Come si gioca ad Halli galli

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Benvenuti in questa rapida guida per comprendere in maniera concisa come giocare ad Halli galli. Questo è un gioco che sta per compiere 30 anni di vita e nonostante questa longevità non ha vissuto, in Italia, una grande popolarità anche se è stato pubblicato in più tentativi da più case e con vari nomi, anche diversi dall'originale.

24

Introduzione

Halli galli è un gioco creato da Haim Shafir nel 1991 ed è un gioco di carte che ha avuto la massima popolarità in Germania. Il gioco è composto da un mazzo di 56 carte divisi in quattro semi, che sono prugna, fragola, limone e banana. Si può giocare da una a sei persone contemporaneamente e non ha una difficoltà elevata tanto che tra i consigli viene indicata come età minima per capire correttamente il gioco quella di 10 anni. Le partite inoltre sono abbastanza rapide, i siti di esperti indicano come durata media quella di 15 minuti. Le partite possono dilungarsi di più in caso di fortuna particolarmente avversa nell'uscita delle carte ma, solitamente, è abbastanza sbrigativo poiché il numero di carte non è molto elevato e quindi 5 carte dello stesso "frutto" escono abbastanza velocemente, soprattutto se il numero di giocatori tende al massimo.

34

Regole

Per giocare bisogna iniziare distribuendo tutte le carte disponibili, che in precedenza devono essere mescolate, ai giocatori, che ricordiamo possono essere massimo sei. Distribuite le carte deve essere messo al centro del tavolo da gioco il campanello "da hall di albergo" che viene venduto assieme alle carte da gioco. A turno, girando in senso orario, il giocatore scopre la prima carta del proprio mazzo e la mette davanti a sé. Il primo giocatore che individua, tra tutte le carte scoperte, cinque carte dello stesso seme, o meglio dire frutto, tra tutte le carte scoperte deve suonare il campanello posto al centro del tavolo. Colui che suona per primo correttamente vince tutte le carte scoperte fino a quel momento e le pone sotto al proprio mazzo. Se invece sbaglia deve regalare una carta del proprio mazzo ad ognuno degli altri giocatori. Si perde quando le carte del mazzo finiscono e un giocatore vince quando riesce ad eliminare tutti gli altri giocatori e quindi possiede tutte le 56 carte del mazzo.

Continua la lettura
44

Divertimento

Il gioco, seppur nella poca casualità che offre che alla lunga potrebbe portare le partite ad essere abbastanza ripetitive, soprattutto se avete un ragazzo eccessivamente fortunato nella comitiva, è molto simpatico ed originale. La parte più interessante è data dal fatto che basta un mazzo di carte generico composto da 4 semi, che può contare almeno 56 carte, ed un campanellino per poter giocare anche senza dover obbligatoriamente comprare il gioco originale, e quindi spendendo soldi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come si gioca a Shanghai

Tra i giochi più famosi, ai quali avremo senz'altro preso parte durante una festa o in occasione del Natale, figura il celebre Shanghai (o Mikado Game). Esso si compone di una serie di bastoncini, ciascuno dei quali ha un punteggio diverso in base al...
Giochi da tavolo

Come si gioca a The Game

The Game, in italiano "il gioco", è un gioco nato nel regno unito e che ha l'ambizione di conquistare il mondo. Una volta che si inizia a giocare non si può più tornare indietro. Non serve assolutamente nulla per giocare, anche se è gradita una buona...
Giochi da tavolo

Come si gioca a carambola

La carambola è un gioco che si può praticare in un qualsiasi tavolo da biliardo classico. Questa, a differenza della versione più conosciuta, permette solo a 2 persone di giocare. Qui sarà possibile utilizzare di solo 3 palle (solitamente di colore...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Carcassonne

Carcassonne è un gioco da tavolo che prende il nome dall'omonima città della Francia famosa per le sue mura e le sue fortificazioni ed ambientato in epoca medievale. Lo scopo del gioco sarà quello di ricreare dei paesaggi medievali attraverso delle...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Bicchieri sprint

Ideato da Haim Shafir ed illustrato da Yaniv Shimoni e da Barbara Spelger, bicchieri sprint è un gioco semplice e veloce di destrezza del 2013 in cui i partecipanti hanno come scopo finale, quello di essere più rapidi degli altri concorrenti a disporre...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Game of thrones - Board game

Il Trono di Spade ha avuto un successo incredibile con l'uscita dell'omonima serie TV ispirata ai romanzi di George R. R. Martin, tanto che oltre ai gadget, agli eventi dedicati e quanto altro, il gioco da tavolo - uscito nel 2003 - è andato incontro...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Passa la bomba junior

Al giorno d'oggi i giochi da tavolo rappresentano indubbiamente uno dei passatempi preferiti di sempre. Sono infatti davvero tantissime le persone che, nonostante i continui sviluppi tecnologici e la costante diffusione di dispositivi elettronici, si...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Brick Quest

Brick Quest è un gioco da tavolo di roleplaying di genere fantasy, che utilizza pezzi del tipo dei Lego per creare uno scenario in cui svolgere combattimenti, imprese e vicende del genere, naturalmente su scala inferiore al reale. I giocatori possono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.