Come studiare una strategia vincente a la Isla

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

La Isla è un gioco da tavolo caratterizzato da regole piuttosto semplici in cui vestirete i panni di esploratori che, giunti su un atollo inesplorato, si troveranno di fronte ad animali ritenuti estinti e si impegneranno per trovarne il più possibile. In questo gioco rivivranno il Dodo, la Farfalla Gufo, il Rospo Dorato e tanti altri ancora. Si tratta di un simpatico passatempo per trascorrere serate in compagnia di amici. Nella seguente guida, passo dopo passo, vi spiegheremo come si articola il gioco e come studiare una strategia vincente a la Isla.

24

Scegliere la carta da utilizzare

Dopo il set up in cui si compone casualmente l'isola e si posiziona una tessera animale a caso su ciascun territorio, ha inizio il gioco vero e proprio. A ciascun giocatore viene assegnato una risorsa per colore e 5 dei suoi esploratori. Il gioco è costituito da un numero indefinito di turni durante i quali vengono pescate 3 carte e poi si svolge la fase dell'azione. Dopo aver effettuato la pesca, il giocatore dovrà scegliere come utilizzare la carta rispettando una precisa strategia. Ciascuna carta rappresenta l'abilità che può fornire, la risorsa che può essere presa e l'animale che può avanzare sul tabellone. Il giocatore, dopo averle posizionate nel suo portacarte, dovrà scegliere quale utilizzare nelle diverse fasi.

34

Eseguire le azioni tattiche

La casualità della pesca viene mitigata dai poteri speciale che alcune carte offrono ed all'abilità di ciascun giocatore nell'utilizzare tali bonus. Il gioco è molto tattico e permette di elaborare strategie a breve e medio termine. Dopo questa fase iniziale, si entra nel vivo del gioco e prende avvio la fase delle azioni. La carta che viene scelta per la fase A deve essere posizionata nel portacarte rendendo visibile l'abilità che essa regala; nella fase B invece la carta darà la risorsa del colore corrispondente e poi verrà scartata. Nella fase C invece è possibile spendere una coppia di risorse uguali in modo da muovere l'esploratore.

Continua la lettura
44

Rinunciare ai benefici meno utili

Quando tutti hanno piazzato un proprio esploratore prende avvio la fase D in cui viene fatto avanzare il segnalino dell'animale sul cartellone. Ciascun giocatore otterrà un numero di punti vittoria pari al numero di tessere di quell'animale possedute. Terminata questa fase, ha inizio un nuovo turno. Il vincitore sarà colui che, al termine del gioco, avrà ottenuto il maggior numero di punti vittoria. Dal momento che è possibile tenere nel proprio slot un numero di carte non superiore a 3, di volta in volta bisognerà scartarne una e rinunciare pertanto ad un determinato beneficio, generalmente quello ritenuto più inutile ai fini della vittoria.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Risiko

Se parliamo di giochi da tavolo, Risiko fa parte dei grandi classici. Qualche anno fa si organizzavano delle avvincenti sfide in famiglia o tra amici durante le festività natalizie e i compleanni. Ultimamente questo interessantissimo gioco di strategia...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Passa la bomba

Durante le giornate caratterizzate dal maltempo, è veramente meraviglioso trascorrere qualche ora giocando con gli amici e/o i familiari. I giochi da tavolo ai quali poter giocare in allegria sono davvero numerosi, dunque si ha proprio l'imbarazzo della...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Go

ll gioco di Go si presenta sui nostri tavoli come un gioco altamente strategico. Di facile intuizione, questo antico gioco, serberà nella nostra mente tutto il meccanismo di una vincita determinante. Tuttavia, per potervi riuscire, abbiamo bisogno di...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Ubongo

Ubongo è un gioco da tavolo il cui scopo è riuscire ad avere più gemme dello stesso colore. La difficoltà però sta nel riuscire a studiare come incastrare dei pezzi, spostare la propria pedina alternandola tra le file e prendere due gemme colorate...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Le Havre

Un gioco da tavola molto conosciuto, Le Havre ha come obbiettivo quello di costruire delle navi e conquistare ricchezze. Come studiare una strategia vincente non è una delle domande più facili alla quale rispondere per questo gioco da tavola, sono infatti...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Ramino

Ramino è un gioco di carte di probabile origine anglosassone, che è molto conosciuto e amato ormai da tutto il mondo, per passare dei momenti in allegra compagnia. Si organizzano spesso anche dei tornei in cui oltre alla fortuna svolge un ruolo importante...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Terra Mystica

Gioco da tavolo che ormai raggiunto la fama mondiale, Terra Mystica convince anche i giocatori italiani abbattendo tutte le barriere di apparente complessità di gioco ed eccessiva astrattezza di ambientazione. Non a caso è ben stabile al secondo posto...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Backgammon

"Backgammon", anche detto "Tric-Trac" secondo la tradizione italiana, è un celebre gioco da tavolo nato più di 5000 anni fa in Mesopotamia. La variante classica del gioco consiste in una sfida tra due giocatori dotati ognuno di 15 pedine, le quali dovranno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.