Come Muovere I Pezzi Degli Scacchi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Il gioco degli scacchi è uno dei più diffusi al mondo, dove a far da padrona è l'intelligenza, assieme alla capacità della mente di intuire quale sarà la prossima mossa dell'avversario. Gli scacchi non sono un gioco facilissimo ed alla portata di tutti, differentemente dal gioco della dama in cui ogni pedina segue le stesse direzioni di movimento di tutte le altre: nel gioco degli scacchi, infatti, bisogna conoscere bene ogni pedina sulla scacchiera, perché sono tutte diverse tra loro ed ognuna segue una precisa e propria direzione! In questa guida andrò a spiegarti come funzionano gli spostamenti dei vari gruppi di pezzi del gioco sulla scacchiera, in modo da fornirti le basi per giocare. Vediamo insieme come muovere i pezzi degli scacchi, così che anche tu possa diventare un bravo giocatore e magari, un giorno, chissà, un vero professionista!

25

Occorrente

  • Scacchi
35

Nel gioco degli scacchi ci sono in tutto trentadue pezzi, che si dividono tra bianchi e neri. Sedici pezzi vanno ad un giocatore, gli altri sedici all'altro. Le due "squadre" sono dunque colorate differentemente, una è la bianca, l'altra è la nera. Ricorda il bianco parte sempre per primo. Le pedine vanno disposte su due file, all'estremità della scacchiera. Le pedine "speciali" (i personaggi più importanti ed elaborati del gioco) stanno sulla fila posteriore, i pedoni, i pezzi più piccoli, stanno invece sulla fila anteriore.

45

Vediamo subito come si muovono i pezzi, categoria per categoria!
I pedoni si muovono di una sola casella in avanti; il primo pedone a muoversi nel gioco, però, può spostarsi di due caselle in avanti, per la prima ed ultima volta nel gioco! Insomma, il primo a muoversi è "avvantaggiato", se lo si desidera. Possono mangiare solo in diagonale, ma che siano comunque su caselle adiacenti. Quando mangiano un pezzo avversario, di qualunque tipo, ne prendono il posto.

Continua la lettura
55

Le torri si possono muovere solo in verticale e in orizzontale, senza limiti di spazi, di quante caselle vogliono. Anche loro, come ogni altro pezzo della scacchiera, quando mangia un pezzo avversario ne prendono il posto.
I cavalli, invece, si spostano formando una L (guarda l'immagine) ed in tutte le direzioni. Basta che formino una L.
Gli alfieri si possono spostare solo in diagonale, senza limiti di spazi, come le torri.
La regina (o donna) si può spostare in qualsiasi direzione e senza limiti: è il pezzo più potente e temibile della scacchiera, proprio perché può fare tutto ciò che vuole!
Il re, invece, si può anch'esso spostare in ogni direzione, ma di una sola casella. Attenzione a proteggerlo, una volta mangiato o in pericolo irremovibile... Il gioco è terminato!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Makruk

Il gioco degli scacchi altro non è che una versione più moderna del makruk. Quest'ultimo, ad oggi molto diffuso nell'area del sud - est asiatico (principalmente in Thailandia e nella vicina Cambogia) consta di regole ben precise che andremo ad esaminare...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a scacchi

Per arrivare ad avere una totale padronanza del gioco degli scacchi, che è uno fra i più antichi e complessi giochi da tavolo, occorrono senz'altro molti anni di dedizione ed esperienza. Tuttavia, se il nostro obiettivo non è quello di diventare dei...
Giochi da tavolo

Sport: Le regole del gioco degli scacchi

All'interno di questa breve guida, come avrete sicuramente compreso dal titolo della stessa, andremo a dedicarci a uno specifico sport, particolare, in quanto non di movimento, ma di ragionamento: gli scacchi. Andremo a spiegare quali sono le regole del...
Giochi da tavolo

5 errori da evitare in una partita a scacchi

Giocare una partita a scacchi significa isolarsi per un po di tempo dal mondo.Questo gioco, infatti, richiede grandi capacità ma anche tanta concentrazione.Nonostante ciò sono molti gli errori di distrazione o tattica che commettono gli scacchisti e...
Giochi da tavolo

10 tattiche per vincere a scacchi

Nato probabilmente in India nel VI secolo, il gioco degli scacchi ebbe nel mondo arabo e nel continente europeo un successo indescrivibile, tanto che per la sua diffusione in ogni ambiente fu considerato un vizio da cui rifuggire. Ai nostri tempi, al...
Giochi da tavolo

Come fare un Arrocco a scacchi

L'arrocco è una delle mosse tattiche più importanti nel gioco degli scacchi. È l'unica mossa nella quale un giocatore può spostare contemporaneamente due pezzi in un'unica mossa. Prima di fare questa mossa tuttavia, è necessario controllare di avere...
Giochi da tavolo

Come Giocare Agli Scacchi Di Capablanca

José Raúl Capablanca y Graupera fu un famoso giocatore di scacchi cubano, che detenne il titolo di campione del mondo dal 1921 al 1927. La passione per il gioco lo prese sin da piccino, vedendo giocare il padre ed assistendo ad un incontro fra due famosi...
Giochi da tavolo

Scacchi: 5 strategie vincenti

Gli scacchi sono un gioco da tavola antichissimo, che risale al VI secolo e grazie alla cultura Araba si sono diffusi in tutta Europa. È sempre stato un gioco a due avversari, associato ad abilità di concentrazione, mosse studiate e astuzia. Nonostante...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.