Come giocare a Richard I

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Questo gioco è adattissimo per tutti coloro che amano i giochi da tavolo, la storia inglese e Riccardo Cuor di Leone, il re che dà il nome al gioco e che tutti conoscono perché legato ad un altro personaggio molto famoso: Robin Hood. Richard I è famoso per aver partecipato alle Crociate e per lo scontro con il feroce Saladino. Ma mentre era in guerra nella Terra Santa, le cose in Inghilterra non andavano bene e il fratello di Richard, Giovanni, complottava insieme ai nobili per usurpare il regno. Il gioco ruota intorno a questa vicenda storica. Vediamo come giocare a Richard I.

25

Materiali e ambientazione

Il gioco è ambientato nell'Inghilterra medievale esattamente nel periodo della terza crociata ovvero al 1191 al 1194. Ogni giocatore rappresenta una famiglia e si deve schierare o dalla parte di Richard o dalla parte del fratello Giovanni. I materiali sono una grande mappa molto ben fatta, il manuale delle istruzioni, dei piccoli birilli in plastica che fungono da pedine, le carte, una plancia portacarte che mostra quali sono le carte dei seguaci di Richard e di quelli di Giovanni. Ci sono 8 tipi di carte ma quella del bandito si gioca soltanto se si è in sei. Si può giocare da 3 a 8 persone.

35

Regole del gioco

Ma come si fa a giocare a Richard I? È difficile? La cosa più importante è che i giocatori siano tanti altrimenti è facile prevedere come andrà a finire. Mantenere la suspance fino alla fine è molto importante e dato che si basa tutto sugli intrighi della corte inglese, la prevedibilità rovinerebbe l'essenza stessa del gioco. Le quattro componenti importanti di questo gioco sono la forza del re, quella del Saladino, il tempo impiegato da Richard per ritornare in patria e il tesoro del re. Ci sono poi i punti che i giocatori devono collezionare per vincere ovvero i punti vittoria, i punti prestigio e ogni giocatore ha un ruolo.

Continua la lettura
45

Vincitori e vinti

Le carte influenza sono divise in due colori rosso e verde e sono le fazioni del re e del fratello. C'è un mazzo di carte detto Mazzo della Crociata. Da qui bisogna pescare 6 carte (ce ne sono 12 per ogni colore). Da qui dipende praticamente tutto il gioco perché si decide il ritorno di Richard, il suo ritardo, la sua forza o quella del Saladino. Lo stesso vale per il tesoro del re che può diminuire o aumentare sempre in base a queste carte. La vittoria dipende se si azzera la forza del re che muore in battaglia, se si azzera la forza del Saladino, se si esaurisce il tesoro o il tempo (in questo caso Richard ritorna). La particolarità del gioco sta nel fatto che anche se la vostra casata non è schierata con il vincitore, potrete sempre ottenere i suoi favori se durante il gioco vi sarete distinti e avrete ottenuto prestigio.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Giocate da 5 giocatori in su

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Cranium

Creato da Alexander e Richard Tait nel 1998, Cranium è un gioco di società che permette di svolgere un ampio ventaglio di attività: dal disegno al canto, dal mimo alla manipolazione della plastilina. Ne esistono anche diverse espansioni e spinoff....
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Indovina Chi

Indovina Chi è quasi sicuramente uno dei giochi da tavolo più belli ed entusiasmanti presente dagli anni ’80 ad oggi. Chi di voi può confermare di non aver mai fatto almeno una partita? Molto probabilmente nessuno. Lo svolgimento di Indovina Chi?...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.