Come giocare a Picassimo

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Siete alla ricerca di un gioco divertente, semplice e capace di sviluppare la creatività di chi ci gioca? Se siete dei tipi fantasiosi e amanti del disegno, Picassimo, ideato da Carlo A. Rossi, potrebbe essere il gioco perfetto per voi. Con la sua estrema semplicità e l'alta giocabilità, Picassimo è un ottimo passatempo per tutta la famiglia, adatto a giocatori (3-4) dagli otto anni in su, un vero spasso non solo per i bambini, ma anche per gli adulti. Le istruzioni sono davvero semplici e la preparazione è quasi nulla. Tutta la sfida sta nel disegno. Si tratta infatti di un gioco in cui i giocatori sono chiamati a disegnare ciò che le carte indicano, per poi scombinare il disegno e fare in modo che gli altri giocatori indovinino la figura messa in disordine. Dalle capacità artistiche e intuitive dei partecipanti dipendono, ovviamente, le doti della partita. Ma vediamo nel dettaglio come giocare a Picassimo. Siete pronti a divertirvi con l'arte? Andiamo!

27

Occorrente

  • Il gioco in scatola Picassimo e una gran voglia di disegnare
37

Le componenti del gioco

In dotazione ci sono 6 tavolette da disegno, che accoglieranno le creazioni artistiche dei partecipanti. Si tratta di tavolette cancellabili, per evitare gli sprechi di carta e per permettere di riutilizzarle per altri disegni. Assieme alle tavolette, nella scatola troviamo anche 6 pennarelli cancellabili e 6 cartoncini da sistemare davanti alla propria tavoletta da disegno, per impedire che gli altri vedano il soggetto dell'opera. Abbiamo inoltre 150 carte soggetto, 7 carte scambio, 18 carte paese e 6 carte per segnare i punti. Non sono compresi nella scatola delle spugnette per cancellare, dunque è necessario dotarsi di fazzoletti.

47

La preparazione

Ogni giocatore, a turno, prende un cartoncino di protezione, una tavoletta, un pennarello, una carta dei punti e si procura un fazzoletto per cancellare le scritte. Dopodiché sistemerà il cartoncino di protezione di fronte a tutti gli oggetti in dotazione, tranne la cartellina dei punti, che dovrà essere ben visibile a tutti. Ogni giocatore ha una carta paese che va inserita nell'apposito supporto presente sul cartoncino di protezione. Poi è necessario mescolare le carte dei punti e mettere il mazzo a centro del tavolo da gioco, coperto. Le carte soggetto vanno ordinate in base alla propria lingua, poi vanno voltate, mescolate e sistemate vicino al mazzetto delle carte scambio.

Continua la lettura
57

La scelta del livello

Prima che abbia inizio la partita vera e propria, i giocatori dovranno scegliere il livello di gioco. Sono infatti presenti tre possibili livelli di difficoltà in base al tipo di soggetti da disegnare e le capacità degli artisti. Il Livello 1 è il più semplice, adatta anche ai bambini e a chi vuole disegnare soggetti non complessi. Il Livello 2 è un pochino più complesso, mentre il Livello 3 contiene soggetti molto difficili, provenienti da film, libri, opere d'arte e altre forme di intrattenimento.

67

Lo svolgimento della partita

Una volta scelto il livello di gioco, la partita vera e propria può avere inizio. Ogni giocatore pesca una carta dal mazzo delle carte soggetto, senza farla vedere agli altri. La deve infilare nel supporto del cartoncino di protezione, accanto alla carta paese. I partecipanti possono scegliere tra i due soggetti indicati dalla carta. La frase che dà il via alla fase di disegno è “Ai pennarelli, pronti, via! ”e da questo momento ogni giocatore di turno inizia a disegnare il soggetto che ha scelto, facendo attenzione a disegnare su ogni pezzo della tavoletta. È vietato disegnare numeri, frecce o lettere. Chi finisce per primo, grida “stop! ”, seguito poi dagli altri giocatori. Se i partecipanti sono 3 o 4, il turno si conclude quando tutti i giocatori gridano “stop! ”, tranne l'ultimo, mentre se a giocare sono 5 o 6 persone, il turno termina quando tutti i giocatori decretano la fine del disegno, tranne due. I giocatori che non hanno finito hanno tre secondi per concludere il disegno, poi sono costretti comunque a posare i pennarelli. Chi grida "stop!" dev'essere davvero convinto di aver finito, perché non può più rimettere mano al disegno. Il primo giocatore che ha decretato la fine del turno pesca una carta scambio, che indica quali pezzi del disegno vanno scambiati. Il giocatore mescola le tessere della propria tavoletta da disegno, senza farsi vedere dagli altri. A questo punto il giocatore fa vedere il disegno agli altri, che devono indovinare il soggetto, fino a che uno di loro non fornisce la risposta corretta. Il disegnatore e chi ha indovinato ottengono 3 punti a testa, anche in caso ci siano più giocatori ad aver indovinato contemporaneamente. Se nessuno riesce a indovinare, il disegnatore deve cominciare a rimettere a posto il disegno, una tessera alla volta. Se gli altri partecipanti indovinano in questa fase, ottengono solo un punto a testa, artista compreso. Se ancora non indovinano il soggetto, nessuno ottiene punti. Si va avanti così per tutti i giocatori e per sette turni, e per decretare il vincitore, si contano i punti che turno dopo turno devono essere segnati sulla tabellina apposita.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a The Republic of Rome

The Republic of Rome è un gioco da tavolo. Come tutti i giochi da tavolo, anche questo è un gioco di società che unisce gli amici che vogliono stare a casa una sera in compagnia. Come giocare è piuttosto semplice se si seguono le regole del gioco....
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.