o 41. Ecco dei consigli per vincere a tressette.

26

Giocare palo più forte all'inizio della mano

La prima regola del tressette è di iniziare a giocare con il palo o seme più forte. Una strategia non ritenuti valida dai giocatori più bravi, che consigliano di tenerlo per la fine della partita quando si addensano le carte con maggior valore. Tuttavia, se non si è i primi a giocare, utilizzare la carata dal valore più alto posseduto aiuta a spaventare gli altri giocatori o meglio elaborare una strategia vincente con il proprio compagno.

36

Memorizzare le carte

Fare attenzione alle carte messe sul tavolo dagli avversari e memorizzarle è una valida strategia per capire quali sono i pali giusti da giocare, anticipare le mosse degli altri giocatori e dare al compagno una carta utile per fare la presa e vincere la mano.

Continua la lettura
46

Giocare carte basse in caso di piombo

Mettere sul tavolo sempre le carte di minor valore, quando non se ne possiede nessuna del palo presente sul tavolo. Evento che prende il nome di piombo e che porta il giocatore a non poter effettuare nessuna presa. Liberandosi della carta più bassa gli consente di conservare quelle che in seguito possono attribuirli un punteggio maggiore.

56

Non giocare il due alla prima mano

Un'altra strategia del Tressette è quella di evitare alla prima mano di giocare il Due, al fine di non far intendere che non possedere il Tre e non farlo perdere anche al compagno. È possibile utilizzarlo solo si ha un due secco. Mentre se di hanno tutti i Tre negli altri pali, è bene giocare subito un Re secco.

66

Giocare il palo richiesto dal compagno

Accontentare sempre il compagno che dichiara di volere una certa carta. In modo da fare la presa e rigiocare il palo. Se non si ha la carta richiesta, si deve giocare quella più alta, per tentare la prese e cercare di far uscire il palo voluto dal compagno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Le regole del tressette

Il tressette è un gioco di carte principalmente giocato in Italia in particolare nel Sud e proprio per la sua limitata localizzazione non ha regole universalmente condivise. Si gioca con carte Italiane o meglio conosciute, come carte Napoletane. Esiste...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Risiko

Risiko è uno dei giochi da tavolo più famosi al mondo, tutti lo conoscono e tutti lo hanno giocato almeno una volta. Esistono diverse versioni del Risiko, ma sostanzialmente lo scopo del gioco è sempre lo stesso, ovvero il raggiungimento di un obbiettivo...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a UNO

Basta tirare fuori un mazzo di carte Uno per rendere divertente qualsiasi serata tra amici. Il famoso gioco di carte ha il potere di vivacizzare qualsiasi momento noioso. Allo stesso tempo, però, potrebbe rivelarsi molto frustrante continuare a ricevere...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Crack!

Il gioco del Crack, nato come una specie di nuova versione del Monopoli, si differenzia da quest'ultimo in quanto il vincitore non è colui che riesce ad accumulare più ricchezze bensì a sperperarle il prima possibile, dato che per vincere la partita...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Tris

Il tris è il gioco su foglio di carta più conosciuto al mondo. Sviluppato su una griglia quadrata di 3x3 caselle, il giocatore deve riempire una una casella vuota con il simbolo predefinito. Solitamente, nel gioco, sì hanno due simboli: la X o il cerchio....
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a briscola

Uno dei giochi di carte più diffuso in Italia si chiama briscola. Le regole esistenti da seguire non sono tante, dunque si tratta di un gioco abbastanza semplice. Attraverso la briscola possiamo trascorrere dei momenti di relax, in compagnia degli amici...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Othello

Othello è un gioco da tavolo per due persone inventato nel diciannovesimo secolo, gioco facile da imparare ma difficile da perfezionare, consiste nell'aggirare il vostro avversario e catturare i suoi pezzi. Scopriamo insieme le strategie e i consigli...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Scotland Yard

Molti giochi investigativi sono stati da sempre l'eccezione dei passatempi odierni, c'è tuttavia un gioco che li supera tutti: Scotland Yard. Questo gioco porterà tutti noi nelle magiche strade di Londra in cerca del nostro fuggitivo! L'obbiettivo sarà...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.