Come giocare a Tuscany

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tuscany è un gioco da tavolo, o meglio un'espansione di Viticulture, senza il quale non è possibile giocare. Pubblicato nel 2014, una partita media dura da una a due ore, a seconda del numero di giocatori (che varia da uno a sei) e dell'esperienza accumulata nel corso delle partite. La grafica non presenta picchi stilistici e si mantiene nella media, per quanto le tonalità siano decisamente poco invitanti. Il prezzo non è certamente economico, ma se amate i giochi da tavolo elaborati questo farà al caso vostro. Vediamo dunque come giocare a Tuscany, un gioco da tavolo che presenta molti spunti interessanti per gli appassionati del genere.

25

Nella scatola

Nella scatola, di medie dimensioni, si trovano moltissime componenti, che rendono Tuscany un'espansione particolarmente ricca. Tra i materiali troviamo: nuove plance; un tabellone piuttosto grande rispetto a Viticulture; dodici moduli; i segnalini dei Lavoratori Speciali; le carte.

35

La struttura del gioco

Tutto parte ovviamente da Viticulture, gioco da tavolo strategico che prevede di acquisire il "monopolio" nella produzione di vino per poter vincere la partita. Pertanto, l'ambientazione di Tuscany riprende quella del prodotto di riferimento: ci troviamo appunto in Toscana, nelle sue parti extraurbane, che oscillano tra colline e valli verdeggianti, dove di tanto in tanto spuntano alcuni casolari. In base al modulo che si sceglie di giocare, il gioco segue una propria direzione.

Continua la lettura
45

I moduli e i livelli

I moduli di Tuscany presentano tre livelli, a seconda della difficoltà: si parte dal primo livello e si sale passo dopo passo. Nel primo livello ci sono due mazzi di carte (di "mamma e papà"), che rappresentano l'eredità del giocatore. Ognuno ne pesca due e ne scarta una, scegliendo se partire con più soldi o con un edificio già costruito. In questo livello si possono vendere terreni o sbloccare particolari obiettivi, che favoriscono la vittoria. Nel secondo livello, invece, si utilizza il tabellone esteso, che al contrario di Viticulture presenta quattro stagioni, con relative tattiche per gestire i lavoratori in quattro diversi contesti. Infine, al terzo livello si può scegliere tra modulo Mafia (per guadagnare più punti ottenendo oggetti di valore), Arboricoltura (per ottenere nuovi magazzini) e Formaggio (per accumulare punti con la produzione di latticini).

55

Le altre considerazioni importanti

Viticulture, in sé, non è un gioco particolarmente interessante; unito però a questa espansione offre senz'altro una trama e delle meccaniche molto elaborate. La molteplicità di moduli permette di non annoiarsi mai, riducendo al minimo la ripetizione. L'importante è ricordarsi che più moduli si utilizzano più vi è il rischio che il gioco diventi macchinoso, se non si ha una completa padronanza delle regole. In ogni caso, anche in presenza di sei giocatori poco esperti, difficilmente si andrà oltre le tre ore di partita.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Tris

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.