Come giocare a Ventisette

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con l' avanzare della tecnologia, i numerosi social network e gli innumerevoli videogames gratuiti disponibili oggi in web, hanno totalmente sostituito gli ormai obsoleti giochi da tavola. Se da un lato però il nuovo mondo virtuale riesce a soddisfare le nostre distrazioni giornaliere e ad interagire anche con persone distanti da noi, dall'altro risulta essere molto lontano dal puro divertimento offerto dai classici giochi di società. Per tutti coloro che hanno voglia di rivivere le antiche emozioni godendo di alcune ore di puro divertimento, in questa breve guida troveranno delle valide indicazioni su come giocare a ventisette.

25

Origini del gioco

Il gioco da tavola "Ventisette", venne prodotto nel lontano 1989 dalla ditta EG e fin da subito riscontrò un notevole successo tra gli appassionati del genere appartenenti alle diverse generazioni. Sia gli adulti che i bambini infatti, si innamorarono subito di questo gioco di società. Si trattò della versione in italiano del già esistente " pay day" (giorno di paga) che venne inventato nel 1975 ed edito dalla Parker. Il gioco aveva come obbiettivo quello di insegnare ai più piccoli a gestire il denaro in maniera carretta. Il suo successo, nei primi anni di produzione, superò quello dell'amatissimo e molto gettonato Monopoli.

35

Il contenuto della scatola

All'interno della divertente scatola, troverete tutti i pezzi necessari per lo svolgimento del gioco. Tali pezzi, sono composti da: una plancia rappresentante il calendario di un mese, 16 carte con il dorso di colore fucsia, un blocchetto che vi permetterà di annotare le diverse operazioni bancarie, 200 buoni monetari nei diversi tagli, un dato di plastica trasparente ed infine 6 birilli di diversi colori.

Continua la lettura
45

Il procedimento

Una volta disposti tutti i pezzi contenuti all'interno della scatola sul ripiano di un tavolo ed avere stabilito il numero dei giocatori che può variare da due a sei persone, il divertimento può iniziare! Quindi, ad ogni giocatore verranno consegnati 325 denari che corrispondono allo stipendio mensile ed ognuno dovrà scegliere il colore del proprio segnalino. Le carte verranno mischiate, poste al lato del tabellone e pescate a turno da ogni giocatore che avanzerà il proprio segnalino in base al numero pescato. Le caselle di cui si potrà incorrere sono veramente tante ognuna delle quali avrà delle conseguenze che segnerà il destino di ogni partecipante. Il vincitore, sarà colui che avrà più soldi in contanti o in banca.

55

Ulteriori informazioni

Si tratta di un gioco da tavola veramente avvincente ed estremamente divertente che riesce ad appassionare sia grandi che piccini. Il "Ventisette" è facilmente reperibile nei migliori negozi di giocheria, ma si può acquistare facilmente anche online risparmiando pochi euro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Tokaido

In questa guida verranno dati utili consigli su come giocare a Tokaido. Per chi non lo sapesse, esso si tratta di un gioco da tavolo in cui i protagonisti sono dei nomadi. L'ambientazione è legata all'antico Giappone, in particolare ala meravigliosa...
Giochi da tavolo

Come giocare a Dawgs Of War

Dawgs Of War è un gioco di guerra facile sia da giocare che da spiegare, si gioca in circa 30 minuti. I dadi con un solo lancio possono cambiare radicalmente una partita; i poteri speciali non sono molto bilanciati tra di loro. Dawgs of War è consigliato...
Giochi da tavolo

Come giocare a Not Alone

Not Alone rientra nella lista dei classici giochi da tavolo basati su storie di fantascienza. In questo caso l'idea di base è semplicissima e funzionante. Il pianeta alieno Artemia è un luogo dove, a differenza di altri, è possibile vivere. Di conseguenza...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Sapientino

Sapientino è un gioco elettronico per bambini creato da Clementoni, marchio che si occupa della creazione di giocattoli per l'infanzia. Il primo Sapientino risale al 1967: l'obiettivo del gioco consiste nell'associare le domande alle risposte contenute...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Trajan

"Trajan", ovvero l'optimus princeps Traiano, è il nome di un'interessante gioco da tavolo, ambientato nell'antica Roma. La grafica ricca di dettagli e la complessa e fitta serie di regole rendono Trajan un gioco complesso e avvincente per gli appassionati...
Giochi da tavolo

Come giocare a Trans America

Trans America, bel gioco da tavolo di Franz-Benno Delonge, è stato pensato per 2-6 giocatori. Per alcuni assomiglia a Ticket to ride. Pur prevedendo molta interazione tra i giocatori, la fortuna qui regna sovrana. Davvero facile, così lineare e immediato!...
Giochi da tavolo

Come giocare a Bang! The Duel

Bang! The Duel è un gioco di carte con ambientazione western. Il gioco è edito da DV giochi ed è stato creato da Emiliano Sciarra e illustrato da Rossana Berretta. Questo gioco da tavolo è studiato come il famoso gioco Bang! Al quale potevano partecipare...
Giochi da tavolo

Trucchi per vincere a Il Gioco della Vita

Con l'avvento dei videogiochi, hanno incontrato sempre maggiore popolarità quei titoli che consentono di vivere una vita virtuale, in posti immaginari ma molto simili alla nostra realtà quotidiana. Esiste anche un gioco da tavolo che consente di fare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.