Come giocare a Tablut

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tablut è un celebre gioco che ebbe origine in Europa nel XVIII secolo, fu diffuso grazie al celebre biologo Carlo Linneo che ebbe l'opportunità di conoscere il gioco nella Lapponia svedese. Questo celebre gioco ebbe una gran fortuna nei secoli a seguire, e l'obiettivo della nostra guida sarà proprio quello di illustrare quali sono le regole, l'obiettivo e, più in generale come giocare a Tablut.

25

Materiale

Per prima cosa dobbiamo vedere quali sono i materiali necessari per giocare. Non sono molti, in line generale possiamo dire che ciò di cui avrete bisogno per giocare non sarà altro che una semplice tavola quadrata prestampata appositamente per questo tipo di gioco. Inoltre avrete a vostra disposizione una serie di pedine, con valori e potere differente, che, secondo regole ben precise, dovrete muovere e spostare sulla tavola per portare avanti il gioco. Per la precisione, avrete in dotazione otto pedine bianche, che rappresenteranno l'esercito svedese, una pedina bianca simboleggiante il re svedese, e sedici pedine nere che, invece, rappresenteranno l'esercito moscovita.

35

Gioco

A questo punto, non ci resta che entrare nel vivo e delineare le varie regole del gioco. Sottolineiamo, inoltre, che per questo gioco sono previsti soltanto due giocatori. Collocate, ora, il re nella casella centrale della tavola, sulle caselle adiacenti posizionate, a due a due, le pedine bianche, quelle dell'esercito svedese. Terminate le pedine bianche, troverete il re circondato su quattro lati dall'esercito svedese. A questo punto posizionate, a partire dalla pedina bianca più esterna le pedine dell'esercito moscovita. Una adiacente alla pedina più esterna dell'esercito svedese, e le altre vanno collocate esternamente (3 per ogni lato esterno). Una volta posizionate le varie pedine il gioco può avere inizio. Comincia la partita l'esercito nero. Tutti, bianchi e neri, possono spostarsi secondo le stesse regole. Il re può muoversi di una o più caselle vuote soltanto in direzione ortogonale. La cattura può essere effettuata tanto dall'esercito nero, quanto dall'esercito bianco e si realizza quando la pedina catturata si trova circondata da due pedine avversarie. Precisiamo, tuttavia, che è possibile soltanto la cattura di pedine singole. Per quanto riguarda la cattura del re, invece, sarà necessario un accerchiamento su quattro lati, oppure, può avvenire anche se il quarto lato è rappresentato dal trono (che sarebbe la casella centrale in cui viene posizionato il re a inizio partita) e, inoltre, se collocato nella posizione del trono è proibita la cattura. Ogni pedina catturata viene eliminata dal tabellone. Se il re viene catturato dall'esercito nero la partita ha immediatamente fine.

Continua la lettura
45

Obiettivo

In conclusione, vediamo qual è l'obiettivo del gioco. Precisiamo che l'esercito nero, e quello bianco hanno scopi differenti. Rispettivamente, l'esercito nero ha come unico obiettivo quello di catturare il re; quello bianco, invece, deve proteggere il re raggiungendo un bordo esterno del tavoliere. L'esercito che per primo raggiunge il suo obiettivo vince la partita.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Backgammon

Che cos'è il backgammon e come si gioca? Il backgammon è un gioco da tavolo per due giocatori. Per giocare viene usata una tavola, sulla quale sono raffigurati ventiquattro triangoli numerati, divisi in quattro differenti quadranti: due tavole esterne...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Backgammon

Il Backgammon è uno dei più popolari giochi da tavolo ancora giocati in tempi moderni. Anche se non è famoso come la dama o gli scacchi, esattamente come questi ultimi condivide una storia millenaria, risalente a migliaia di anni fa in Asia Minore....
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Othello

L'Othello è un gioco da tavolo astratto per due giocatori definito a informazione perfetta, dove ovvero ogni partecipante conosce tutte le informazioni possibili nel campo di gioco, incluse le mosse dell'avversario e può di conseguenza intuire ogni...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Parchise

Il Parchise è un gioco da tavola di origine spagnola più conosciuto in Italia come Ludo, derivato da un antico gioco indiano chiamato Pachisi. È un gioco che potrà essere utili per passare il tempo con amici in casa e per divertirsi in compagnia....
Giochi da tavolo

I 5 giochi da tavolo più amati da sempre

Soprattutto durante le giornate d'inverno più fredde, ci si ritrova spesso con gli amici a casa, a bere una buona cioccolata calda davanti ad un bel fuocherello; perché magari fuori piove o fa troppo freddo. Ed ecco i presupposti per cominciare a giocare...
Giochi da tavolo

7 trucchi per vincere a Dama Internazionale

Il gioco della dama è molto bello e coinvolgente. L'obbiettivo, per raggiungere la vittoria, quando si gioca a Dama è quello di togliere tutte le pedine all'avversario e, nel linguaggio del gioco, viene detto "mangiare". Per mangiare le pedine degli...
Giochi da tavolo

Come giocare a Makruk

Il gioco degli scacchi altro non è che una versione più moderna del makruk. Quest'ultimo, ad oggi molto diffuso nell'area del sud - est asiatico (principalmente in Thailandia e nella vicina Cambogia) consta di regole ben precise che andremo ad esaminare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Senet

Il Senet è un gioco da tavolo molto antico, di certo il più antico tra quelli da noi conosciuti e forse il più antico in assoluto. Veniva praticato nell'Antico Egitto e aveva un elevato valore simbolico: infatti indicava il percorso delle anime nell'aldilà....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.