Come stimare il valore delle carte Pokemon

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Negli anni '90 eravate dei bambini? Sì? Allora molto probabilmente non siete rimasti immuni dal fascino delle carte dei Pokemon! Se in passato queste coloratissime tessere sono servite a farvi trascorrere spensierati pomeriggi tra i vostri coetanei battagliando per ottenere la vittoria, oggi potrebbero aiutarvi a realizzare dei sogni e degli obiettivi un po' più concreti: sapete che esistono carte Pokemon il cui costo si aggira sui 20 mila dollari? Se siete curiosi di scoprire come stimare il valore della vostra si spera preziosa collezione di tessere, in questo articolo troverete alcuni utili suggerimenti per farvi una prima idea circa il pregio della raccolta in vostro possesso.

27

Occorrente

  • Carte Pokemon
37

Guardare il simbolo in calce

Tutte le carte Pokemon erano corredate da un simbolo posto solitamente in calce alla figurina. Se in basso a destra la vostra tessera riporta un cerchietto o l'effige di un diamante allora siete in possesso di una carta oltremodo comune e, come tale, di scarso valore. Se invece sulla carta dovessero apparire da una stella a tre stelle o la lettera "H" siete al cospetto di una figurina che molto probabilmente merita tutta la vostra attenzione. In sostanza una prima e sommaria stima delle vostre carte Pokemon vi permetterebbe di scartare da una eventuale vendita le tessere riportanti un cerchietto nero (in assoluto le più comuni dato che mediamente se ne trovavano 7 per pacchetto), di non aspettarvi molto da una carta contrassegnata dal simbolo del diamante (diffusa ma pur sempre meno comune rispetto alla precedente: in genere ne venivano distribuite 3 per pacchetto), di cominciare a gioire alla vista di una tessera con stella nera (mediamente se ne poteva trovare soltanto una per confezione: ecco perché si tratta già di una rarità), per essere infine esultanti davanti ad una carta con tre stelle nere o lettera H che, lo sapete bene se siete stati dei giocatori, era alquanto difficile reperire nell'incarto. La presenza di altri simboli in calce infine ha storia a sé e va quindi valutata dopo più attente e scrupolose ricerche (in questo caso infatti ciascuna tessera può avere valore oscillante tra pochi cent e qualche centinaio di dollari).

47

Esaminare la lucentezza della carta

Le carte opache, ovviamente le più diffuse, sono anche quelle di minor valore. Per sperare di ottenere una buona stima della vostra collezione di figurine dovrete possedere un certo numero di carte Pokemon holofoil, ossia luccicanti. Nelle carte "holo" (così le chiamano i collezionisti) la parte lucida potrà essere distribuita sul bordo, sul disegno o semplicemente sullo sfondo (in questo caso il gergo tecnico prevede l'uso del termine "reverse holo"). In genere le carte lucide sono corredate dal simbolo della stella e per comprendere la loro rarità basterà pensare che in media se ne poteva trovare una soltanto dopo aver scartato ben 3 confezioni di card... Insomma, non proprio una passeggiata!

Continua la lettura
57

Cercare simboli e sigle vicino al nome del Pokemon

Quando vicino al nome del Pokemon, puntualmente riportato sulla carta da gioco, appaiono dei simboli (una stella bianca) o delle particolari sigle ("LV. X") o ancora delle parole ("ex" o "Legend") potete stare sicuri di aver trovato una card che per i collezionisti possa rivestire una discreta importanza e quindi rappresentare per voi una probabile fonte di guadagno.

67

Osservare il numero di serie

Un po' come avviene per le banconote, anche per le carte dei Pokemon il numero di serie riveste una certa importanza. Solitamente le card più rare sono caratterizzate, oltre che dai suddetti parametri, anche dalla presenza di numeri disposti in ordine decrescente (per essere chiari 89/88). Quando la tessera è davvero degna di nota, insieme al numero di serie, compare anche la sigla "SH", dicitura che in genere caratterizza le reverse holo. In ultimo ricordate che le carte di maggior pregio sono quelle più antiche, ossia le prime ad essere state stampate.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate sempre che, come avviene per tutti gli oggetti da collezione, il valore degli stessi è determinato anche dallo stato di conservazione: possedere delle tessere rare ma rovinate infatti non vi consentirà di ricavare tanto dalla loro eventuale vendita.
  • La carta Pokemon più rara è senza dubbio l'illustrator di Pikachu distribuita durante il Pokemon Card Illustration Contest: ne esistono soltanto 6 in tutto il mondo e se per caso ne possedeste una significherebbe che, oltre ad essere stati premiati nel corso della manifestazione, avete a disposizione una vera e propria fortuna, la cui stima si aggira sui 20 mila dollari.
  • Ovviamente la stima esatta della carta in vostro possesso oscillerà in funzione della combinazione dei parametri di valutazione qui elencati e delle richieste di mercato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

3DS

Come vincere contro Rosso in Pokémon Oro

I giochi Pokémon, adatti a persone di ogni età, contengono numerose sfide (più o meno impegnative) che il giocatore può affrontare nel corso dell'avventura o al termine di essa.Una di quelle più note nella famosa serie di Game Freak è sicuramente...
Giochi da tavolo

Come giocare con le carte dei Pokemon

Il gioco di carte dei Pokemon è nato nel 1996 e da allora ha avuto un enorme successo, arrivando in ogni parte del mondo. Il gioco è tornato in auge negli ultimi anni, grazie anche al successo di Pokemon Go. Vedremo in questa guida come giocare seguendo...
XBox

Consigli per ottenere Pokemon Shiny in Pokemon Rubino Omega e Zaffiro Alpha

Pokemon Rubino Omega e Zaffiro Alpha sono i penultimi videogiochi usciti basati sul fantastico mondo dei Pokemon. Li troviamo esclusivamente sulla console portatile Nintendo 3DS dal Novembre del 2014. Come ormai la serie ci ha abituato, anche in questi...
iPhone e iPad

Pokemon Go: i 5 Pokemon più rari

Pokemon Go è un gioco per Android e iOs che sfrutta la realtà aumentata e permette di cercare e catturare Pokemon semplicemente andando in giro. È diventato un tormentone e ormai ci giocano quasi tutti, anche gli scettici della prima ora.Il primo periodo...
PlayStation

Come battere i superquattro in Pokémon Bianco

Finalmente hai raccolto tutte e 8 le medaglie della regione di Unima sconfiggendo tutti i capopalestra e facendo crescere sempre di più il livello della tua squadra. Quando si hanno le 8 medaglie si ha l'accesso alla Lega di Unima, in cui sarà possibile...
PlayStation

Come battere Omar in Pokémon Platino

Se sei nel gioco Pokèmon Platino e sei arrivato finalmente a Pratopoli, dopo un giro di esplorazione nella città, una visita al suo centro medico e delle piacevoli chiacchiere con dei passanti, sicuramente sarai pronto per affrontare e combattere il...
PlayStation

Come iniziare Pokémon Bianco

Pokémon bianco fa parte della quinta generazione Pokémon ed introduce 156 Pokémon nuovi. Iniziare Pokémon Bianco vuol dire catapultarsi in un mondo pieno di speranze, sogni, scoperte e meravigliose avventure. Nel gioco del Pokèmon bianco, troveremo...
3DS

Come catturare Reshiram e Zekrom di livello 70 in Pokemon Bianco e Nero 2

I Pokemon sono una delle serie di videogiochi e televisive più amate di sempre. Prendono il nome dall'unione di pocket e monster. Questi mostriciattoli portatili nascono dalla mente Satoshi Tajiri, appassionato collezionista di insetti. Arrivano così...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.