Consigli per vincere a Shangai

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Chi non ha mai giocato a Shangai? Sicuramente oggigiorno sono in molti a non averci mai giocato, ma un tempo si trattava di uno dei giochi più divertenti per passare le lunghe e calde serate estive con gli amici. In apparenza il gioco è semplicissimo, si tratta infatti di non far muovere delle piccole asticelle che vengono sparse sul tavolo levandole una a una, ma la cosa complicata sta proprio nella sua semplicità, perché basta pochissimo per far muovere gli altri bastoncini e cedere il turno all'altro. Vince chi riesce a raccogliere più bastoncini possibili senza far muovere quelli che non si vogliono prendere. In questa breve guida spiegheremo 5 consigli per vincere a shangai.

26

Circoscrivere la superficie

La prima cosa da fare è quella di circoscrivere mentalmente la superficie occupata dalle asticelle. Bisogna infatti avere sempre ben in mente la posizione dei vari bastoncini, questo per avere la situazione sempre sotto controllo e pianificare le strategie.

36

Poggiare bene i dorsi delle mani

Molto importante è anche poggiare per bene i dorsi delle mani ai lati della superficie di gioco. La posizione delle mani è infatti essenziale per la strategia del gioco, in quanto non devono assolutamente tremare e devono essere salde un po come quelle di un chirurgo. Per chi ha fatto pratica con il vecchio gioco dell'amico chirurgo, ha senza dubbio imparato diversi trucchetti che potrebbero rivelarsi utili anche con lo shangai.

Continua la lettura
46

Tenere le dita spalancate

Un altro consiglio essenziale è quello di tenere le dita ben spalancate, questo perché più si sanno divaricare più si ha la possibilità di prendere i bastoncini senza rischiare di far cadere gli altri. Essenziale nel gioco è infatti togliere i pezzi senza far muovere assolutamente la struttura. In questa maniera si possono prendere sempre più asticelle e appropinquarsi alla vittoria del gioco.

56

Muovere le mani a rastrello

Essenziale e anche saper muovere le mani a rastrello, in modo da raccogliere più asticelle contemporaneamente senza far muovere troppi pezzi. Essenziale è infatti spostare solo quelli che si vogliono prendere, senza rischiare crolli della composizione. Più ci si muove velocemente e all'unisono più si hanno possibilità di vincere prendendo sempre più asticelle.

66

Sollevare in altro il mazzo di asticelle

Sembra banale come consiglio, ma il sollevare in alto le asticelle gridando vittoria è un valido ausilio per concludere il gioco nel miglior modo possibile. Non occorre mai sottovalutare il morale, sia il vostro che dell'avversario, in quanto spesso è proprio la volontà e la rilassatezza nei movimenti che segnano la vittoria o la sconfitta nel gioco shangai.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Quali sono le differenze tra giochi di abilità e giochi di strategia

Il gioco è una forma di intrattenimento antica quanto l'uomo. Spesso si pensa che i giochi siano solo per bambini, ma in realtà anche gli adulti hanno la necessità di distrarsi usando il proprio tempo libero per confrontarsi con se stessi o con altri...
Giochi da tavolo

I migliori 10 giochi da tavolo

Quando si sta in compagnia è divertente e piacevole giocare tutti insieme a qualche gioco da tavolo. In commercio ne troviamo davvero tantissimi in grado di soddisfare il divertimento di tutti, che si giochi con amici o con la famiglia è indifferente....
Giochi da tavolo

Come giocare a Mikado

Alzi la mano chi non ha mai giocato a questo famosissimo gioco di origine cinese? Nei pomeriggi piovosi, a casa di un'amica o delle compagne di classe, il Mikado o Shangai è semplicemente un must. Irrinunciabile! Il nome corrisponde all'appellativo dato...
Giochi da tavolo

Giochi da tavolo fai da te

Saper costruire giochi da tavolo può salvare lunghi pomeriggi passati con bimbi che non sanno a che cosa giocare. Anche se esiste la tecnologia delle app, far riscoprire alle nuove generazioni i "giochi di una volta" può essere utile anche per sviluppare...
PlayStation

Battlefield 4: i migliori trucchi

Battlefield 4 è un videogioco che fa parte di una serie di giochi dedicati alle azioni di guerra. Un gioco che permette al giocatore di esporsi in prima persona. Ideato dal Digital Illusions Creative Entertainment e messo a disposizione al pubblico nel...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a l'Allegro Chirurgo

L'allegro chirurgo è un gioco da tavolo inventato nel 1965 con il nome di Operation dalla Milton Bradley, acquistato nel 1984 dalla Hasbro che ne ha curato la distribuzione. Il gioco prevede una plancia di gioco raffigurante un paziente con dei buchi,...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a sette e mezzo

Se siete in cerca di consigli è sicuramente perché conoscete già il gioco del 7 e mezzo, versione italiana del blackjack tradizionale, dove il punteggio da ottenere e non superare è esattamente sette e mezzo. Si gioca con le carte napoletane ed ogni...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Cranium

Gioco di società nato nel 1998, Cranium si è differenziato per il gran numero di attività che lo caratterizzano. Il suo successo è rimasto invariato, tanto da generare una serie di estensioni e di spin-off altrettanto divertenti. In questa lista,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.