Come giocare a Shadows of Malice

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Di giochi da tavolo ne esistono un'infinità ma questo Shadows of Malice è davvero molto accattivante. Pensato da Jim Felli e distribuito da Devious Weasel Games nel 2014, ha fatto grande successo nel Regno Unito, paese di produzione. Si può giocare fino a 8 giocatori dai 14 anni in su e il gioco può durare in media 120 minuti. Essendo relativamente complesso, il gioco impegnerà le vostre menti in modo molto piacevole specialmente nelle fredde serate invernali o durante le festività natalizie. Vediamo adesso come giocare a Shadows of Malice seguendo pochi, semplici passi. Continuate a leggere.

25

Occorrente

  • Gioco Shadows of Malice, giocatori
35

Caratteristiche e strumenti di gioco

Il gioco Shadows of Malice ruota tutto intorno ad un unico scopo ovvero scoprire dove si trovano i Pozzi di Luce e aprirli in modo che il demone-ombra Xulthûl non possa sfruttare l'oscurità, indispensabile perché egli possa assumere sembianze umane e sottomettere il regno di Aethos. Si tirano i dadi per proseguire sul tabellone, tra l'altro molto ben fatto e organizzato in tre parti di forma esagonale, e ogni giocatore si muove con una pedina di colore diverso. Ci sono poi le carte e i pozzetti di luce da posizionare.

45

Regole del gioco

Per riuscire ad evitare la catastrofe di un mondo dominato dal male, vanno scoperti quanti più pozzi di luce è possibile. Ovviamente non è così semplice come si pensa. A impedire che i pozzi vengano scoperti ci pensano i Guardiani. Alcuni pozzi di luce sono già stati spenti e se per caso il demone riesce a spegnerne uno, è l'occasione per lui di entrare nel regno di Aethos e cercare di prenderne possesso. Se riuscirà a entrare, il compito dei giocatori sarà quello di evitare che vinca la sua battaglia e riesca a impossessarsi del regno. Alla fine del gioco il vincitore potrebbe essere il terribile demone delle ombre o i giocatori, ovvero colui che riuscirà a sconfiggerlo.

Continua la lettura
55

Dinamica del gioco

Come fanno i giocatori a prevenire la catastrofe? Tutto sta nella loro abilità a condurre il gioco. I giocatori controllano gli avatar, e ogni volta che è il loro turno, essi cercano di muoversi all'interno del regno lottando contro il fato, contro terribili creature malvage, conquistare pozioni, tesori e qualunque cosa si possa rivelare utile per sconfiggere il demone e i guardiani dei pozzi di luce. Soltanto se si riusciranno a sconfiggere i guardiani il pozzo potrà essere scoperto e inondare di luce il regno in modo da non far crescere il demone. Come vedete il gioco è davvero interessante, sembra quasi la trama di un videogames e non si corre davvero il rischio di annoiarsi. Buon divertimento!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Palaces of Carrara

Come giocare a Palaces of Carrara? Palaces of Carrara è un gioco da tavolo. Come in ogni gioco da tavolo, c'è un numero minimo di giocatori e un numero massimo di giocatori. Nel gioco Palaces of Carrara il numero minimo di giocatori è due. Il numero...
Giochi da tavolo

Come giocare a Escape: The Curse of the Temple

Escape: The Curse of the Temple è un gioco estremamente rapido e collettivo. Una partita a questo gioco da tavolo dura solamente 10 minuti, dato che il tempo è proprio uno dei 'nemici' che dovrete superare. La trama di base è immediata e ricalca uno...
Giochi da tavolo

Come giocare a World of Yo-Ho

World of Yo-Ho è un gioco da tavolo entusiasmante e popolato da tesori, pirati, animali e magie. Si può esplorare il mondo di Yo-Ho ed affrontare battaglie a suon di cannone tra isole e terre selvagge. L'ambiente classico dei pirati ci spingerà a trovare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Rise of Empires

Se siete degli appassionati di giochi da tavolo dovete assolutamente provare Rise of Empires, progettato da Martin Wallace e prodotto dalla Mayfair Games. Rise of Empires è un gioco di costruzione del proprio impero in cui i giocatori sviluppano un territorio...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Princes of Florence

The Princes of Florence è un gioco da tavolo ambientato a Firenze, durante l'epoca del Rinascimento. I giocatori dovranno impersonare i principi di Firenze appartenenti alle più importanti famiglie di mecenati, che, per ottenere maggiore prestigio,...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Pursuit of Happiness

The Pursuit of Happiness è un gioco di carte in cui si ripercorrono le tappe fondamentali della vita di una persona, quindi l'adolescenza, l'età adulta e la vecchiaia. Bisogna quindi gestire la vita scolastica e poi quella lavorativa, oltre che la vita...
Giochi da tavolo

Come giocare a Sheriff of Nottingham

Sheriff of Nottingham è un gioco da tavolo che si ispira alla leggenda di Robin Hood, il ladro che rubava ai ricchi per dare ai poveri. In questo caso, però, protagonista non è il famoso arciere ma il suo più acerrimo antagonista, lo Sceriffo di Nottingham....
Giochi da tavolo

Come giocare a The Lord of the Ice Garden

The Lord of the Ice Garden è un gioco da tavolo ispirato ai racconti di Jaroslaw Grzedowicz, un bravo scrittore polacco che affronta i temi di fantascienza e fantasy. Il gioco è uscito l'anno scorso grazie all'editore Giochix e anche se in Italia non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.