Come Giocare Agli Scacchi Di Capablanca

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

José Raúl Capablanca y Graupera fu un famoso giocatore di scacchi cubano, che detenne il titolo di campione del mondo dal 1921 al 1927. La passione per il gioco lo prese sin da piccino, vedendo giocare il padre ed assistendo ad un incontro fra due famosi scacchisti dell'epoca, tanto che scrisse queste testuali parole: "La capacità dell'uomo verso una qualunque attività si manifesta normalmente nella prima età, per un fatto eccezionale che lo fa andare oltre i suoi abituali interessi. Così successe a me, durante uno degli storici incontri fra Steinitz e Cigorin." Gli scacchi richiedono molto impegno, oltre a dedizione e passione, tanto che Capablanca, uomo versatile e fantasioso che faceva finta di annoiarsi usando gli scacchi classici durante le partite, propose una innovazione: aumentare la scacchiera fino a cento caselle ed integrare ciascun giocatore di due pezzi aggiuntivi. Pur se a tutt'oggi la scacchiera di Capablanca non viene adottata in modo ufficiale, questo modo di giocare agli scacchi rimane tuttavia molto intrigante. Vediamo dunque come giocare agli scacchi di Capablanca.

26

Occorrente

  • Una scacchiera con cento caselle, venti pezzi neri e venti pezzi bianchi.
36

Per giocare a questo nuovo tipo di scacchi è necessaria la presenza di due sfidanti. Ogni giocatore avrà a disposizione venti pezzi. Adesso elenchiamo quali sono: dieci pedoni, che restano per lo più immutati rispetto ai classici, l'unico cambiamento lo avremo al primo spostamento che può essere di una, due o tre caselle, a piacimento del giocatore. Poi ogni giocatore ha due torri, due cavalli, due alfieri, una regina o dama e un re, tutti immutati dal vecchio modo di giocare. Avremo inoltre dei pezzi aggiuntivi: un cancelliere, che si sposta come un cavallo (ovvero a L) o obliquamente come un alfiere ed infine un araldo, che si sposta sempre come un cavallo oppure come una torre, come più vi aggrada.

46

Una volta presa cognizione delle differenze nei pezzi, può avere inizio la vera e propria "azione" del gioco degli scacchi. L'immagine in alto mostra la disposizione iniziale di tutti i pezzi (seguitela per capire dove posizionare i pezzi): nella prima fila partendo da sinistra abbiamo in successione: torre, alfiere, araldo, cancelliere, alfiere, re, regina, cavallo, torre, cavallo; mentre nella seconda fila successiva avremo i dieci pedoni; in totale i pezzi devono essere 40: 20 neri e 20 bianchi. A questo punto il gioco può procedere rispettando tutte le regole del gioco classico degli scacchi, da applicare regolarmente, oltre a quelle già citate per i pezzi speciali, ossia il cancelliere e l'araldo.

Continua la lettura
56

Gli ultimi consigli da seguire sono quello di fare attenzione e di usare molto di più la testa, perché questo gioco è più adatto per coloro che sanno giocare bene ai classici scacchi, essendo più difficile e ricco di sfumature. Al mondo non ci sono tante persone che giocano a questo tipo di scacchi, per cui non aspettatevi tornei internazionali come per gli scacchi classici, ma è sempre un buon metodo per esercitarvi e divertivi con gli amici e in più potrete anche conoscere il complicato punto di vista degli scacchi di Capablanca .

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Bisognerà applicarsi molto, perchè con questo metodo vincere risulta più difficile rispetto agli scacchi classici.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

10 regole per vincere a scacchi

Gli scacchi sono un gioco di strategia, diffuso in tutto il mondo, che prevede due avversari che si sfidano detti "Bianco" e "Nero", per il rispettivo colore delle pedine usato. Questi due giocano su una scacchiera, composta da 64 caselle di due colori...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a scacchi

Per arrivare ad avere una totale padronanza del gioco degli scacchi, che è uno fra i più antichi e complessi giochi da tavolo, occorrono senz'altro molti anni di dedizione ed esperienza. Tuttavia, se il nostro obiettivo non è quello di diventare dei...
Giochi da tavolo

10 tattiche per vincere a scacchi

Nato probabilmente in India nel VI secolo, il gioco degli scacchi ebbe nel mondo arabo e nel continente europeo un successo indescrivibile, tanto che per la sua diffusione in ogni ambiente fu considerato un vizio da cui rifuggire. Ai nostri tempi, al...
Giochi da tavolo

Scacchi: come sviluppare un gioco difensivo

Gli scacchi sono uno dei giochi da tavolo per eccellenza. Implicano una buona dose di ragionamento, per questo si dovrebbe giocare a scacchi con molta calma e pazienza, dando il tempo all'avversario e studiando una strategia. Avendo una buona strategia...
Giochi da tavolo

Scacchi: come vincere in tre mosse

Il gioco degli Scacchi è un gioco di strategia bellissimo, ma allo stesso tempo difficilissimo. Il gioco consiste nel muovere i propri pezzi sulla scacchiera, al fine di bloccare il re avversario, precludendogli la possibilità di spostarsi di casella....
Giochi da tavolo

5 errori da evitare in una partita a scacchi

Giocare una partita a scacchi significa isolarsi per un po di tempo dal mondo.Questo gioco, infatti, richiede grandi capacità ma anche tanta concentrazione.Nonostante ciò sono molti gli errori di distrazione o tattica che commettono gli scacchisti e...
Giochi da tavolo

Come giocare agli scacchi bizantini

Gli scacchi sono sicuramente uno dei giochi da tavolo più antichi e più conosciuti. Si gioca con delle pedine da muovere su una scacchiera, in particolare: re, regina, alfieri, cavalli, torri e pedoni. Si tratta di un gioco di intelligenza e di strategia,...
Giochi da tavolo

Come e quando arroccare il re negli scacchi

Gli "scacchi" è un gioco risalente a vari secoli fa. Pedoni, Torri, Alfieri, Cavalli, Re, Regina, tutti pezzi che caratterizzano questo antichissimo gioco di corte. I due avversari dispongono di questi "pezzi" con lo scopo di non permettere al giocatore...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.