Come giocare ad Adel Verpflichtet

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Gioco da tavolo poco noto al grande pubblico, ma molto apprezzato dai gamers più esperti. Il gioco è entusiasmante per la sua ambientazione, diversa dal solito: niente Goblin, Streghe o Cavalieri, questo è il Grande Gioco dei degli Inganni, dei Ladri, Lords e Pipe e i Lords coinvolti si trovano nell'esclusivo Club Antique di Londra, dove decidono quali saranno le prossime opere d'arte che entreranno a far parte della loro collezione. Non solo quadri: parrucche, manifesti, giochi, vasi da notte, penne per scrivere. Quale sarà il valore del prossimo oggetto d'arte che riusciranno a coinquistare? Scopriamo insieme vedendo come giocare a Adel Verpflichtet.

24

Elementi del gioco

Rivaleggiare con i Lords avversari è lo scopo del gioco.
L'intento è quello di creare la collezione di oggetti d'arte più prestigiosa e particolare. Quando le opere verranno esposte, partiranno anche le aste. Chi offrirà di più per un paio di mutande del 1600? Apparentemente i Lords - e quindi i giocatori - non interferiscono gli uni con gli altri, ma in realtà inviano segretamente dei ladri per derubare le opere altrui o deturparle; inoltre non mancano i detective, anch'essi pilotati dai Lords avversari, con lo scopo di ingabbiare i ladri mandati dai nemici. Vincerà il Lord che non solo sarà riuscito ad arricchiere la propria collezione di opere d'arte, ma anche che avrà primeggiato nell'arte del bluff. Il vincitore sarà poi festeggiato come merita, sedendo a capotavola di un lauto banchetto in suo onore.

34

Come giocare a Adel Verpflichtet

Meglio che i giocatori coinvolti siano 3 o 4, in 2 il gioco si fa monotono. Il gioco si sviluppa in 4 round, ognuno dei quali diviso in diverse mani. Cominciamo subito parlando dei ladri, che per i giocatori saranno un problema quotidiano. Il ladro catturato è messo in prigione, ossia sulla casella numero 1. Solo quando un nuovo ladro verrà ingabbiato, il ladro già presente in prigione potrà uscirne. Il gioco si svolge inizialmente nella sala d'aste, per poi spostarsi successivamente nel castello. Nella sala d'aste i giocatori useranno le carte oggetto per conquistare il maggior numero di opere d'arte possibile. Per aver ben gestito l'azione dei propri detective, i giocatori vengono premiati e possono avanzare di una casella. Sarà nel castello infatti che, dopo aver messo da parte il maggior numero di opere d'arte, i giocatori potranno scegliere di giocare la carta ladro, la carta detective o la carta esposizione.

Continua la lettura
44

Considerazioni finali sul gioco

Gioco avvincente che fa perno sull'immedesimazione. La parte ludica è ampliata anche dal particolare bottino che ogni Lord può conquistare: sarà interessante andare a caccia non delle solite tele antiche, ben note a tutti, ma di vere e proprie chicche di difficile reperibilità, alto interesse artistico e pregiato valore storico. Non ci spieghiamo come mai questo gioco non sia ancora largamente noto al grande pubblico. Da parte nostra è consigliatissimo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.