Come studiare una strategia vincente a Bluff

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Bluff è un gioco da tavolo, conosciuto comunemente con il nome di Dubito. Si tratta di un gioco piuttosto semplice ma che richiede l'abilità di riconoscere i bluff degli avversari, capendo dunque quando i giocatori dicono o meno la verità in merito alle carte che giocano nei diversi turni della partita. Si tratta dunque di un gioco molto simpatico per trascorrere delle serata a casa in compagnia di amici e parenti, senza però rinunciare al divertimento. Possono partecipare al gioco molte persone, da un minimo di tre. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo come studiare una strategia vincente a Bluff.

24

Osservare le carte in proprio possesso

Prima di cominciare a giocare a Bluff, è necessario avere a disposizione un mazzo composto da 52 carte. In particolare, è possibile utilizzare sia un mazzo di scala 40 che di pinnacola ma anche semplicemente delle carte italiane. Fatto ciò, occorrerà decidere chi tra i giocatori svolgerà il ruolo di mazziere che procederà alla distribuzione delle carte a due a due a ciascun partecipante, in senso antiorario, scartando le eventuali carte che avanzano. Dopo l'avvenuta distribuzione delle carte, ciascun giocatore dovrà osservare attentamente le carte in suo possesso ed elaborare una strategia sulla base delle stesse.

34

Rimanere impassibili per non essere scoperti

Il giocatore che scopre di essere in possesso dell'asso di cuore, deve comunicarlo agli altri partecipanti e posizionare la carta al centro del tavolo, gridando "uno". Il giocatore che si trova sulla destra dovrà dire "due" e così via, sempre posizionando le carte coperte al centro del tavolo. Il gioco prosegue in tal modo e il giocatore che non possiede la carta successiva può tranquillamente bluffare dichiarando, ad esempio, "tre" mentre la carta ha un valore diverso. Gli avversarsi possono, in qualsiasi momento, dire "dubito", anche osservando le espressioni del giocatore. È importante durante il gioco rimanere impassibili, per evitare di essere scoperti in caso di bluff.

Continua la lettura
44

Prestare attenzione alle mosse degli avversari

Quando uno dei partecipanti dichiara di dubitare, la carta dovrà essere scoperta: se il giocatore ha bluffato, dovrà raccogliere tutte le carte accumulatesi al centro del tavolo; in caso contrario, sarà colui che ha dubitato a dover raccogliere tutte le carte. Vince chi, per primo, rimane senza carte. In questo gioco è molto importante saper bluffare: ciò è possibile ingannando gli avversari o essendo abili nel capire quando gli altri partecipanti pongono in essere un bluff. È bene essere sempre molto attenti durante lo svolgimento del gioco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Risiko

Se parliamo di giochi da tavolo, Risiko fa parte dei grandi classici. Qualche anno fa si organizzavano delle avvincenti sfide in famiglia o tra amici durante le festività natalizie e i compleanni. Ultimamente questo interessantissimo gioco di strategia...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Passa la bomba

Durante le giornate caratterizzate dal maltempo, è veramente meraviglioso trascorrere qualche ora giocando con gli amici e/o i familiari. I giochi da tavolo ai quali poter giocare in allegria sono davvero numerosi, dunque si ha proprio l'imbarazzo della...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Go

ll gioco di Go si presenta sui nostri tavoli come un gioco altamente strategico. Di facile intuizione, questo antico gioco, serberà nella nostra mente tutto il meccanismo di una vincita determinante. Tuttavia, per potervi riuscire, abbiamo bisogno di...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Le Havre

Un gioco da tavola molto conosciuto, Le Havre ha come obbiettivo quello di costruire delle navi e conquistare ricchezze. Come studiare una strategia vincente non è una delle domande più facili alla quale rispondere per questo gioco da tavola, sono infatti...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Ramino

Ramino è un gioco di carte di probabile origine anglosassone, che è molto conosciuto e amato ormai da tutto il mondo, per passare dei momenti in allegra compagnia. Si organizzano spesso anche dei tornei in cui oltre alla fortuna svolge un ruolo importante...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Terra Mystica

Gioco da tavolo che ormai raggiunto la fama mondiale, Terra Mystica convince anche i giocatori italiani abbattendo tutte le barriere di apparente complessità di gioco ed eccessiva astrattezza di ambientazione. Non a caso è ben stabile al secondo posto...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Backgammon

"Backgammon", anche detto "Tric-Trac" secondo la tradizione italiana, è un celebre gioco da tavolo nato più di 5000 anni fa in Mesopotamia. La variante classica del gioco consiste in una sfida tra due giocatori dotati ognuno di 15 pedine, le quali dovranno...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Settlers of Catan

Come per la maggior parte dei giochi, anche per Settlers of Catan è necessario pianificare una strategia di successo. Esistono diverse tattiche che sapientemente combinate miglioreranno notevolmente il gioco. Sarebbero tanti gli aspetti da trattare per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.