Come giocare a Tre Segreti

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Siete amanti del genere investigativo? Volete incastrare a tutti i costi un criminale e consegnarlo alle manette della giustizia? Allora "Tre Segreti" è il gioco collaborativo che fa per voi! Tutto quello che vi serve è un gruppo di amici. Si gioca in un minimo di 2 e un massimo di 8 giocatori. Uno solo impersonerà l'agente sotto copertura, che sarà a conoscenza di tutta la macabra storia. "Tre segreti" è un gioco davvero intrigante, coadiuvato dall'app per cellulari, in cui il tempo è prezioso e costringe i giocatori a ragionare con una certa flessibilità mentale e ad osservare nei minimi dettagli l'immagine.
Vediamo insieme come giocare a questo simpatico e acuto gioco da tavolo, perfetto per passare qualche ora in compagnia e, perché no, per mettere alla prova le proprie capacità deduttive.

29

Occorrente

  • Il gioco da tavolo "Tre segreti"
  • Un gruppo di amici
  • Voglia di mettere alla prova il proprio ingegno e capacità di riflessione
39

L'app del gioco

Per migliorare e abbellire la sessione di gioco, è a disposizione l'app gratuita da scaricare di "Tre Segreti", disponibile sia per il sistema operativo Android che per iPhone. Ci aiuterà a gestire il timer e gli aiuti. Qualora sia impossibile scaricare l'app, basta procurarsi un cronometro (presente in quasi tutti gli attuali cellulari), una clessidra o comunque un qualsiasi strumento per misurare il tempo. In questa guida tuttavia spiegheremo le regole ipotizzando l’utilizzo dell’app.   

49

Le cinquanta carte

Innanzitutto si sceglie una carta tra le cinquanta presenti e solo uno dei giocatori può voltarla per leggerne la storia riportata sul retro: egli sarà l'agente sotto copertura. Gli altri dovranno porre domande all’agente al fine di svelare i tre segreti (da cui il nome del gioco) del protagonista della storia, rappresentato sul fronte della carta, la quale è visibile a tutti. In massimo quindici minuti gli altri giocatori potranno porre quindi tutte le domande che vorranno, al fine di captare più informazioni possibili.

Continua la lettura
59

Carte personaggio

I giocatori pescano quindi una delle cinquanta carte personaggio. Ognuna riporta il nome del protagonista, il quale è ritratto in una determinata scena nella quale sono evidenziati tre dettagli: il colore di questi tre particolari indica il grado di difficoltà della carta stessa. Dopo aver pescato il personaggio, sull’app si seleziona il nome del protagonista e, dopo che l’agente ha letto con attenzione e con calma la storia e i tre segreti riportati sul retro della carta personaggio, si è pronti a partire e si può premere "play" sull’app.

69

Le domande all'agente

A partire dal momento in cui premiamo "play" sull'app, i giocatori, tutti insieme, avranno a disposizione quindici minuti, suddivisi in gruppi di cinque minuti massimi per indovinare uno dei tre segreti.
All'agente si potranno porre più domande possibili, ma attenzione: egli potrà rispondere alle domande solo con risposte del tipo: "sì", "no", "è irrilevante" (se la domanda è del tutto fuorviante o inutile ai fini della storia), e "non esattamente" (se la domanda è pertinente, ma basata su presupposti errati). L'agente però non è del tutto cattivo: nel caso in cui i compagni non sappino che pesci prendere, egli potrà, a sua discrezione, leggere uno degli indizi riportati sul retro della carta, specificando a quale dei tre dettagli evidenziati si riferisce. Questo aiuto, però, ha un prezzo: se i compagni chiedono l'indizio, il tempo a disposizione sarà subito dimezzato (è possibile comunicarlo all'app toccando l'icona corrispondente).
Se un segreto viene svelato o se il tempo scade, si avranno a disposizione altri cinque minuti per indovinare il secondo e così via.

79

Obiettivo

Lo scopo del gioco è di indovinare più segreti possibili. Alla fine della partita, infatti, si calcola il punteggio in base a quanti segreti sono stati svelati da 0 a 3 stelle. Quindi, mettetecela tutta: osservate bene le immagini, ragionate a fondo, formulate bene le domande e investigate con acume!

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le storie sono ben strutturate e le immagini in bianco e nero rendono bene la negatività dei personaggi
  • "Tre segreti" è perfetto per passare una piacevole serata in compagnia di amici a cui piace edificare delle storie a partire da pochi elementi da mettere insieme
  • Una partita tira l'altra: tutti vorranno impersonare l'agente almeno una volta e scoprire i segreti degli altri personaggi!
  • Un giocatore timido potrebbe essere escluso dalla raffica di domande degli altri: potreste stabilire la regola di porre una domanda ciascuno, a turni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

I segreti per vincere a Magic

Magic the Gathering, meglio conosciuto semplicemente come Magic, è un gioco di carte collezionabili. Nasce nel 1993 e la quantità di carte presente ad oggi è smisurata. Nella maggior parte delle competizioni, due giocatori si contendono la vittoria....
Giochi da tavolo

Scacchi: come vincere in tre mosse

Il gioco degli Scacchi è un gioco di strategia bellissimo, ma allo stesso tempo difficilissimo. Il gioco consiste nel muovere i propri pezzi sulla scacchiera, al fine di bloccare il re avversario, precludendogli la possibilità di spostarsi di casella....
Giochi da tavolo

Come giocare a I'm the Boss!

I'm the Boss! È un gioco di carte sviluppato da Sid Sackson, in cui lo scopo dei giocatori è quello di guadagnare più soldi di tutti gli altri per vincere la partita. È un gioco di negoziazione, in cui i giocatori devono competere, ma anche collaborare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a 31

31 è un gioco di carte da giocare con mazzi di carte da poker. Si può già giocare a partire da due giocatori, ma è consigliabile essere almeno in quattro. Il gioco consiste nell'ottenere il punteggio più alto con tre carte dello stesso seme. Il punteggio...
Giochi da tavolo

Come giocare a Can't Stop

In questa guida ti spiegherò come giocare a Can't Stop. L'obbiettivo di questo gioco da tavolo è quello di dover essere il primo giocatore a raggiungere la cima di tutte e tre le colonne. Raggiungere la cima all'apparenza sembra semplice, ma dovrete...
Giochi da tavolo

Come giocare a Cinquecento

Cinquecento è un gioco di carte molto popolare in Sicilia e in Lombardia (chiamato anche Marianna), esso si può giocare in due, tre (rimuovendo un Due dal mazzo) o quattro persone (giocando a squadre a X). Cinquecento si basa molto sul famoso gioco...
Giochi da tavolo

Come giocare a Dubito

Dubito, conosciuto anche come Balle, è un gioco di carte, molto facile da giocare e divertente per tutte le età. È consigliabile svolgere partite con tre o più giocatori; il mazzo utilizzato è lo stesso delle carte giocate in scala quaranta (quindi...
Giochi da tavolo

Come giocare ad Unlock

Unlock è un gioco molto interessante e coinvolgente che fa parte dell'idea originale degli Escape Room, ossia come uscire o scappare da un luogo chiuso. In effetti, in questi giochi le persone sono in una stanza e devono cercare di uscire dalla stessa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.