Come studiare una strategia vincente a scala 40

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scala 40 è uno dei giochi di carte francesi più famosi al mondo. Diffusosi dopo il primo dopoguerra; ha lo scopo di eliminare gli avversari dopo aver effettuato una serie di mani (che corrispondono ai turni). Le regole prevede dai 2 ai 6 partecipanti che devono avere 13 carte di gioco. Il gioco si divide in due: abbiamo un turno di apertura (in cui si può pescare dal mazzo o dal tavolo di gioco) ed uno di chiusura (che corrisponde all'accoppiamento di tutte le carte in mano ad un giocatore). Ovviamente la riuscita nel gioco è data principalmente dalla fortuna, ma vi sono dei trucchi che aiutano il giocatore ad arrivare alla vittoria. Quali sono? Grazie a questa guida vi spiegheremo come studiare una strategia vincente a scala 40!

26

Occorrente

  • mazzo di carte francesi
36

Fare attenzione alla carta che si pesca dal tavolo

Come sappiamo, ogni avversario deve per regolamento buttare una carta presente nel suo mazzo. Il giocatore successivo può scegliere se pescare dal mazzo o prendere la carta scartata dall'avversario. Ma attenzione, questo gesto può rivelarsi fatale! Infatti pescando la carta dal tavolo si danno dei chiari indirizzi sul proprio gioco agli avversari seduti con voi. Si consiglia di raccogliere lo scarto solo nel momento in cui si può usare per chiedere subito una sequenza o una combinazione. Questo permette di destare meno sospetti e proseguire tranquillamente la mano.

46

Osservare la carta che l'avversario scarta

Come detto in precedenza lo scarto è un chiaro indizio sul tipo di gioco che si sta effettuando. Di conseguenza la carta buttata dall'avversario ci aiuta a capire le sue intenzioni. Quest'ultimo ci può anche imbrogliare, soprattutto durante le prime mani, gettando una "carta-esca". Questa prassi riguarda solitamente i primi due turni di gioco; di conseguenza, se si volesse vincere a scala 40, non bisogna dare piena considerazione di queste carte perché possono essere una trappola e farci sbagliare!

Continua la lettura
56

Non ipotizzare una vittoria sicura

A scala 40 contano i fatti e non eventuali ipotesi! Bisogna giocare con una mentalità decisa ed aspettarsi che le carte ci assistano per arrivare alla vittoria. Di conseguenza sconsigliamo di giocare con un tipo di pensiero ottimista e sicuro di sè, esempio "adesso pesco questa carta e chiudo". Purtroppo in questo gioco non funziona così. Si consiglia di attuare un gioco che si mostri più difensivo. Ma in che senso? Bisogna mostrarsi meno sicuri di se e restare con poche carte in mano ed accoppiate, in modo tale da evitare una chiusura da parte dell'avversario. Si consiglia, di conseguenza, di mettere in atto la strategia usata nel burraco.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • fare attenzione alle carte gettate

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Uno

UNO è un gioco da tavolo con le carte oramai conosciuto da tutti; il gioco è molto semplice ed intuitivo, tanto che anche i bambini più piccoli ci giocano. Le regole sono basilari: al giocatore vengono date sette carte, che raffigurano diversi numeri...
Giochi da tavolo

Come creare una strategia vincente a FutuRisiko

FutuRisiko è il gioco da tavola di strategia per eccellenza. L'obiettivo è conquistare il mondo (o almeno la maggior parte di esso), ma il gioco è talmente bello che ha finito con il conquistare centinaia di migliaia di giocatori in tutta Italia. Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Backgammon

"Backgammon", anche detto "Tric-Trac" secondo la tradizione italiana, è un celebre gioco da tavolo nato più di 5000 anni fa in Mesopotamia. La variante classica del gioco consiste in una sfida tra due giocatori dotati ognuno di 15 pedine, le quali dovranno...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Go

ll gioco di Go si presenta sui nostri tavoli come un gioco altamente strategico. Di facile intuizione, questo antico gioco, serberà nella nostra mente tutto il meccanismo di una vincita determinante. Tuttavia, per potervi riuscire, abbiamo bisogno di...
PC

Come giocare a cava-camicia

Il cava-camicia, conosciuto anche come "straccia camicia" o "strazza camicia" è un semplicissimo gioco di origine settentrionale in cui vengono utilizzate le comuni carte da gioco regionali.L'obiettivo è quello di appropriarsi di tutte le carte presenti...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Poker Omaha

Esistole diverse varianti di Poker, una di questa è sicuramente lo Omaha. Questo si basa sulle conoscenze del Texas Hold'em ma che si differenziano per la loro strategia di gioco. La differenza più evidente è possedere quattro carte incede che due....
Giochi da tavolo

Come giocare a UNO

UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre 40 anni fa divertire amici e famiglie. Il numero di giocatori varia da 2 a 10, e i mazzi sono formati da carte numerate colorate (Rosso, Blu, Giallo e Verde) e da altre carte "bonus". Queste ultime...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Senet

Senet è uno dei giochi da tavolo più antichi del genere umano. Esso infatti risale probabilmente al 3300 a. C. ed era giocato nell'Antico Egitto. Vagamente simile al backgammon, le sue regole originali rimangono ignote ancora oggi, ma due appassionati...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.