Come giocare ad Asalto

Tramite: O2O 02/03/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

Asalto, o per dirla all'italiana "Assalto", è un gioco che comparve sulle tavole inglesi nella prima metà dell'800 sotto altri nomi, poi riadattati per le versioni odierne. Il gioco ha una meccanica molto semplice ed intuitiva, nel senso che presenta due fazioni su un tavolo da gioco, ognuna della quali ricopre un ruolo specifico. Ma senza perderci troppo in chiacchiere vediamo di capire come giocare ad Asalto.

27

Occorrente

  • Il gioco
  • un amico
  • tempo libero
37

Lo Scopo

Asalto, come già detto presenta due tipologie di schieramenti, per cui si può facilmente evincere che è un gioco accessibile solo a due giocatori. Funziona così: le fazioni sono, da un lato, i soldati 824 pedine) e, dall'altro, gli ufficiali (solamente 2 pedine). La plancia di gioco è composta da varie caselle, alcune delle quali presentano la funzione di fortezza, per la precisione 9 caselle, in cui ci sono i due ufficiali. Chi, in quel momento, rappresenta la funzione di soldato, quindi di attaccante, deve cercare di conquistare la fortezza cercando di espugnarla nel minor tempo possibile ed evitando che il suo "organico" di pedine si riduca a 6, pena la sconfitta e la fine del gioco.

47

Schema di Gioco

il giocatore che assume il comando dei soldati, deve posizionare le sue 24 pedine al di fuori della fortezza, come è ovvio che sia, i quali possono muoversi di una casella per volta, orizzontalmente o verticalmente, verso la suddetta fortezza. Chi, invece, occupa il ruolo di difensori, quindi degli ufficiali, può schierare le sue pedine nei nove campi disponibili e può muovere le sue pedine in 3 direzioni, orizzontale, verticale e diagonale, ovviamente una casella per volta. Gli ufficiali possono "mangiare" le pedine del giocatore attaccante semplicemente saltandole, ossia quando dietro di queste è presente uno spazio vuoto in cui l'ufficiale può "Sostare" tra virgolette.

Continua la lettura
57

Come si vince?

La vittoria può avvenire in due modi, ovviamente inerenti ai due giocatori in campo. Gli ufficiali vincono, come già citato prima, semplicemente mangiando le pedine dei soldati e riducendone il numero fino a 6, mentre i soldati vincono occupando tutte le caselle della fortezza stando sempre attenti però ad evitare di essere mangiati dalle pedine degli ufficiali.

67

Concludendo

infine, si può facilmente affermare che, questo gioco ricorda molto la dama in fatto di meccanica di gioco, basti pensare al fatto che il metodo di esclusione di una pedina dal gioco è molto simile anche qui, quindi non si esclude che questo gioco sia una rivisitazione del più famoso gioco della dama, e che da essa abbia avuto origine come passatempo e come metodo di distrazione dalla routine della vita. All'oggi non si riesce a trovare molta documentazione storica sull'argomento, difatti lascio un link in cui poter approfondire la materia, nel caso foste interessati.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Abbiate sempre una strategia
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a The Republic of Rome

The Republic of Rome è un gioco da tavolo. Come tutti i giochi da tavolo, anche questo è un gioco di società che unisce gli amici che vogliono stare a casa una sera in compagnia. Come giocare è piuttosto semplice se si seguono le regole del gioco....
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.