Come giocare a tressette

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tressette è uno dei giochi di carte più conosciuti e praticati in Italia. Come gioco nasce e si sviluppa principalmente in Campania e in generale in tutto il sud Italia, successivamente si sviluppa in tutto il resto della penisola espandendosi anche in altre zone come la zona balcanica, in particolare modo in Slovenia e Croazia. Andiamo a vedere nello specifico come e cosa è richiesto per giocare.

26

Le carte

Il gioco del tressette si gioca con mazzo di quaranta carte piacentine o napoletane. Le carte considerate da punti vanno nel seguente ordine: Asso, Tre, Due, Dieci, Nove, Otto. Le altre sono le scartine. Si pensa che però agli albori del gioco anche il sette fosse una carta da punto, da qui forse il nome del gioco.

36

Distribuzione carte

Salvo varianti regionali e/o varianti di gioco come il tressette con il morto e tanti altri, il gioco tradizionale si disputa in quattro persone e per la precisione in copie da due. Una volta scelto il mazziere, si mescolano le carte e si va tagliare il mazzo dal primo giocatore alla sua sinistra. Successivamente le carte vengono distribuite 5 alla volta in senso antiorario fino a quando tutti i giocatori hanno in mano 10 carte.

Continua la lettura
46

Il gioco

Il giocatore di turno getta la prima carta che diventa il "palo" ossia il seme che comanda. Al termine della passata il giocatore che ha giocato la carta più alta del seme che comanda, ha diritto a prendere le carte in gioco. A dispetto del punteggio, nel corso della gioco le carte più alte sono le seguenti: Tre, Due, Asso, Dieci, Nove, Otto, sette, sei, cinque, quattro. È quindi chiaro che il tre sia la carta più importante, mente il quattro la più bassa. Il valore delle carte è di un punto per l'asso, un terzo di punto ogni figura, il tre ed il due. Le così dette scartine, ossia sette, sei, cinque e quattro valgono zero punti. In un mazzo sono presenti 10 punti e due terzi di punto. Per non lasciare punteggi non interi, per regolamento viene attribuito un punto a chi effettua l'ultima presa della partita.






,.

56

Quando e come si accusa

Nel gioco del tressette è possibile "accusare" dei punti extra. L'accusa va fatta, salvo altre tradizioni, quando si è di mano al primo giro e può essere di due tipi: il buongioco o la Napoli. Il buon gioco è un tris o un poker di carte della stesso seme e vale tre o quattro punto. La Napoli è invece una sequenza di Ass, due e tre dello stesso seme. Anche la Napoli porta 3 punti da aggiungere sul totale di mano.

66

Punteggi

Il punteggio per vincere è 31. Questo numero non è peso a caso. È infatti il totale dei punti che si possono ipoteticamente realizzare con una sola mano facendo irte le accuse e tutti i punti. Il 31 è quindi un pretesto per garantire almeno un secondo tempo. Per il resto c'è la regola che il viaggio numero 17 ma tocca adesso a me...

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Consigli per vincere a tressette

Il tressette è un gioco di carte si presume di origine romana, molto diffuso in Italia, tanto che non esistono regole universali, in quanto variano da paese a paese. Per giocare occorre un mazzo di 40 carte, i giocatori possono essere da 2 a 4 oppure...
Giochi da tavolo

Le regole del tressette

Il tressette è un gioco di carte principalmente giocato in Italia in particolare nel Sud e proprio per la sua limitata localizzazione non ha regole universalmente condivise. Si gioca con carte Italiane o meglio conosciute, come carte Napoletane. Esiste...
Giochi da tavolo

Come giocare a bridge

Il bridge è un gioco di carte diffuso a livello internazionale. Per questa attività si organizzano tornei nazionali ed internazionali in cui l'Italia ha brillato in passato. Le carte che vengono usate sono quelle francesi. Le regole che questo gioco...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come Giocare A La Quadriglia

Il gioco delle carte, si sa, affascina da sempre giovani e meno giovani che lo ritengono un passatempo bello e coinvolgente soprattutto nelle serate invernali oppure in occasione delle festività "comandate" nelle quali la famiglia si ritrova al gran...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.