Come giocare a Shogun

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Shogun è un gioco da tavolo basato sulla strategia inventato da Dirk Henn ed è ambientato nel Giappone del periodo di Sengoku (o cosiddetto "periodo degli stati belligeranti" - un periodo di vasta crisi politica che il Giappone dovette attraversare tra il 1400 e il 1600). Il gioco è stato pubblicato da Queen Games. Il termine "Shogun" è il titolo che il vincitore del gioco assume una volta conquistati più territori possibili. In seguito verrà spiegato come giocare a Shogun.

25

Regole generali

Pubblicato nel 2006, il gioco prevede dai tre ai cinque giocatori singoli, infatti non ci sono squadre. Ogni giocare entra nei panni di un "daimyo" (carica feudale più importante dell'epoca in cui è ambientato il gioco) e il suo scopo è conquistare le regioni degli avversari e sviluppare le proprie unità. Ogni regione ha le proprie capacità produttive in termini di riso per esempio. Il gioco in genere dura un'ora e mezza e l'età minima richiesta è 12 anni.

35

Sistema di gioco

In questo gioco i vari combattenti tra le unità vengono risolte attraverso una "torre di cubi", o "cubetower", analogamente a un altro gioco strategico chiamato Wallenstein. I cubetti rappresentano le truppe di ogni daimyo; queste vengono fatte cadere dalla torre e il numero di cubetti determina l'esito delle battaglie. Ovviamente, ci sono diversi espedienti che aiutano i giocatori: quando i cubetti vengono fatti cadere dalla cubetower incontrano un paio di ostacoli, ovvero dei pezzi di cartone che impediscono ai cubetti di raggiungere la base della torre e che quindi rimangono all'interno di essa. Può succedere che in turni successivi questi cubetti "bloccati" possano cadere a terra. La torre in sé è fatta di cartone e prevede una specie di imbuto in cima e un piatto di raccolto alla base, oltre che ai due piani intermedi.

Continua la lettura
45

Azioni possibili

Shogun si svolge nell'arco di due anni di gioco, ognuno composto di quattro turni che sono le varie stagioni: primavera, estate, autunno e inverno. Per le prime tre stagioni di ogni anno il giocatore pianifica (segretamente) quale azione avrà luogo e posa così la carta della provincia sull'azione. Le azioni che ogni giocatore può intraprendere sono: costruire un castello, un tempio o anche un teatro; raccogliere o requisire riso; adunare armate. Una volta che tutti i giocatori hanno pianificato parzialmente le loro azioni inizia un'asta per acquistare una carta speciale che garantisce un bonus al giocatore. Durante la fase di inverno del primo anno vengono calcolati i punteggi parziali, dopo aver accumulato riso a sufficienza per sfamare la popolazione (può accadere che vengano perse province a causa di ribellioni causate dalla mancanza di provviste).

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.