Come giocare con le carte dei Pokemon

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il gioco di carte dei Pokemon è nato nel 1996 e da allora ha avuto un enorme successo, arrivando in ogni parte del mondo. Il gioco è tornato in auge negli ultimi anni, grazie anche al successo di Pokemon Go. Vedremo in questa guida come giocare seguendo le regole ufficiali del gioco. Si può definire come una versione più semplice di quello che è il gioco di carte collezionabili più famoso al mondo: Magic: the gathering.

27

Occorrente

  • 2 Mazzi di carte dei Pokemon
  • Una moneta
  • Segnalini per i danni
37

Le carte

Al gioco di carte di Pokemon si gioca in due. Uno contro uno. Ogni giocatore ha un mazzo con un minimo di 60 carte. Le carte sono di vario tipo. Ci sono le energie, i Pokemon e le carte allenatore.
Le energie sono di diverse tipologie (normale, acqua, fuoco, erba, elettro etc) ognuna delle quali serve per sfruttare gli attacchi dei diversi Pokemon. I Pokemon si suddividono in Pokemon base, fase 1, fase 2, Turbo. Possono essere inoltre EX, Megaevoluzione o GX.
I Pokemon base sono quelli che possiamo giocare subito. I Pokemon fase 1 si evolvono dai Pokemon base. I Pokemon fase 2 si evolvono dai Pokemon fase 1. I Pokemon turbo solitamente si evolvono dai Pokemon fase 2. Le carte Allenatore si suddividono in Aiuto e Strumento. La differenza sostanziale è che si può usare una sola carta Aiuto ogni turno. Possiamo invece usare quante carte Strumento desideriamo ogni turno. Vi sono inoltre anche carte Stadio. Esse cambiano alcune regole del gioco. È inoltre possibile avere una sola carta Stadio in gioco, per cui se viene giocata un altra carta Stadio mentre un'altra è attiva sul tavolo, quest'ultima viene messa nella pila degli scarti del giocatore che l'ha giocata.

47

Preparazione del tavolo

Le regole del gioco prevedono, oltre alle 60 carte per ogni giocatore, una moneta ognuno, dei segnalini danni, segnalini veleno e scottatura. Uno dei due giocatori decide testa o croce e lancia la propria moneta. Se indovina, sceglie chi inizia a giocare per primo. Scelta non facile, visto che nel primo turno non si può attaccare. Dopo aver deciso chi inizia, ogni giocatore prende 7 carte. Se non vi dovesse trovare Pokemon base, dovrà rimischiare e pescarne altre 7. Questo finché non avrà almeno un Pokemon base in mano. L'avversario potrà pescare una carta in più per ogni volta che l'avversario avrà dovuto ripescare le 7 carte iniziali.
Una volta che i due giocatori hanno pescato le carte da tenere in mano, sistemano 6 carte premio, rovesciate, alla loro sinistra (o meno a seconda di quanto si vuol far durare la partita). Ogni giocatore decide poi un Pokemon base iniziale da mettere in campo e può mettere in panchina fino a 5 Pokemon base. Tutte le carte vengono messe a faccia in giù e girate solo una volta che il tavolo è pronto. Poi si inizia.

Continua la lettura
57

I turni

Ogni turno si compone da diverse fasi.
Fase 1: la pescata. Il giocatore di turno pesca una carta.
Fase 2: fase principale. In questa fase il giocatore può assegnare una sola carta energia ogni turno al Pokemon che preferisce. Può usare al massimo una carta Aiuto ogni turno. Può evolvere ogni Pokemon al massimo una volta nel turno. Può usare quante carte Strumento desidera. Può usare le abilità dei Pokemon in campo. Una volta fatto tutto ciò può passare alla fase 3 che conclude il turno. La fase 3 può anche essere saltata.
Fase 3: l'attacco. Il giocatore attivo può decidere se usare uno degli attacchi del Pokemon in campo (a condizione che esso abbia assegnata l'energia necessaria). Può in alternativa decidere di far ritirare il Pokemon e scambiarlo con uno dei Pokemon in panchina, sempre a costo che abbia assegnata l'energia necessaria (che in questo caso viene inserita nella pila degli scarti).

67

Eccezioni sui turni

Come detto ci sono delle eccezioni nei turni. Nel primo turno assoluto non esiste la Fase 3, per cui non si può attaccare. Inoltre nel primo turno in cui un Pokemon base entra in gioco esso non può evolversi (ad eccezione se c'è in gioco una carta che dice che esso sia possibile).
Un'altra eccezione è data dalle carte MegaEvoluzioni. Infatti a meno di carte che dicono che ciò non accade, quando una di esse entra in gioco, il giocatore che l'ha giocata, termina il proprio turno.

77

Danni, premi e vittoria

Quando un Pokemon infligge dei danni, vengono messi dei segnalini sul pokemon attivo avversario. Esistono debolezze e resistenze. Se il Pokemon che subisce l'attacco ha una resistenza al tipo del Pokemon attaccante, i danni saranno diminuiti. Al contrario se ha una debolezza essi vengono raddoppiati. Ogni Pokemon ha dei punti vita. Esso muore quando il numero di segnalini danno raggiunge il numero di punti vita del Pokemon. Quando un Pokemon viene sconfitto, esso finisce nella pila degli scarti, e il giocatore avversario potrà pescare una carta premio (2 se il Pokemon sconfitto è un pokemon EX o GX). Quando un giocatore raccoglie tutte le carte premio in questo modo, ha vinto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come stimare il valore delle carte Pokemon

Negli anni '90 eravate dei bambini? Sì? Allora molto probabilmente non siete rimasti immuni dal fascino delle carte dei Pokemon! Se in passato queste coloratissime tessere sono servite a farvi trascorrere spensierati pomeriggi tra i vostri coetanei battagliando...
Giochi da tavolo

Come giocare al solitario con le carte

Per ammazzare il tempo diversamente dal solito un'idea spassosa e originale è quella di giocare al solitario con delle carte da gioco! Basta procurarsi un mazzo di carte e imparare questi semplici passaggi per ammazzare il tempo e giocare anche senza...
Giochi da tavolo

Come giocare a Bestia a 5 carte

Nella serate invernali, soprattutto nel periodo natalizio, molte famiglie o amici si riuniscono per passare un po' di tempo insieme giocando a qualche gioco da tavola, come ad esempio alla tombola, ma anche a qualche giorno con le carte.Un gioco molto...
Giochi da tavolo

Come giocare a Domino a carte

Siamo in piena epoca "Informatica", ormai i giochi on line e i social network fanno da padrone alla stragrande maggioranza della nostra giornata. A volte si ha la necessità di metterli un attimo da parte e tornare a qualche "vecchio" gioco. Ed allora...
Giochi da tavolo

Come giocare a Star Wars: Il Gioco di Carte

Star Wars: il Gioco di Carte è fatto apposta per due giocatori ed è immerso nel mondo di Guerre Stellari, quindi ci saranno due lati della forza da impersonare, quello chiaro o quello scuro. Nella confezione del gioco ci sono 4 mazzi pronti da giocare,...
Giochi da tavolo

Come giocare al solitario con le carte napoletane

Tra i tanti giochi da tavolo da svolgere in compagnia, quelli con le carte sono i più comuni. Fanno parte delle più antiche tradizioni del nostro paese. Esistono diversi tipi di carte, che permettono di fare dei giochi divertenti e originali. Tra i...
Giochi da tavolo

Come giocare a ''trova la figura'' con le carte napoletane

Molti sono i giochi di carte che possono essere fatti con le carte napoletane, sono soprattutto giochi della tradizione italiana, ma forse non tutti sanno che con esse si può giocare anche a "trova la figura". Un gioco internazionale, in cui normalmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a Taboo senza carte

Taboo è uno dei giochi più famosi al mondo e, malgrado esista da molti anni, non ha mai perso di fascino, probabilmente anche grazie alla semplicità delle regole e all'inserimento costante dei neologismi più importanti. Lo scopo del gioco è quello...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.