Come studiare una strategia vincente a Ostrakon

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Ostrakon è un gioco di società molto particolare, in cui ogni giocatore interpreta un filosofo, che a turno risponde ai grandi quesiti esistenziali. Il gioco ha poche e semplici componenti: essenzialmente un tabellone e le carte. Fruibile dai dieci anni, è però consigliato almeno dai sedici: in ogni caso è preferibile riunire giocatori di età simili. Il numero di partecipanti varia da cinque a dodici e uno degli aspetti più interessanti del gioco è che possiede una aleatorietà molto bassa. Vediamo a questo punto come studiare una strategia vincente ad Ostrakon!

24

Allenare la capacità oratoria

L'abilità oratoria non appartiene a tutti: essa richiede anni di letture e di studi, per questo motivo chi avrà studiato al liceo classico partirà solitamente avvantaggiato. Ma - per così dire - non è detta l'ultima parola: si può avere una certa predisposizione nell'arte del parlare o leggere alcuni autori (classici e non) che individuano i tratti più importanti di questa disciplina. Ci potrà volere del tempo, ma praticando il gioco con una certa frequenza (provando anche da soli) si troveranno sempre nuovi modi per porre domande controverse, esponendo i dati a favore o a sfavore di una specifica tematica.

34

Stimolare l'intuito

Per vincere ad Ostrakon è indispensabile avanzare nelle rispettive caselle. Nel fare ciò, oltre ad una buona capacità oratoria, servirà una certa dose di intuito. L'importante, infatti, è riuscire ad individuare quale risposta potrà essere quella vincente. Anche in questo caso, si possono possedere una predisposizione o nozioni scolastiche, altrimenti non sarà inutile fare qualche lettura per venire a conoscenza dei temi più dibattuti in ambito filosofico. In questo modo, si avranno molti più strumenti per interagire con gli altri "filosofi" e per ottenere l'avanzamento delle caselle.

Continua la lettura
44

Utilizzare le regole speciali

Soprattutto negli ultimi turni di gioco, l'impiego delle regole speciali può determinare la vittoria di un giocatore. Esse possono essere attivate solo su alcune carte o per volontà del mazziere. Le due regole più importanti sono "Corruzione" e "Seguace". Con la prima, il filosofo è nella condizione di scegliere il numero di avversari che dovranno votare come lui; con la seconda, il filosofo fuori turno diviene appunto seguace del filosofo di turno e avanza con lui dello stesso numero di caselle. Con la carta "Oracolo", il filosofo obbliga gli altri giocatori a dichiarare il proprio voto in anticipo, regolando così la propria decisione. Infine, con la carta "Inganno", il filosofo è in grado di cambiare il proprio voto. Utilizzate dunque queste opzioni con molta intelligenza e astuzia, poiché è appunto con queste che potrete sperare di vincere!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Risiko

Se parliamo di giochi da tavolo, Risiko fa parte dei grandi classici. Qualche anno fa si organizzavano delle avvincenti sfide in famiglia o tra amici durante le festività natalizie e i compleanni. Ultimamente questo interessantissimo gioco di strategia...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Passa la bomba

Durante le giornate caratterizzate dal maltempo, è veramente meraviglioso trascorrere qualche ora giocando con gli amici e/o i familiari. I giochi da tavolo ai quali poter giocare in allegria sono davvero numerosi, dunque si ha proprio l'imbarazzo della...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Go

ll gioco di Go si presenta sui nostri tavoli come un gioco altamente strategico. Di facile intuizione, questo antico gioco, serberà nella nostra mente tutto il meccanismo di una vincita determinante. Tuttavia, per potervi riuscire, abbiamo bisogno di...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Le Havre

Un gioco da tavola molto conosciuto, Le Havre ha come obbiettivo quello di costruire delle navi e conquistare ricchezze. Come studiare una strategia vincente non è una delle domande più facili alla quale rispondere per questo gioco da tavola, sono infatti...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Ramino

Ramino è un gioco di carte di probabile origine anglosassone, che è molto conosciuto e amato ormai da tutto il mondo, per passare dei momenti in allegra compagnia. Si organizzano spesso anche dei tornei in cui oltre alla fortuna svolge un ruolo importante...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Terra Mystica

Gioco da tavolo che ormai raggiunto la fama mondiale, Terra Mystica convince anche i giocatori italiani abbattendo tutte le barriere di apparente complessità di gioco ed eccessiva astrattezza di ambientazione. Non a caso è ben stabile al secondo posto...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Backgammon

"Backgammon", anche detto "Tric-Trac" secondo la tradizione italiana, è un celebre gioco da tavolo nato più di 5000 anni fa in Mesopotamia. La variante classica del gioco consiste in una sfida tra due giocatori dotati ognuno di 15 pedine, le quali dovranno...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Settlers of Catan

Come per la maggior parte dei giochi, anche per Settlers of Catan è necessario pianificare una strategia di successo. Esistono diverse tattiche che sapientemente combinate miglioreranno notevolmente il gioco. Sarebbero tanti gli aspetti da trattare per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.