Come giocare a Santorini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Tra gli innumerevoli giochi da tavolo sviluppati in questi anni, oggi vi parlerò di uno in particolare, il quale è stato rilanciato in una nuova versione nel 2016: Santorini. Questo gioco è stato ideato dal matematico Dr. Gordon Hamilton con componenti tutti in legno. Il nome del gioco è ispirato alla famosa isola greca di Santorini. In questa versione del 2016, i componenti sono di grande qualità e di effetto scenico anche se in plastica e non più in legno. Adesso, vi starete chiedendo come funzioni questo gioco. Scopritelo leggendo questa guida su come giocare a Santorini.

27

Occorrente

  • Gioco da tavolo Santorini
37

Posizionate i lavoratori sul tabellone

Nella scatola del gioco troverete 72 blocchi che rappresentano gli edifici di Santorini, 1 tabellone 3D, 6 miniature di lavoratori e 30 carte di personaggi greci. Il target a cui è destinato questo gioco va dai 6 anni in su e si può giocare da un minimo di 2 ad un massimo di 6 giocatori. Ogni partita ha una durata media di 20 minuti. All'inizio del gioco, la prima cosa da fare è posizionare i lavoratori sul tabellone. Nella versione base del gioco, dove non ci sono i poteri degli dei, la partita si divide in due fasi che andremo a illustrare nei prossimi passaggi.

47

Muovete i lavoratori

Come abbiamo già detto precedentemente, il gioco si divide in due fasi: muovere e costruire. Nella prima fase, cioè quella di muovere, ciascun giocatore (al proprio turno) muove due suoi lavoratori di un posto in direzione orizzontale, verticale e diagonale. Le possibilità saranno solo due; aumentare di un livello o scendere. Se un giocatore riesce a raggiungere il livello tre vince immediatamente la partita.

Continua la lettura
57

Costruite le torri

Nella seconda fase, di cui vi ho accennato precedentemente, si passa all'azione costruendo le torri. Si utilizzano i blocchi e si posizionano accanto a uno dei vostri lavorati già piazzati poco prima nel tabellone. La torre, per non essere più occupata deve avere un blocco di livello 1, livello 2, livello 3 e, infine, una cupola. Se uno dei giocatori perde rimuove i propri lavoratori dal tabellone, mentre gli altri continuano a giocare. Le regole del gioco sono molto semplici e facili da capire. Con la versione avanzata e i poteri degli dei cambiano le condizioni di vittoria e le fasi del gioco. Alcuni di questi poteri sono: Chronos, con il quale, si vince anche con 5 torri presenti sul tabellone; Atlas, con la quale, si possono costruire torri su qualunque livello; Apollo, che permette di spostare un lavoratore anche in uno spazio occupato dall'avversario. Inoltre, le battaglie fra i giocatori diventano più agguerrite.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ricordate di effettuare sempre le due mosse obbligatorie: muovere e costruire, altrimenti non riuscirete a completare i livelli e perderete.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.