Consigli per vincere a Kremlin

Tramite: O2O 06/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Kremlin è un gioco da tavolo che simula le dinamiche interne al Partito Comunista dell'Unione Sovietica, sotto forma di parodia. Il suo nome deriva dal Cremlino, edificio sede delle istituzioni politiche russe. È possibile giocarci da un numero minimo di 3 fino ad un massimo di 6 giocatori. La durata del gioco è variabile, si può arrivare fino ad un massimo di 11 turni di gioco (che si compongono a loro volta in 8 fasi) ed ad una durata di 150 minuti. Vediamo ora, per mezzo di questa guida, dei consigli per vincere a Kremlin.

26

Scopo del gioco

Lo scopo del gioco è quello di controllare il Capo del Partito. Ad ogni giocatore spetta una fazione del Partito. Vince chi riesce ad ottenere per tre turni, anche non consecutivi, il controllo del Capo. Nell'eventualità in cui nessuno dei giocatori a capo delle fazioni riuscisse nell'intento, vince la partita chi comanda il Capo di Partito e i 7 membri del Politburo al termine dell'undicesimo turno.

36

Assegnazione dei punti politico

Questa fase è di vitale importanza, in quanto è ogni giocatore che sceglie quanti punti dare ad ognuno dei propri politici. Questi "punti influenza" infatti sono assegnati segretamente, quindi ogni altro giocatore non è a conoscenza di quanta influenza abbia ogni nostro politico! Il punteggio massimo assegnabile è 10, fino a scendere in modo progressivo al decimo politico che avrà quindi "punto influenza" pari a 1. Gestire in modo oculato i punteggi assegnati ai propri politici potrà permettervi di vincere il gioco.

Continua la lettura
46

Azioni del capo del KGB

Se siete nella fazione che controlla il capo del KGB, durante la seconda fase della partita avrete una posizione predominante. Infatti, tirando un dado, potrete decidere se mandare in Siberia un qualche membro del Politburo. Tenete presente che sarà più facile mandare in Siberia un membro di fascia bassa rispetto ad uno di fascia alta. Nelle dinamiche di gioco, questa mossa si ripercuote sull'eliminazione di alcune carte politico in mano ai giocatori avversari.

56

Azioni del Ministro della Difesa

Passando alla terza fase, le redini del gioco passano in mano al Ministro della Difesa. Quest'ultimo può infatti decidere se aprire un fascicolo d'inchiesta su un membro del Politburo. In alternativa può decidere se mettere ai voti la colpevolezza di uno dei membri, e in terza ipotesi può decidere se condannare un membro senza passare per il processo. Per fare ciò, basta che il giocatore apponga un punto interrogativo su un membro del Politburo. Ne conseguirà anche in questo caso la perdita di potenza della fazione di uno o più giocatori.

66

Azioni del Ministro degli Esteri

Durante la quarta e quinta fase, può capitare di assistere alla morte del Capo del Partito, ed alla successiva votazione proclamata dal Ministro degli Esteri. In caso di mancata votazione unanime, è lo stesso Ministro degli Esteri a prendere il ruolo di Capo del Partito. Da questa nuova posizione, nella sesta fase, gli sarà concesso riempire le poltrone vacanti del Politburo, tramite la promozione o degradazione di livello dei membri. Come potrete intuire, questa fase farà guadagnare o perdere potere ad una fazione piuttosto che ad un'altra.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Consigli per vincere a UNO

Basta tirare fuori un mazzo di carte Uno per rendere divertente qualsiasi serata tra amici. Il famoso gioco di carte ha il potere di vivacizzare qualsiasi momento noioso. Allo stesso tempo, però, potrebbe rivelarsi molto frustrante continuare a ricevere...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Crack!

Il gioco del Crack, nato come una specie di nuova versione del Monopoli, si differenzia da quest'ultimo in quanto il vincitore non è colui che riesce ad accumulare più ricchezze bensì a sperperarle il prima possibile, dato che per vincere la partita...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Tris

Il tris è il gioco su foglio di carta più conosciuto al mondo. Sviluppato su una griglia quadrata di 3x3 caselle, il giocatore deve riempire una una casella vuota con il simbolo predefinito. Solitamente, nel gioco, sì hanno due simboli: la X o il cerchio....
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a briscola

Uno dei giochi di carte più diffuso in Italia si chiama briscola. Le regole esistenti da seguire non sono tante, dunque si tratta di un gioco abbastanza semplice. Attraverso la briscola possiamo trascorrere dei momenti di relax, in compagnia degli amici...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Othello

Othello è un gioco da tavolo per due persone inventato nel diciannovesimo secolo, gioco facile da imparare ma difficile da perfezionare, consiste nell'aggirare il vostro avversario e catturare i suoi pezzi. Scopriamo insieme le strategie e i consigli...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Scotland Yard

Molti giochi investigativi sono stati da sempre l'eccezione dei passatempi odierni, c'è tuttavia un gioco che li supera tutti: Scotland Yard. Questo gioco porterà tutti noi nelle magiche strade di Londra in cerca del nostro fuggitivo! L'obbiettivo sarà...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a burraco

Il burraco è un gioco di carte assai diffuso e che appassiona moltissimi amanti delle carte: si gioca con due mazzi di carte francesi, jolly compresi. I giocatori sono 4, divisi in due coppie che si sfidano. Chi è alle prime armi spesso non conosce...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Indovina Chi?

Indicato per i più piccoli, ma divertente anche per i più grandi, "Indovina Chi?" è un gioco molto celebre e conosciuto in tutto il mondo. Le regole sono semplici: i due giocatori, schierati l'uno contro l'altro, pescano la carta di un personaggio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.