Come giocare a Sugoroku

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Chi non ha mai giocato almeno una volta nella vita a Monopoli? Questo gioco ha conquistato milioni di generazioni di tutto il mondo e ognuno lo ha interpretato a modo suo. Siamo sicuri che non ne esistano altre versioni? Un esempio è Sugoroku, una specie di gioco dell'oca nipponico tradizionale, se vogliamo tra i più gettonati della nazione da secoli.
Ecco come giocare a Sugoroku.

25

Le origini

Il Sugoroku è spesso paragonato ad altri giochi da tavolo, come il Monopoli, il Backgammon tra quelli più popolari. Le sue origini risalgono all'incirca al VIII secolo, nato a quanto pare, nella Sala del Tempio Todaiji a Nara, antica capitale del Sol Levante. Secondo un'antica leggenda il 45° imperatore conosciuto come Shomu, volle ideare questo gioco per poter passare il tempo e rompere con le etichette convenzionali di corte. A quanto risulta, la scacchiera, oggi conservata nel Santuario, riscosse un notevole successo, fino al punto di essere tramandata ai giorni nostri e diventare gioco tradizionale.

35

I giocatori

Come nei miti e nelle leggende il numero dei protagonisti, in questo caso i giocatori, sono molto importanti per determinare l'esito della partita. Innanzitutto, si tratta di un gioco di dadi e come tale devono esserci più persone che vi partecipano. Il numero può variare a seconda della scelta dei partecipanti. In genere, si comincia da due giocatori, come il classico gioco Monopoli o altri affini, ad esempio il Chobo o il Mecachi. In seguito, si inizia con il lancio dei dadi che smorzerà l'equilibrio e l'atmosfera dei giocatori. Il dado viene tratto, fermandosi proprio su una casella della scacchiera, fino a quando non si formerà un doppio sei. A quanto sembra, questo è il significato letterale che gli si attribuisce.

Continua la lettura
45

Le regole

I giocatori, dopo aver stabilito il numero, si devono posizionare intorno alla scacchiera e lanciare i dadi. Le regole prevedono la presenza di due dadi (di colore nero e bianco), posizionati su una scacchiera di legno o altro materiale. Una volta tirati, si leggeranno sopra i numeri con i quali muovere le pedine. Il dado è comunemente conosciuto con il nome di "furidashi" o "start", ovvero l'oggetto che dà il via al Sugoroku. Invece, quando arriva sulla casella si definisce "goal" in giapponese "agari". Nel corso della partita ci saranno diversi ostacoli da superare e i passi saranno stabiliti in base alle istruzioni date dal gioco. Bisognerà essere abili ed evitare le "trappole" lungo il percorso. Se uno dei giocatori si imbatterà in una di esse dovrà pagare penitenza e tornare all'inizio del gioco. Solo chi sarà più veloce farà "furidashi" e vincerà la partita, formando un doppio sei sulla scacchiera.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ottimo spirito di osservazione

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Tris

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.