Consigli per giocare ad Happy Days

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molti non sanno che la mitica ed amata serie americana Happy Days è approdata anche in un gioco da tavolo uscito sul finire degli anni '70. Il gioco Happy Days presenta dinamiche e regole parecchio semplici da apprendere ed infatti è consigliato proprio ai giovanissimi con età compresa tra 7 ed i 14 anni, sebbene anche i più grandi e nostalgici possano comunque divertirsi ed appassionarsi. Di seguito tutti i consigli per giocare ad Happy Days.

26

Gioca le carte giuste

Giocare con Happy Days significa accattivarsi la simpatica del brillante Fonzie e specialmente occorre conquistare i punti d'oro necessari. Un modo per accumulare punti più velocemente rispetto all' avversario è quello di giocare per bene le carte ' fuori a zonzo ', che faranno arrivare su apposite zone di svago, esattamente come quelle del telefilm (il locale Arnold, la spiaggia, il drive-in e la spiaggia), ed in cambio di un prezzo consentiranno di incrementare i punti.

36

Gioca il bonus

Durante lo svolgimento della partita, giunti nelle apposite aree di svago, un consiglio è quello di giocare la carta ' svegliati ', eventualmente e precedentemente pescata dal mazzo. Infatti, questa carta rappresenta una buona occasione per superare gli avversari, date che essa è pari ad bonus di acquisto che consentirà di maggiorare il punteggio.

Continua la lettura
46

Accumula dollari

Nel gioco Happy Days i dollari possono rappresentare una buona fonte per racimolare i punti d'oro e talvolta possono farli perdere. Per una buona riuscita della partita è bene ricordare che il passaggio per tre volte dalla casella casa farà aggiudicare tre dollari, i quali possono essere convertiti in un punto d' oro. Diversamente, finire sulla casa dell' avversario comporta il lancio del dado ed in caso di 1 o 2 si perde un punto.

56

Vinci la sfida Indianapolis

Una delle parti più divertenti di Happy Days è sicuramente la sfida Indianapolis che si svolge tra due avversari impegnati nel lancio dei dadi e sul percorso di 11 caselle. Durante la sfida bisogna stare molto attenti a non finire nella casella ' perdi un giro ', anche perché il vincitore avrà diritto a due punti d'oro.

66

Entra nel cuore della partita

Per un divertimento assicurato è bene entrare nel cuore dell' atmosfera anni '50 ed infatti Happy days contiene tantissimi riferimenti alla popolarissima ed omonima serie. Una idea potrebbe essere quella di tentare di impersonare i protagonisti principali, come Richard, Potsie o Ralph.
Inoltre, in caso di dubbi sulla modalità di svolgimento, si ricorda che il tabellone contiene le istruzioni a cui si può fare sempre riferimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a The Checkered Game of Life

Il "Gioco della Vita" ideato nel 1860 da Milton Bradley, brillante imprenditore americano versato nel settore dei giochi da tavolo, è stato elaborato con finalità non solo ricreative ma anche etiche. Esso trasmette, infatti, un insegnamento fondamentale:...
Giochi da tavolo

Come giocare a Crash! The bankrupt game

Come giocare a Crash! The Bankrupt game? Crash! È un gioco amato da centinaia di fan in tutto il mondo. Questo spassoso gioco da tavolo è un prodotto made in Italy, infatti il gioco è stato ideato da Giacomo Sottocasa nell'anno 2003. L'artista che...
Giochi da tavolo

Come giocare a Rook

Il Rook è un gioco di società nato nel 1906. Il nome deriva dalla scheda Rook, in primo piano, nel mazzo di 59 carte. È un po' complesso e per questo non adatto ai bambini, ma chiunque vi può giocare divertendosi molto. Una partita implica l'impiego...
Giochi da tavolo

Come Giocare Agli Scacchi Di Capablanca

José Raúl Capablanca y Graupera fu un famoso giocatore di scacchi cubano, che detenne il titolo di campione del mondo dal 1921 al 1927. La passione per il gioco lo prese sin da piccino, vedendo giocare il padre ed assistendo ad un incontro fra due famosi...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Colosseum

Colosseum è un gioco da tavolo pubblicato nel 2007 da Days of Wonder, con le illustrazioni di Julian Devan e Cyrille Daujean. Nel gioco, si vestono i panni di un impresario al tempo dell'antica Roma, con l'obiettivo di attrarre sempre più spettatori...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.