Come Giocare Al Somaro

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Molto spesso, sopratutto durante il periodo natalizio, ci si incontra con amici e parenti e si passa del tempo divertendosi con i vari giochi di carte. Tuttavia per evitare di svolgere sempre gli stessi, potremo cercare su internet delle guide che ci spieghino le regole per poter effettuare nuovi e divertenti giochi. Nei passi successivi, in particolare, vedremo come fare per riuscire a giocare correttamente al Somaro. Questo divertente gioco presuppone la partecipazione di cinque giocatori. Questi avranno il compito di disputarsi una posta che si realizzerà tramite il rilascio da parte di ognuno di loro di una fiches per volta. In questo modo, il montepremi crescerà sino a quando uno dei giocatori non deciderà di dare le carte. L'obiettivo ultimo del gioco è appunto quello di vincere la posta in palio. La stessa posta può però aumentare, qualora uno dei giocatori che accetta di giocare non riesca ad eseguire nemmeno una presa. Solo in questo caso la conseguenza sarà il pagamento dell'ammontare dell'intera posta a chi ha vinto.

25

Occorrente

  • Un mazzo di carte piacentine
  • Fiches
35

Innanzittutto, come prima cosa, il mazziere dovrà occuparsi di mischiare le carte, distribuendone sei ad ognuno dei cinque giocatori, una per volta e in ordine orario. Dopo aver eseguito tale operazione, sarà doveroso riporre una carta sotto il mazzo delle rimanenti, in modo da renderla visibile a tutti i giocatori. Questa carta costituira la briscola, cioè il seme che vale più degli altri. A questo punto, i vari giocatori dovranno dichiarare la loro partecipazione o meno al gioco, a seconda delle carte a loro disposizione e dopo una attenta valutazione delle stesse.

45

Nel momento in cui tutti i giocatori hanno dichiarato la propria partecipazione o meno alla mano, può cominciare il gioco. Molto importante è sapere che qualora nessuno partecipi allo sviluppo successivo, a vincere è sarà colui che ha dato le carte, il quale potrà così prendere la posta.

Continua la lettura
55

Quando il primo giocatore avrà tirato la carta di apertura del gioco, gli altri dovranno necessariamente rispondere a tale battuta. Tuttavia, solo nel caso in cui si dispone delle carte del seme in questione, sarà possibile tirare una carta di segno diverso, infatti, questa potrà essere una briscola o meno, a scelta. Dunque, chi prende la mano, tira per primo in quella successiva. La carta più alta è il dieci, le altre sono in ordine decrescente sino all'asso. A questo punto, non ci resta che provare subito a giocare al Somaro, in compagnia di tutti i nostri amici e parenti, per passare del tempo in compagnia divertendosi.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare e vincere a briscola

Il gioco delle carte è uno dei costumi più importanti del nostro paese. Potete viaggiare per ogni regione del nostro paese e avrete sempre a che fare con carte magari molto caratterizzate dalla zona in cui vengono usate, ma sempre riferenti agli stessi...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a briscola

Uno dei giochi di carte più diffuso in Italia si chiama briscola. Le regole esistenti da seguire non sono tante, dunque si tratta di un gioco abbastanza semplice. Attraverso la briscola possiamo trascorrere dei momenti di relax, in compagnia degli amici...
Giochi da tavolo

Consigli e suggerimenti per giocare a briscola a chiamata

La Briscola "a chiamata" si presenta come una vera e propria variante della Briscola tradizionale. Il vantaggio di scegliere la versione " a chiamata" consiste nel fatto che al tavolo di gioco possono giocare 5 giocatori. Vediamo qui di seguito, alcuni...
Giochi da tavolo

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli

In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi che permettono all'utente di calarsi in una realtà sempre più interattiva, è facile perdere di vista il fascino dell'interazione sociale e dei tradizionali giochi che garantiscono divertimento gratuito...
PC

Come Si Gioca A Bestia A Quattro Carte

Il periodo natalizio rappresenta, spesso, uno dei momenti che solitamente vedono formarsi, in tante abitazioni, delle tavolate di giocatori pronti a sfidarsi, per passare qualche ora in allegria con i propri familiari e amici. In particolar modo nel giorno...
PC

Come giocare a briscola in quattro

Fra i giochi di carte più popolari del nostro paese ricordiamo la briscola. Si presume che la briscola sia nata nei Paesi Bassi e portata in Italia dai Francesi. Successivamente ha subito profonde variazioni da parte degli Italiani, tanto che è diventato...
Giochi da tavolo

Come giocare a Marafone Beccacino

Molti sono i giochi da tavolo utilizzando le carte, o da poker o quelle siciliane, e molti di voi non li conosceranno tutti e si limiteranno a giocare sempre ai soliti quattro giochi di carte conosciuti, che, a lungo andare, diventeranno parecchio noiosi....
PC

Come giocare a Misere

Se si sta pensando di organizzare una serata divertente a casa ed invitare qualche amico, non c'è niente di meglio di una bella partita a carte, che mette d'accordo tutti soprattutto durante le festività natalizie. Invece di fare i soliti giochi tradizionali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.