Come giocare a Oro nero

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il gioco da tavolo chiamato "Oro nero" è uscito sul mercato già parecchi anni fa. Dopo la crisi petrolifera degli anni '70 l'opinione pubblica fu sensibilizzata particolarmente riguardo questo argomento, tanto che un'azienda operante nel campo ludico decise di produrre questo gioco, dove viene semplicemente simulata l'estrazione di petrolio. Ma vediamo nel dettaglio come giocare ad Oro nero, nella nostra breve guida riportata di seguito.

24

Preparazione del gioco

Prima di iniziare è importante premettere che le modalità di gioco sono molto semplici ed immediate. Lo schema di competizione si basa sui modelli che da sempre hanno governato il comparto dei giochi da tavolo, soprattutto nei decenni passati. All'interno della confezione troveremo, oltre alla plancia di gioco, dei segnalini per i giocatori, tessere numerate, chiodini colorati, due dadi e dollari. Ogni giocatore avrà un proprio segnalino con il quale giocare ed un set iniziale di dollari da poter spendere nel corso delle trattative che tra poco vedremo in dettaglio.

34

Fase centrale di gioco

Lo svolgimento delle fasi più concitate di gioco prevede un funzionamento molto simile a quello presente in titoli usciti nel medesimo periodo sul mercato, come Monopoli. Si lanciano i dadi e si gioca di conseguenza. Sulla plancia di gioco vi sono ben tre percorsi: uno esterno, un percorso interno e la parte centrale nella quale sono presenti i campi d'estrazione del petrolio. Ogni giocatore, inizialmente, lancia i dadi e si posiziona sulla casella corrispondente. Le tessere numerate sulle quali si posiziona possono essere acquistate grazie ai dollari acquisiti inizialmente, dovendo competere in un'asta con gli altri giocatori. Chi riesce ad appropriarsi di una di queste tessere ha la possibilità di piazzare un chiodino all'interno del campo di estrazione. Il chiodino rappresenterà, nello specifico, una trivella. Man mano che si eseguono le operazioni segnate all'interno delle tessere il gioco prosegue, tenendo presente che più è importante la casella e più la trivella può scavare in profondità nel terreno, con maggiori possibilità di trovare petrolio.

Continua la lettura
44

Conclusione del gioco

La conclusione delle ostilità avviene nel momento in cui tutti i pozzi sono stati occupati. A questo punto colui che ha accumulato il maggior numero di dollari vince. Il gioco non presuppone una complessa strategia, in quanto gran parte della struttura si basa sulla fortuna nel cadere sempre sulle caselle più importanti, riportando così risultati migliori e maggiori quantità di denaro. Per questo motivo inizialmente lo abbiamo definito un gioco da tavolo di una passata generazione, dove dal lancio dei dadi può uscirne una partita fortunata o meno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Saboteur

Gioco da tavolo da fare in gruppo, buone illustrazioni e spirito leggero per passare una serata in compagnia. Siete dei cercatori d'oro mai sazi delle pepite che riuscite a trovare e il vostro scopo è portare avanti la ricerca per trovare pepite sempre...
Giochi da tavolo

Consigli per giocare ad Happy Days

Molti non sanno che la mitica ed amata serie americana Happy Days è approdata anche in un gioco da tavolo uscito sul finire degli anni '70. Il gioco Happy Days presenta dinamiche e regole parecchio semplici da apprendere ed infatti è consigliato proprio...
Giochi da tavolo

Come giocare a Alchimisti

Come giocare a Alchimisti? Alchimisti è un gioco da tavolo. Si può giocare a Alchimisti con un numero minimo di due giocatori a un massimo di quattro giocatori. Il gioco duro all'incirca due ore. Possono giocare solo i ragazzi dai tredici anni in su....
Giochi da tavolo

Come giocare a Shangai

Lo Shangai o Mikado è un gioco da tavolo per adulti e bambini. Lo Shangai vero e proprio è nato in Cina negli anni 70, però versioni diversi erano conosciute già nel IX secolo. Per poter giocare non è necessario essere un numero determinato di...
Giochi da tavolo

Come giocare a Marafone Beccacino

Molti sono i giochi da tavolo utilizzando le carte, o da poker o quelle siciliane, e molti di voi non li conosceranno tutti e si limiteranno a giocare sempre ai soliti quattro giochi di carte conosciuti, che, a lungo andare, diventeranno parecchio noiosi....
Giochi da tavolo

Come giocare a Emerald

In Emerald, il gioco da tavolo, la draghessa ha dato alla luce i suoi cuccioli che si trovano ora in un nido colmo di gemme e di oro. Ma questa mamma è assai preoccupata per la sorte dei piccoli dato che ha paura dei cavalieri. Questi ultimi potrebbero...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Dungeon Heroes Manager

Oggi vi parlerò di un gioco da tavolo molto particolare, Dungeon Heroes Manager, a questo gioco si può giocare in 2-6 giocatori, le regole sono molto semplici dopo aver effettuaato anche solo una partita. Lo scopo del gioco è di accumulare più monete...
Giochi da tavolo

Come giocare a Tablut

Tablut è un celebre gioco che ebbe origine in Europa nel XVIII secolo, fu diffuso grazie al celebre biologo Carlo Linneo che ebbe l'opportunità di conoscere il gioco nella Lapponia svedese. Questo celebre gioco ebbe una gran fortuna nei secoli a seguire,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.