Come giocare a Taboo

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il Taboo è un divertentissimo gioco da tavolo che può allietare una serata tra grandi e piccini, all'insegna delle risate assicurate! Questo gioco, noto dagli inizi degli anni '90, consiste, come molti sanno, nel cercare di far indovinare ai propri compagni di squadra dei vocaboli, senza poter ricorrere nella spiegazione degli indizi all'utilizzo di alcune parole, appunto taboo, molto correlate e di facile assonanza con quella da indovinare. Ecco una semplice guida su come giocare a Taboo per imparare le semplici regole di questo gioco.

24

Gioco di squadre

Innanzitutto per giocare a Taboo ci si divide in due o più squadre, ciascuna deve avere almeno uno e un massimo illimitato di giocatori. Le squadre saranno rivali, cioè giocheranno l'una contro l'altra in quanto il Taboo è un gioco di sfida, competitivo. Fatte le squadre, i giocatori dispongono sul tavolo da giochi il tabellone, il mazzo che reca le carte con le parole da indovinare ed infine una clessidra.

34

Gioco di suggeritori

Ogni squadra al proprio turno deve eleggere un suggeritore, cioè un giocatore che pesca una carta dal mazzo e che ha il compito di far indovinare ai suoi compagni di squadra di che parola si tratta, ovviamente senza ricorrere alle parole Taboo, pena la perdita di un punto. Il suggeritore viene controllato da qualche giocatore di squadre rivali che verifichi che non stia mostrando la carta ai compagni. Per fare indovinare i propri compagni il suggeritore può ricorrere ad espressioni familiari, legate al rapporto che ha con i giocatori o anche al luogo in cui si tiene il gioco, dicendo ad esempio frasi come "in questo tavolo ce ne sono quattro" se la parola da far intendere è "sedia".

Continua la lettura
44

Gioco di punti

Ogni parola indovinata dalla squadra dà diritto ad un punto e la squadra può continuare fino al tempo a disposizione nella clessidra. Al termine del turno la squadra avanza sul tabellone di tante caselle quanti i punti ottenuti, pari al numero di parole indovinate. Vince il gioco la squadra che arriva per prima alla fine del tabellone da gioco; per vincere a Taboo, come potete capire dalle regole del gioco, la squadra deve essere affiatata e veloce nel ragionamento, il suggeritore deve essere abile nel parafrasare spiegazioni e nell'uso di sinonimi. Il divertimento del gioco sta proprio nella caratteristica di non poter utilizzare le parole taboo, dato che per questo motivo i giocatori se ne inventeranno di mille colori per far capire ai propri compagni la parola della carta...vecchi aneddoti, linguaggi e soprannomi di comitiva o di famiglia, buffi giri di parole... Verrà fuori di tutto e di più per il gusto della vittoria! Pronti a mettervi in gioco? Buon divertimento.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Taboo

Uno dei giochi più divertenti da fare in compagnia è sicuramente Taboo. Nato nel 1989 per mano dei Parker Brothers, questo gioco da tavola si è sviluppato molto velocemente ed è subito entrato nei cuori di molte persone grazie alla sua natura comunicativa....
Giochi da tavolo

Come giocare a Taboo XXL

Siete alla ricerca di un gioco capace di coinvolgere un numero ampio di persone, adatto a tutte le situazioni, variegato e divertente? Ebbene, nessun problema grazie al bellissimo party game Taboo in versione XXL, che permette anche di modulare il grado...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Taboo

A chiunque sarà capitato di trovarsi con amici in casa, e che improvvisamente uno di loro abbia deciso di rispolverare il Taboo, famosissimo gioco da tavola ormai consacrato fra i più divertenti, anche perché vi possono giocare più di 4 giocatori...
Giochi da tavolo

Taboo: come diventare imbattibili

Durante i momenti di relax, è preferibile occupare il tempo a disposizione facendo delle attività non faticose. Gli hobby che non richiedono impegno fisico sono numerose e possono riguardare diversi ambiti. Alcuni esempi vengono forniti dall'ascolto...
Giochi da tavolo

Come giocare a Tabù

Imparare e capire le regole per giocare a Tabù (spesso indicato anche come "Taboo") non è difficile, ma come spesso accade per i giochi da tavolo (e comunque per i giochi in generale) un conto è imparare le regole e un altro è imparare a giocare,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Pictionary

I giochi da tavolo sono ormai qualcosa di cui si sente parlare sempre meno. La tecnologia ha fatto il suo corso, e i fantastici titoli che hanno intrattenuto generazioni intere sono stati soppiantati da console e videogiochi. Eppure, per quanto il multiplayer...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.