Come giocare a Snakes and Ladders

tramite: O2O
Difficoltà: facile
19

Introduzione

Snakes and Ladders, noto come Serpenti e Scale in Italia, è quel tipo di gioco che fa della semplicità e dell’immediatezza il fulcro del divertimento. Basta un dado, alcune pedine e il piccolo tabellone composto da cento caselle per dar vita a un passatempo “a percorso” senza troppi pensieri.
È un gioco pubblicato nell’attuale forma dalla casa produttrice Jaques of London più di un secolo fa in piena epoca vittoriana. Certo di acqua sotto i ponti ne è passata da quella prima apparizione, eppure ancora oggi è un passatempo apprezzato da molti, tanto che ne esistono varie versioni sui negozi digitali degli smartphone.
Seguendo questa guida imparerete presto come far muovere le pedine e districarvi in mezzo a quel groviglio di serpenti, pronti a giocare?

29

Occorrente

  • Scatola da gioco Snakes and Ladders
  • 2 o più giocatori
39

L’area di gioco

Snakes and Ladders è composto da un tabellone di cento caselle, dieci righe e dieci colonne, disposte a spire, ovvero nella prima riga ci si sposta da sinistra verso destra, nella seconda da destra verso sinistra e così via procedendo dal basso verso l’alto. Nel tabellone ci saranno disegnate alcune scale e alcuni serpenti che occupano verticalmente alcune caselle. Ci saranno poi delle pedine per ogni giocatore e un semplice dado a sei facce. Vince chi arriva per primo alla casella numero cento.

49

Inizio del gioco

All’inizio del gioco si sorteggiano i turni. Ogni giocatore lancia il dado, chi ha il punteggio più alto inizia per primo. In caso di parità si procede con un secondo lancio. Stabilito chi inizia il gioco si continua poi in cerchio partendo dal giocatore alla sua sinistra (senso orario).

Continua la lettura
59

Muovere la pedina

Per muovere la pedina nel tabellone bisogna lanciare il dado. Il risultato ci dirà di quante caselle possiamo muoverci. Al primo turno se ad esempio esce un cinque, ci sposteremmo nella casella numero cinque, se esce un tre, nella casella con il numero tre. Per i turni successivi dovremmo sommare la faccia del dado che viene fuori dopo il lancio con la casella dove stiamo. Se ad esempio la nostra pedina si trova alla casella venti e il dado ha mostrato il numero tre, dovremmo spostarci alla casella ventitré.
Se lanciando il dado viene fuori un sei, allora il giocatore deve spostarsi di sei caselle e ha diritto a un nuovo lancio di dado.

69

Scale e serpenti

Quando la nostra pedina si ferma in una casella ai piedi di una scala, la deve risalire fino in cima e fermarsi nella casella dove la scala finisce. Ad esempio, supponiamo che dopo il lancio del dado dobbiamo spostarci dalla casella sei alla nove. Nella nove inizia una scala che termina nella casella trentuno. Bene, dobbiamo muovere la nostra pedina dalla casella nove alla trentuno senza bisogno di nessun lancio di dado. La scala in pratica è un bonus.
Attenzione, la regola vale solo se ci si ferma ai piedi della scala. Al centro di una scala non succede niente e così anche in cima (con una scala non si torna mai indietro).
Se la pedina si ferma nella testa di un serpente, allora dovrà tornare indietro fino alla coda. Ad esempio se il lancio di dado ci porta alla casella diciotto, in corrispondenza della testa di un serpente, allora dovremmo arretrare fino alla coda che si trova nella casella sette. Il serpente è un malus.
Anche qui la regola vale solo se ci si ferma nella testa, non vale nel mezzo del serpente e nemmeno nella coda (con un serpente non si avanza mai).
Se con un sei si finisce ai piedi di una scala o sulla testa di un serpente, bisogna prima salire o scendere a seconda dei due casi, poi effettuare il secondo lancio di dado.

79

Vittoria

Lo scopo del gioco è raggiungere per primi la casella numero cento. La nostra pedina deve arrivarci con un lancio di dadi esatto. Se siamo alla casella novantacinque, allora per vincere avremmo bisogno di un cinque, se siamo alla novantasette, ci servirà un tre. Numeri più alti del necessario faranno tornare indietro la nostra pedina della rimanenza. Se ad esempio siamo alla casella novantotto, e sul dado esce un cinque, dovremmo arrivare alla casella cento consumando due punti e poi tornare indietro dei restanti tre punti fino alla casella novantasette.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La semplicità del gioco permette numerose varianti senza intaccare la giocabilità. Si può ad esempio sopprimere la regola del punteggio esatto nell’ultimo lancio di dadi in modo che qualsiasi numero che porti a cento dia anche la vittoria.
  • Se una pedina capita in una casella già occupata da un altra si può introdurre la regola di far arretrare la pedina che era arrivata per prima di un certo numero di caselle o addirittura all’inizio del tabellone.
  • Dopo che un giocatore è arrivato alla casella cento, si può interrompere immediatamente il gioco e decretare il vincitore, oppure si può proseguire con il turno di gioco (se ancora rimangono giocatori che devono lanciare il dado) e dare la possibilità a chi si trova nei pressi della fine di arrivare anch’esso alla casella cento per avere così più di un vincitore.
  • La semplicità dei materiali da gioco e delle regole fa sì che si possa costruire in casa il proprio tabellone e le pedine stesse.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Hare and Tortoise

Ecco un gioco intramontabile che richiama la famosa favola della lepre e la tartaruga di Esopo. Hare and Tortoise è uno dei giochi da tavolo più accattivanti di tutti i tempi e ha fatto divertire già due intere generazioni di appassionati accaniti...
Giochi da tavolo

Come giocare a Fortune and Glory

Chi non conosce il famosissimo archeologo Indiana Jones? Il suo successo cinematografico ha portato le case produttrici a trasporlo sotto numerosissime forme, dai videogame sino ai classici giochi da tavolo. È il classico esempio di Fortune and Glory,...
Giochi da tavolo

Come giocare a Commands and Colors: Ancients

Commands and Colors Ancients è il gioco ideale per chi è appassionato di storia ed in modo particolare delle grandi conquiste effettuate dall'impero romano. Questo gioco è incentrato nelle famose battaglie puniche, tra esercito romano e cartaginesi,...
Giochi da tavolo

Come giocare a Above and Below

Tutti gli amanti dei giochi da tavolo, non possono fare a meno di sperimentare la straordinaria esperienza di Above and Below. Al contrario dei classici giochi da tavolo, Above and Below è un gioco di esplorazione, dove ogni giocatore costruisce un suo...
Giochi da tavolo

Come giocare a Axis and Allies

Axis and Allies è un gioco di strategia sulla seconda guerra mondiale nel periodo di Massimo confronto nel 1942. In questa guida vediamo come giocare alla versione più diffusa di questo wargame da tavolo. Esistono numerose espansioni del gioco ed ambientate...
Giochi da tavolo

Come giocare a Dungeons and Dragons

Dungeons and Dragons è un famoso gioco di ruolo da tavolo inventato da Gary Gygas e Dave Arneson nel 1974. Sostanzialmente si basa sulle avventure in un mondo fantastico che dovranno intraprendere degli eroi personificati da voi, seguendo una trama creata...
Giochi da tavolo

Come giocare a Tigris and Euphrates

Uscito nel 1997, Tigris and Euphrates è un gioco da tavolo divenuto ormai "classico", sebbene risulti superato sotto certi punti di vista, a partire dalla grafica. Il prodotto si incentra sulle tessere, da piazzare su un tabellone e che permettono di...
Giochi da tavolo

Come giocare a Shengguan Tu

Shengguan Tu è uno dei più antichi giochi da tavolo del mondo, che ha avuto origine durante la dinastia cinese Tang. La documentazione storica risale almeno all'836 d. C., ma è possibile che il gioco abbia un'origine molto più antica. Alcuni esperti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.