Come studiare una strategia vincente a Uno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

UNO è un gioco da tavolo con le carte oramai conosciuto da tutti; il gioco è molto semplice ed intuitivo, tanto che anche i bambini più piccoli ci giocano. Le regole sono basilari: al giocatore vengono date sette carte, che raffigurano diversi numeri di differenti colori, e lo scopo finale è quello di scartare tutte e sette le carte battendo anche gli altri giocatori seduti al tavolo. Ovviamente esistono numerose strategie che ci possono far vincere velocemente e nella guida che segue, in pochi passi, vedremo come studiare una strategia vincente a Uno.

26

Occorrente

  • Carte UNO
36

Terminare i colori

Le carte presenti nel gioco sono di quattro differenti colori: giallo, rosso, verde e blu. Una volta che avremo ottenuto le carte dal croupier, dovremo cercare di scartare le carte del colore in minoranza nel mazzo. Cercate di non cambiare continuamente colore poiché rischiate di ritrovarvi con più colori e numeri differenti tra le carte del vostro mazzo, e questo non farebbe che rallentare il vostro gioco.

46

Giocare le carte con astuzia

Nel mazzo sono presenti anche le carte chiamate "+2" (che farà pescare due carte al giocatore il cui turno è successivo il nostro) e "+4" (che farà pescare tre carte e permetterà di cambiare al contempo il colore delle carte da scartare). Queste carte vanno giocate solo quando si ha la possibilità di aggiungere altre carte dello stesso seme. Esempio: se giocate un "+2", assicuratevi di avere una copia di questa carta in mano nel mazzo, in modo che se anche altri giocatori giocheranno questa carta e toccherà nuovamente a voi, vedendovi costretti a pescare molte carte, voi potrete aggiungere il "+2", e lasciare l'intera somma al giocatore successivo.

Continua la lettura
56

Non cambiare casualmente colore

Nel mazzo sono presenti anche le carte "cambia colore" (che permettono di scartare carte di un colore differente rispetto a quello che è presente sul tavolo): assicuratevi di non giocare casualmente la carta in questione, ma scartarla solo quando non avete possibilità di cambiare colore e sareste, dunque, costretti a pescare nuove carte. Molto spesso, se si cambia colore con questa carta, soprattutto se gli altri giocatori hanno poche carte in mano, può capitare che il colore scelto cambi in pochi secondi.

66

Gridare "UNO" prima della fine

Molte persone commettono l'errore di non gridare "UNO" quando hanno in mano una sola carta. Questo piccolo errore costerà una penalità: il giocatore infatti dovrà pescare nuovamente quattro carte dal mazzo e magari lasciando agli altri la possibilità di vincita. Altro suggerimento importante: non rivelate mai le vostre carte, il numero ed il colore, a nessuno, potrebbe costarvi la vittoria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a UNO

Uno è un gioco di carte che vede i suoi albori negli Stati Uniti, seppur la sua originalità sia incerta in quanto esistono diversi giochi piuttosto antichi che si basano su meccanismi molto simili. Uno è stato creato da Merle Robbins nel 1971. I giocatori...
Giochi da tavolo

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli

In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi che permettono all'utente di calarsi in una realtà sempre più interattiva, è facile perdere di vista il fascino dell'interazione sociale e dei tradizionali giochi che garantiscono divertimento gratuito...
Giochi da tavolo

Come giocare a UNO

UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre 40 anni fa divertire amici e famiglie. Il numero di giocatori varia da 2 a 10, e i mazzi sono formati da carte numerate colorate (Rosso, Blu, Giallo e Verde) e da altre carte "bonus". Queste ultime...
PC

Come giocare a cava-camicia

Il cava-camicia, conosciuto anche come "straccia camicia" o "strazza camicia" è un semplicissimo gioco di origine settentrionale in cui vengono utilizzate le comuni carte da gioco regionali.L'obiettivo è quello di appropriarsi di tutte le carte presenti...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a scala 40

La scala 40 è uno dei giochi di carte francesi più famosi al mondo. Diffusosi dopo il primo dopoguerra; ha lo scopo di eliminare gli avversari dopo aver effettuato una serie di mani (che corrispondono ai turni). Le regole prevede dai 2 ai 6 partecipanti...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Solo

Solo è un gioco di carte piuttosto popolare, molto simile ad Uno nelle regole ma caratterizzato da un diverso mazzo di carte, di cui alcune simili a quelle di Uno ed alcune nuove. Le regole per giocare a Solo sono piuttosto semplici e il numero dei giocatori...
Giochi da tavolo

Le 5 regole per giocare ad Uno

Uno è un gioco di carte adatto a tutti coloro che vogliono divertirsi senza dover passare troppo tempo a studiare le regole. Giocare a Uno è davvero molto semplice, non a caso è uno dei giochi di carte più apprezzati anche dai giovanissimi. Lo scopo...
Giochi da tavolo

Come giocare a ramino

Durante l'estate è sempre complicato trovare passatempi durante le lunghe pause tra un bagno e l'altro. Certo ci sono i giochi da spiaggia, come il beach volley e il beach soccer. Tuttavia non tutti siamo nati per essere atleti o semplicemente preferiamo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.