Come giocare a Picassimo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Siete alla ricerca di un gioco divertente, semplice e capace di sviluppare la creatività di chi ci gioca? Se siete dei tipi fantasiosi e amanti del disegno, Picassimo, ideato da Carlo A. Rossi, potrebbe essere il gioco perfetto per voi. Con la sua estrema semplicità e l'alta giocabilità, Picassimo è un ottimo passatempo per tutta la famiglia, adatto a giocatori (3-4) dagli otto anni in su, un vero spasso non solo per i bambini, ma anche per gli adulti. Le istruzioni sono davvero semplici e la preparazione è quasi nulla. Tutta la sfida sta nel disegno. Si tratta infatti di un gioco in cui i giocatori sono chiamati a disegnare ciò che le carte indicano, per poi scombinare il disegno e fare in modo che gli altri giocatori indovinino la figura messa in disordine. Dalle capacità artistiche e intuitive dei partecipanti dipendono, ovviamente, le doti della partita. Ma vediamo nel dettaglio come giocare a Picassimo. Siete pronti a divertirvi con l'arte? Andiamo!

27

Occorrente

  • Il gioco in scatola Picassimo e una gran voglia di disegnare
37

Le componenti del gioco

In dotazione ci sono 6 tavolette da disegno, che accoglieranno le creazioni artistiche dei partecipanti. Si tratta di tavolette cancellabili, per evitare gli sprechi di carta e per permettere di riutilizzarle per altri disegni. Assieme alle tavolette, nella scatola troviamo anche 6 pennarelli cancellabili e 6 cartoncini da sistemare davanti alla propria tavoletta da disegno, per impedire che gli altri vedano il soggetto dell'opera. Abbiamo inoltre 150 carte soggetto, 7 carte scambio, 18 carte paese e 6 carte per segnare i punti. Non sono compresi nella scatola delle spugnette per cancellare, dunque è necessario dotarsi di fazzoletti.

47

La preparazione

Ogni giocatore, a turno, prende un cartoncino di protezione, una tavoletta, un pennarello, una carta dei punti e si procura un fazzoletto per cancellare le scritte. Dopodiché sistemerà il cartoncino di protezione di fronte a tutti gli oggetti in dotazione, tranne la cartellina dei punti, che dovrà essere ben visibile a tutti. Ogni giocatore ha una carta paese che va inserita nell'apposito supporto presente sul cartoncino di protezione. Poi è necessario mescolare le carte dei punti e mettere il mazzo a centro del tavolo da gioco, coperto. Le carte soggetto vanno ordinate in base alla propria lingua, poi vanno voltate, mescolate e sistemate vicino al mazzetto delle carte scambio.

Continua la lettura
57

La scelta del livello

Prima che abbia inizio la partita vera e propria, i giocatori dovranno scegliere il livello di gioco. Sono infatti presenti tre possibili livelli di difficoltà in base al tipo di soggetti da disegnare e le capacità degli artisti. Il Livello 1 è il più semplice, adatta anche ai bambini e a chi vuole disegnare soggetti non complessi. Il Livello 2 è un pochino più complesso, mentre il Livello 3 contiene soggetti molto difficili, provenienti da film, libri, opere d'arte e altre forme di intrattenimento.

67

Lo svolgimento della partita

Una volta scelto il livello di gioco, la partita vera e propria può avere inizio. Ogni giocatore pesca una carta dal mazzo delle carte soggetto, senza farla vedere agli altri. La deve infilare nel supporto del cartoncino di protezione, accanto alla carta paese. I partecipanti possono scegliere tra i due soggetti indicati dalla carta. La frase che dà il via alla fase di disegno è “Ai pennarelli, pronti, via! ”e da questo momento ogni giocatore di turno inizia a disegnare il soggetto che ha scelto, facendo attenzione a disegnare su ogni pezzo della tavoletta. È vietato disegnare numeri, frecce o lettere. Chi finisce per primo, grida “stop! ”, seguito poi dagli altri giocatori. Se i partecipanti sono 3 o 4, il turno si conclude quando tutti i giocatori gridano “stop! ”, tranne l'ultimo, mentre se a giocare sono 5 o 6 persone, il turno termina quando tutti i giocatori decretano la fine del disegno, tranne due. I giocatori che non hanno finito hanno tre secondi per concludere il disegno, poi sono costretti comunque a posare i pennarelli. Chi grida "stop!" dev'essere davvero convinto di aver finito, perché non può più rimettere mano al disegno. Il primo giocatore che ha decretato la fine del turno pesca una carta scambio, che indica quali pezzi del disegno vanno scambiati. Il giocatore mescola le tessere della propria tavoletta da disegno, senza farsi vedere dagli altri. A questo punto il giocatore fa vedere il disegno agli altri, che devono indovinare il soggetto, fino a che uno di loro non fornisce la risposta corretta. Il disegnatore e chi ha indovinato ottengono 3 punti a testa, anche in caso ci siano più giocatori ad aver indovinato contemporaneamente. Se nessuno riesce a indovinare, il disegnatore deve cominciare a rimettere a posto il disegno, una tessera alla volta. Se gli altri partecipanti indovinano in questa fase, ottengono solo un punto a testa, artista compreso. Se ancora non indovinano il soggetto, nessuno ottiene punti. Si va avanti così per tutti i giocatori e per sette turni, e per decretare il vincitore, si contano i punti che turno dopo turno devono essere segnati sulla tabellina apposita.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a The Game Extreme

The Game Extreme è un gioco da tavolo abbastanza semplice da apprendere e che ha riscosso un discreto successo. Come molti sanno, esso rappresenta la nuova versione del precedente e famoso The Game. Pur mantenendo sostanzialmente lo stesso funzionamento...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Dixit

Dixit è un gioco da tavolo francese relativamente recente, che attraverso l'aspetto narrativo ed una grafica impeccabile ha affascinato migliaia di persone in tutto il mondo! Il gioco è consigliato a partire dai sei anni e infatti è consigliato proprio...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Otto minuti per un impero

"Otto minuti per un impero" è un gioco da tavolo rapido e divertente, basato sulla strategia e sull'astuzia, inventato da Ryan Laukat. Il titolo fa riferimento alla breve durata dello svolgimento, ma non fatevi ingannare dalla velocità di gioco. Otto...
Giochi da tavolo

Come giocare a Mascarade

Si tratta di un gioco semplice e dalle regole immediate, accessibile praticamente a tutti. Creato dal famoso Bruno Faidutti, si gioca da 2 a 13 giocatori o anche divisi in squadre (fattore che accresce ulteriormente il numero dei partecipanti). Si fonda...
Giochi da tavolo

Come giocare a Antiquity

Antiquity è un gioco di gestione del territorio. Si impara a sfruttare appieno le potenzialità offerte, ma bisogna fare attenzione agli imprevisti come la carestia e l'inquinamento. Si gioca con altri in una competizione sulla costruzione della città,...
PC

Come giocare a cucù

Giocare a carte, non solo nel periodo festivo, è un hobby piacevole e divertente che, tra l'altro, favorisce l'aggregazione sia familiare che amicale. Per aumentare il divertimento e non rischiare mai di annoiarsi consigliamo di cambiare di tanto in...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a UNO

Uno è un gioco di carte che vede i suoi albori negli Stati Uniti, seppur la sua originalità sia incerta in quanto esistono diversi giochi piuttosto antichi che si basano su meccanismi molto simili. Uno è stato creato da Merle Robbins nel 1971. I giocatori...
Giochi da tavolo

Come si gioca a Carte contro l'umanità

Siete amanti dei tradizionali giochi di società, ma desiderate una divertente serata alternativa di gioco con gli amici? "Cards against Humanity", italianizzato in "Carte contro l'Umanità", è il gioco che fa per voi, soprattutto se non vi imbarazzate...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.