Come giocare a Whist

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Il Whist è un famoso gioco di carte, che conosce particolare fortuna tra diciottesimo e diciannovesimo secolo. Ha origine in Gran Bretagna e la sua nascita affonda le radici in un altro gioco, chiamato Ruff and Honours. La storia illustre del Whist è testimoniata dalle numerose opere che lo citano: se ne trovano tracce, per esempio, ne "Il Conte di Montecristo", in "Via col vento" e ne "La Certosa di Parma". Scopriamo, con l'aiuto di questa breve guida, come giocare a Whist.

25

Preparazione del gioco

Per iniziare una partita di Whist occorre un mazzo di carte francesi, senza jolly, quindi da 52 carte. A competere nel gioco sono 4 giocatori che giocano in coppie, sedute in modo da stare ognuno di fronte alla sua metà. Fatte le coppie, si sceglie quale dei quattro giocatori tiene il mazzo. Il mazziere, in genere, distribuisce le carte una alla volta, fino a raggiungere il totale di 13 carte per giocatore. La carta che resta fuori dalla distribuzione è il "trump" e rappresenta il seme che comanda il gioco. Il trump può essere, infatti, paragonabile alla briscola.

35

Il gioco

La prima mossa del Whist spetta al giocatore seduto alla sinistra del mazziere. Può giocare qualsiasi carta e, successivamente, gli altri giocatori sono chiamati a giocare una carta dello stesso seme. In assenza di questa, il giocatore può procedere giocando una carta di un altro seme. Si aggiudica la mano chi ha giocato la carta più alta del seme con il quale il primo giocatore ha aperto il turno. Se uno o più giocatori hanno giocato una carta trump, vince il trump più alto, che batte gli altri semi. La mano successiva viene aperta dal giocatore che ha vinto quella precedente.

Continua la lettura
45

Il punteggio

Ogni mano vinta concede alla coppia un punto, che si somma al totale. Vince la coppia che per prima raggiunge i cinque punti. Esistono anche dei punti aggiuntivi, chiamati "honours", che si assegnano a chi ha le 4 carte più alte del seme del trump, ovvero A, Q, K e J. Ottiene due punti chi possiede tre di queste carte, mentre chi ne ha quattro può ottenere quattro punti. I punti derivanti dalla vincita delle mani hanno maggior peso, di conseguenza la coppia che ha già ottenuto quattro punti non può richiedere gli honours per vincere la partita.

55

Suggerimenti di gioco

Esistono dei piccoli suggerimenti che possono aiutare un giocatore inesperto a fare una buona partita. Innanzitutto, nella prima mano, è preferibile giocare una carta che rappresenta il seme più forte che si possiede, in genere quello di cui si ha il maggior numero di carte. Inoltre, se si vuole puntare agli honours, è preferibile partire giocando il Re. Proprio per quanto riguarda gli onori, è consigliabile giocarli piano, diluendoli in varie mani. Si consiglia oltretutto di scartare carte deboli, di semi che non servono.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli

In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi che permettono all'utente di calarsi in una realtà sempre più interattiva, è facile perdere di vista il fascino dell'interazione sociale e dei tradizionali giochi che garantiscono divertimento gratuito...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mambassa

Mambassa è un gioco di carte che deriva il suo nome dal detto "fare man bassa". Viste le regole del gioco, è probabile che questi sia ispirato ai più famosi Trentuno e Pentragola. Manbassa è molto giocato nel litorale marchigiano. In particolare è...
Giochi da tavolo

Regole per giocare ad Asso pigliatutto

Asso pigliatutto è una variante del classico gioco di carte conosciuto come scopa napoletana, ed ha lo stesso obiettivo di raccogliere dal banco il maggior numero di carte per totalizzare più punti dell'avversario. Per giocare si usa lo stesso mazzo...
Giochi da tavolo

Come giocare a Bestia a 5 carte

Nella serate invernali, soprattutto nel periodo natalizio, molte famiglie o amici si riuniscono per passare un po' di tempo insieme giocando a qualche gioco da tavola, come ad esempio alla tombola, ma anche a qualche giorno con le carte.Un gioco molto...
Giochi da tavolo

Come giocare a Busche

Il mondo dei giochi da tavolo o dei giochi di carte è talmente vasto che non sempre conosciamo tutti i giochi esistenti. Magari tra la nostra cerchia di amici o all'interno della famiglia si conoscono quei soliti 4 giochi di carte che ti obbliga a ripeterli...
Giochi da tavolo

Briscola: regole di gioco e strategie per vincere

La briscola è un gioco popolare di origini antichissime, giocato in tutta Italia e di grande intrattenimento: basta avere con sé un mazzo e si può giocare con qualsiasi altra persona conosca le regole base. La sua semplicità ne ha fatto la sua fortuna...
Giochi da tavolo

Come giocare a Cinquecento

Cinquecento è un gioco di carte molto popolare in Sicilia e in Lombardia (chiamato anche Marianna), esso si può giocare in due, tre (rimuovendo un Due dal mazzo) o quattro persone (giocando a squadre a X). Cinquecento si basa molto sul famoso gioco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.