Come giocare a Poleconomy

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Poleconomy è un gioco da tavolo creato dal neo-zelandese Bruce E. Hatherley, pubblicato per la prima volta nel 1980 in un' edizione Australiana, e successivamente in un'edizione Neo-Zelandese.
Se deciderete di giocare a questo gioco noterete come lo scopo dichiarato del gioco è quello di “insegnare” ai giocatori alcuni fondamenti economici, e il modo in cui l’economia e il governo interagiscono. È infatti inusuale come caratteristica riscontrabile in molti giochi da tavolo, la maniera in cui questo gioco riflette come l'industria, la finanza e il governo interagiscano quando aziende e compagnie private operano in un sistema di democrazia parlamentare. Il nome del gioco è un unione dei termini inglesi “Politics” e “Economy”.

26

Occorrente

  • Gioco da Tavolo Poleconomy; sono necessari dai 2 ai 6 giocatori.
36

Breve introduzione al gioco

È un gioco simile al Monopoly, ma più incentrato su un aspetto economico e governativo piuttosto che quasi unicamente sulla compravendita di città e quindi di alberghi. Lo scopo dei giocatori è quello di competere per acquisire proprietà e investimenti tramite metodi economico-politici del tutto personali.

46

Caratteristiche

I giocatori proseguono nel gioco, e sono guidati dal lancio dei dadi, che come nel Monopoly decreta il numero di passi che una pedina ad ogni turno dovrà compiere. Nella fase iniziale i giocatori devono assurgere alla carica di Presidente o Primo Ministro tramite l'elezione dei giocatori, e stabilito ciò hanno le massime cariche hanno il potere di definire i livelli di inflazione, quindi l’aumento o la diminuzione delle tasse per i compratori di proprietà. Tuttavia se il compratore non può pagare le tasse, questo può continuare a giocare, tuttavia i suoi debiti verranno annotati a parte, e se non saldati si incorrerà in una sanzione della banca centrale. Nessun giocatore può andare in bancarotta.

Continua la lettura
56

Obiettivi

La vittoria è determinata dalla somma dei fondi di tutti i giocatori, delle compagnie e altri elementi simili. Il gioco può terminare anche laddove non ci sono più compagnie o la banca centrale esaurisce i fondi del suo tesoro, quindi le sue possibilità economiche. Per giocare a questo gioco sono necessari dai 2 ad un massimo di 6 giocatori, dopodiché il tempo impiegato per assemblare e preparare la partita sarà di una decina di minuti, e il gioco vero e proprio potrebbe durare anche 3 ore (la durata viene stabilita a tavolino da tutti i giocatori). Non sono necessarie capacità particolari per giocare a questo gioco, basta sapere mettere in atto semplici operazioni di matematica, avere delle basiche capacità di negoziazione e di governo.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Tris

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.